16 novembre 2015

Terrorismo a Parigi: i 6 punti che mettono in dubbio le versioni “ufficiali”


Di Paolo Franceschetti,dopo poche ore dall’attentato di Parigi
rilevo questi particolari:




1) i terroristi mentre uccidevano le persone urlavano Allah akbar (e come potevamo dubitarne?) La domanda è: ma questi testimoni a che distanza erano per poter udire le parole dei terroristi nonostante il caos e i rumori degli spari?

2) un testimone intervistato ha detto: “avevano dei kalashnikov, uccidevano la gente a uno a uno..:”. Ok. Incredibile la freddezza del testimone che è riuscito a individuare il modello del fucile.
E anche l’udito dei testimoni pare sempre più sopraffino perchè il kalashnikov è un mitragliatore quindi presumo che faccia abbastanza casino da coprire le parole. tra l’altro i testimoni hanno sentito che questi terroristi, mentre sparavano, gridavano “frasi sulla siria”.

Quindi abbiamo dei testimoni dall’udito non solo tanto fine da percepire le parole nonostate gli spari ma che addirittura capivano l’arabo.

3) I terroristi sarebbero morti. E te pareva!!!
Ovviamente cosi non potranno essere interrogati.

4) E’ un attacco a tutta l’umanità, dice Obama.
Ieri sera sono morte 40 persone in un attacco terroristico a Beirut e non era un attacco a tutta l’umanità.
Ma 120 morti in Francia sono un attacco a tutta l’umanità.
Anche le migliaia di morti che abbiamo fatto noi in Libia non erano un attacco all’umanità.Erano solo libici.



5) Il direttore dell’Ansa dice esplicitamente che questo è un attacco “ai nostri valori, alla nostra cultura e alla nostra vita”.
Ma il direttore dell’Ansa lo sa che la nostra cultura deriva in gran parte da quella islamica, che i nostri valori sono in gran parte quelli islamici, che la nostra religione ha lo stesso ceppo – abramitico – della religione islamica e che molte parole addirittura derivano dall’Islam (particolarmente poi quelle a noi più care in campo commerciale)? Lo sa che la cultura islamica sta alla nostra come quella americana sta all’europea?

6) Nel frattempo apprendo che a Ventimilglia la frontiera con la Francia era chiusa qualche minuto prima dell’attentato.
In effetti, è giusto prepararsi per tempo a questi eventi, e non far tutto all’ultimo minuto, a cose fatte. Anche le dichiarazioni di alcuni telegiornali, che dopo qualche minuto già avevano parlato con dei testimoni, sembrano preconfezionate a tavolino. Come dopo l’11 settembre, che a pochi minuti dal crollo della prima torre, quando ancora non era caduta la seconda, c’erano testimoni che belli tranquilli rilasciavano le loro dichiarazioni.

E questo è rilevabile nella lettura dell’ansa dei soli primi dieci minuti. Attendiamo nelle prossime ore video con arabi che saltano di gioia per l’attentato, misure restrittive alla libertà personale in francia, e ulteriori dichiarazioni di guerra all’islam perchè si sa… per reprimere il fenomeno terroristico la cosa migliore è fare una guerra a tutto l’islam, un po’ come se per fare la guerra alla mafia si decidesse di fare la guerra alla sicilia.

Fonte: https://www.facebook.com/paolo.franceschetti.1/posts/10208235579957941?fref=nf

Tratto da: ilnuovomondodanielereale

5 commenti:

Andrew ha detto...

Non c'è dubbio che anche questo attacco terroristico sia una mafiata, uno spettacolo messo in scena per militarizzare sempre piu la francia e l europa con lo scopo di avere un pretesto per attaccare e fare guerra, senza contare il fatto che ci fanno sentire parte di un europa che non esiste. A me dispiace sempre della morte di vittime innocenti in ugual modo che siano in francia o altrove e non metto la bandiera della nazione che ha subito l attentato come sfondo delle mie foto, la francia non è più importante di altre nazioni e nessuno di noi è charlie hebdo ne la francia e neanche un Europa unita e solidale perché vorrebbe dire immischiarsi con i mafiosi ai vertici e fare il loro gioco
Comunque sia servono prove più convincenti di questa messa in scena

claude panzeri ha detto...

Gli argomenti 1 a 3 non mi fanno solo ridere, tutti sanno che il kalashnikov e l'arma più diffusa nel mondo e usata dagli "terroristi", che logicamente urlano per darsi coraggio e sapendo che moriranno presto. Benche spesso vero e abituale il quarto non nutre per niente l'ipotesi di un fake. Il quinto zopica, è ovvio che siamo tutti figli di Eva e Adamo. Il sesto, se fosse provato seriamente, sarebbe un inizio..

Questo "articolo" ridicolizza TRT e ci fa perdere credibilità, gia che... Franceschetti non dimostra niente. Per far la critica di un evento che ha ucciso cosi tanti innocenti e seminato tristezza in centinaia di famiglie, ci vuole di più!

Sono sempre in prima linea per denunciare le manipolazioni di massa. Anche se fosse plausibile, non basta chiacchere. Servono analisi consistenti!

Max Mattoni ha detto...

..la storia insegna.. dove fecero ritrovare il corpo di aldo moro? facile, una Renault 4 "rossa" e non poteva essere altrimenti se parliamo di "brigate rosse".. era la macchina dei giovani di sinistra all'epoca.. troppo facile, eppure a quel tempo abboccammo tutti all'amo.. dopo 45 anni sappiamo bene chi tramò dietro le quinte.
se vuoi dare un segnale forte alle 2 nazioni più potenti in europa dove piazzi la bomba?
personalmente ci credo che questi attentatori gridassero frasi su allah e la syria, ovvio, ci tenevano che la gente sentisse bene quelle frasi perché è parte del copione atto ad addossare la responsabilità su chi sappiamo, così come i kalashnikov = Russia.. e via discorrendo..

claude panzeri ha detto...

Con quel Bastardo di sionista Hollande è molto probabile che sia tutto una messa in scena. Basta la modifica della costituzione in arrivo, un "Patriot Act" a la Francese per togliere ogni eventuali dubbi!

Dall'inizio della prima guerra del golfo nel 91, intorno ai 14 millioni di Arabi sono stati massacrati, bambini, donne, anziani, uomini civili et militari. I cosi detti "terroristi" sono ragazzi che percepiscono l'ingiustizia imperialista americana, pronti a sacrificarsi esattamente come la résistance française lottava contro l'invasione nazi in Francia, e sono manipolati, sicuramenti.

Dopo l'intervento russo,un milione di siriani sono ritornati in Siria, nessun TGcazzo ne parla.
I servizi segreti austriaci hanno evidenziato il finanziamento della migrazione verso l'Europa dei refuggiati dagli americani tramite Soros. E chiaro l'intento di disseminare "terroristi" in tutta Europa per creare caos e limitare ancore i diritti civili.

Perdo sempre meno tempo a districare questi giochi maligni preferendo agire per salire in vibrazioni e diffondere Amore intorno a me. Bene a Te Andrews

Max Mattoni ha detto...

questo è lo stato dei fatti, i punti focali che hanno portato dall'uccisione di JFK alle torri gemelle ad oggi: buona lettura!

http://neilkeenan.com/neil-keenan-update-the-connection-between-911-jfk-and-the-global-collateral-accounts/

NUOVA ZELANDA: LAMPI DI LUCE SQUARCIANO IL CIELO DURANTE IL TERREMOTO!!!