31 luglio 2011

30 luglio 2011

Giappone: la terra trema ancora,terremoto 6,4 scala Richter



L'EMSC riporta che oggi 30 Luglio 2011-Un altro forte terremoto di magnitudo 6,4 a largo della costa di Honshu in Giappone, l'ipocentro localizzato ad una profondida' di 42 km .La TEPCO ha assicurato che il sisma non ha provocato ulteriori danni alla centrale atomica di fukushima.che e' stata devastata dallo tsunami lo scorso 11 Marzo 2011.
Fonte:EMSC
SEGUICI SENZA CENSURE SU TELEGRAM

Messico,forti piogge provocano inondazioni



Ixtapaluca , Stato del Messico .- Almeno un centinaio di case nella Valle de Chalco Ixtapaluca  sono state colpite da inondazioni causate dalle forti piogge che si sono verificate questo pomeriggio ,lo  ha riferito la Protezione Civile. 



Fonte:http://www.eluniversal.com.mx/ciudad/107309.html

SEGUICI SENZA CENSURE SU TELEGRAM

Washington Rende obbligatorio l'Impianto di microchip RFID delle Nazioni Unite per Tutti Gli Americani.



E 'Confermato, il Progetto di Legge sulla Salute di Obama renderà  obbligatorio l'Impianto di microchip RFID delle Nazioni Unite per Tutti i Cittadini Americani .

L'Obiettivo e di creare un Registro Nazionale di identificazione Che permettera' di "seguire meglio  i pazienti avendo a disposizione Tutte le Informazioni relative alla Loro salute".

Il nuovo Progetto Relativo alla Salute (HR 3200) e' stato adottato recentemente Dal Congresso e alla pagina 1001, e contiene l'indispensabile necessità per Tutti i Cittadini Che usufruiscono del Sistema Sanitario di Essere Identificati con il microchip sottocutaneo .

In un Documento Ufficiale dell'ONU, vi e' La Prova del Che Questi, dispositivi fossero gia previsti nel 2004. Questo Documento della FDA ( Food and Drug Administration ), datato 10 Dicembre 2004 e intitolato Classe II documento di orientamento speciali: impiantabili sistema transponder a radiofrequenza per l'identificazione del paziente e le informazioni Sanitàrie (Documento di Orientamento Speciale di classe II: Sistema di transponder a radiofrequenze impiantabile  per l 'identificazione dei Pazienti e le Informazioni relative alla salute).

L'Impianto di microchip delle Nazioni Unite per i pazienti Che contenga le Informazioni Sulla Loro salute era quindi gia allo studio, NEL 2004. NEL Progetto di Legge intitolato America scelte salute a prezzi accessibili Act del 2009 (Legge del 2009 Sulle Scelte di salute finanziariamente abbordabili dell'America), si puo Leggere NEL paragrafo Sottotitolo C - National Medical Device Registre (Sottotitolo C - Registro Nazionale dei Dispositivi Medici), Che e piace? Una scheda per OGNI persona ha il Che o Sarà, Munita di ONU Dispositivo sottocutaneo: Il "Segretario" stabilirà delle Nazioni Unite "Registro Nazionale dei dispositivi medici" (in Quel paragrafo Sono chiamati "Registro") per facilitare l'Analisi della Sicurezza Loro DOPO la commercializzazione, con i Dati di OGNI Dispositivo Che E o was utilizzato su ONU Paziente ... "

Quindi TUTTE LE Persone Che avranno Ricevuto il microchip saranno schedati in ONU in un Nuovo Registro nazionale.

Con il Pretesto di assicurare Meglio l'Assistenza sanitaria e preservare la salute dei Cittadini, Tutta la popolazione delle Nazioni Unite Sarà, marchiata con microchip Elettronico e schedata. L'inizio della marcatura sara' obbligatoria per Tutti  Dal partire 2013.

Alla pagina 1006 del Progetto, e Fatta Una precisazione Sulla data  di Entrata in vigore del dispositivo: "Entrata IN VIGORE. Il Ministro della Salute e dei Servizi Sociali, metterà in opera il Registro in virtu dell'articolo 519 (g) della Legge Federale sul Cibo, i Farmaci EI Prodotti cosmetici provengono da aggiunta NEL paragrafo, non piu' Tardi di 36 Mesi Dalla promulgazione della Presente Legge, Senza preoccuparsi della regolamentazione definitiva per stabilire quando poter utilizzare il Registro".

http://astronews.myblog.it/archive/2011/06/27/un-microchip-rfid-a-tutti-gli-americani-dal-2013.html

SEGUICI SENZA CENSURE SU TELEGRAM

29 luglio 2011

Messico:una nuova enorme crepa minaccia un villaggio


29.07.11. Chalco,Messico 28 luglio 2011.Una nuova crepa  di circa quattro chilometri di lunghezza e  di 10 metri di larghezza e' apparsa presso il villagio Huexoculco , ed ha creato non pochi timori tra i residenti. Secondo alcuni la nuova fenditura sarebbe parallela a quella formatasi precedentemente apparsa 15 giorni fa.Questa volta pero' la formazione si e' originata in una zona abitata e quindi rischia di essere una grave minaccia per l'incolumita' dei residenti.



















SEGUICI SENZA CENSURE SU TELEGRAM

Diluvio in Corea del sud,provoca 59 vittime


29 Luglio 2011 - COREA DEL SUD -La  pioggia torrenziale di questa settimana ha causato 59 vittime e 10 dispersi in tutto il paese, con migliaia in fuga dalle loro case per sfuggire alle alluvioni e le frane, lo ha riferito l'agenzia di gestione delle catastrofi Venerdì.Le piu' intense piogge da un secolo a questa parte hanno ucciso 18 persone a Seul Mercoledì, con frane che hanno spazzato case, strade e palazzi, mentre una persona e' ancora dispersa, secondo l'agenzia. A Chuncheon, circa 85 chilometri ad est di Seul, 13 persone sono state uccise Mercoledì, quando una frana ha inghiottito una casa alloggio, mentre nella città  settentrionale di Paju, un'altra frana ha travolto una fabbrica, uccidendo tre persone. Vittime sono state segnalate in tutta l'area della capitale, compresi nelle città satellite di Gwacheon e Yongin. Le piogge hanno costretto circa 12.000 persone a fuggire dalle loro case e causato black-out in quasi 130.000 case di tutto il paese. Più di 10.000 abitazioni, circa 1.100 fabbriche e negozi, e 978 ettari di terreno agricolo sono stati sommersi sotto l'acqua. La quantità totale di precipitazioni a Seul tra Martedì e Venerdì 05:00 è stata un record di 591 millimetri.
Fonte:http://english.yonhapnews.co.kr/national/2011/07/29/38/0302000000AEN20110729002600315F.HTML
GUARDA VIDEO


SEGUICI SENZA CENSURE SU TELEGRAM

TERREMOTO M 6.6 - A SUD DELLE ISOLE FIJI - 2011/07/29 07:42 UTC

Secondo l'USGS un terremoto di magnitudo 6,6 scala Richter ha colpito a sud delle isole Fiji il giorno 29/07/2011 alle ore 7:42 UTC ad una profondita' di 528 km ad est del continente oceanico.
Attività recente A questa posizioneTerremoto Località Mappe
Le isole Figi (figiano: Viti; indostano: फ़िजी فِجی), note anche con la grafia Fiji, sono un arcipelago dell'Oceania che formano l'omonimo stato. Ufficialmente denominata Repubblica delle Isole Figi, è una nazione insulare nel sud dell'Oceano Pacifico ad est di Vanuatu, ad ovest di Tonga e a sud di Tuvalu. Il paese occupa un arcipelago di circa 322 isole, di cui 106 sono abitate permanentemente, oltre a 522 isolotti. Le due isole maggiori, Viti Levu e Vanua Levu contano circa l’87% della popolazione.
USGS
WIKIPEDIA
SEGUICI SENZA CENSURE SU TELEGRAM

28 luglio 2011

Messico,allarme per la tempesta tropicale Don


28 LUGLIO 2011 - TEXAS - La tempesta tropicale Don si e' sviluppata nella parte meridionale del golfo del Messico con venti massimi sostenuti di 40 mph, il National Hurricane Center lo ha riferito Mercoledì. alle 5 pm ET, la tempesta si trovava 190 chilometri (118 miglia) a nord di Cozumel, in Messico, e circa 1.220 km (758 miglia) a est sud-est di Corpus Christi, in Texas . Secondo le previsioni, dovrebbe avvicinarsi alla costa nord-occidentale del Golfo del Messico Venerdì.Le compagnie petrolifere con piattaforme off-shore nel Golfo del Messico sono state allertate ed hanno iniziato le operazioni di evacuazione,in stato di allarme la penisola dello yucatan. - CNN


SEGUICI SENZA CENSURE SU TELEGRAM

Il Sole si risveglia,apparse grosse macchie solari

Il Sole torna a dare spettacolo con tre grandi macchie comparse oggi e riprese dal satellite Sdo (Solar Dynamics Observatory) della Nasa. Secondo le stime dell’ente americano per l’Atmosfera e gli oceani (Noaa) il fenomeno in atto nel Sole potrebbe provocare delle eruzioni classificate nel livello M, ossia di media entita’.

Le eruzioni solari sono la conseguenza di esplosioni che avvengono sulla superficie della stella quando l’energia che nel tempo si e’ accumulata nel campo magnetico viene immediatamente rilasciata sotto forma di radiazioni che abbracciano l’intero spettro elettromagnetico, dai raggi X ai raggi gamma. La classificazione delle emissioni di raggi X provenienti dal Sole prevede tre categorie: la classe X, che comprende gli eventi piu’ intensi, in grado si scatenare tempeste magnetiche capaci di provocare il blackout nelle comunicazioni radio in tutto il pianeta; la classe M, che comprende fenomeni di entita’ media, la cui influenza si risente soprattutto nelle regioni polari e puo’ provocare sia problemi nelle comunicazioni radio sia spettacolari aurore; la classe C, che comprende eventi minori e che hanno conseguenze minime sulla Terra.
Delle tre grandi macchie solari comparse oggi, una e’ particolarmente attiva e nelle ultime 24 ore ha prodotto decine e decine di eruzioni di classe C, ma secondo gli esperti potrebbe provocare fenomeni molto piu’ attivi, che potrebbero arrivare a provocare anche esplosioni di classe X.
Fonte ANSA

SEGUICI SENZA CENSURE SU TELEGRAM

L'Artico si sta sciogliendo a velocità record



L'ondata di caldo sta provocando lo scioglimento dei ghiacci Artici a velocità record

Secondo gli scienziati, l'Artico sta perdendo ogni giorno 120.000 chilometri quadrati
di ghiaccio e' questa sara' la futura mappa del mondo se tutto cio' non si arrestera'.


Per il  National snow and ice data center (NSDIC) del Colorado, la banchisa perderebbe ogni giorno quasi 120.000 chilometri quadrati di ghiaccio dall'inizio dell'anno. Se questo ritmo fosse confermato anche nel mese di luglio sarebbe il più alto dal 1979, anno dei primi rilevamenti.

Da sei a otto gradi più alta del solito

Il 17 luglio dello scorso anno, le acque ghiacciate rappresentavano 7,5 milioni di km 2 nel Mar Glaciale Artico, in pratica  2.2 milioni in meno rispetto alla media tra il 1979 e il 2000. Quest'anno, il ghiaccio ha cominciato a sciogliersi, a seconda della località, da due settimane a due mesi prima del solito. Le forti pressioni osservata nel Mare di Beaufort nel mese di giugno hanno causato un innalzamento delle temperature da 6 a 8 gradi sopra la media stagionale.

artico

Julienne Stroeve, ricercatrice presso il NSDIC, ha spiegato che il cielo limpido sopra l'Artico ha favorito la penetrazione della luce solare. Il raffreddamento osservato nel mese di luglio potrebbe rallentare lo scioglimento dei ghiacci, ma Julienne Stroeve preferisce non fare previsioni: "E 'troppo presto per sapere se si raggiungerà un record, ma penso che sia possibile"

Fonte: 20 minute.fr

SEGUICI SENZA CENSURE SU TELEGRAM

27 luglio 2011

CLIMA:IL RISCALDAMENTO INNESCA INCENDI NELL'ARTICO


(ANSA) - ROMA, 27 LUG - Dopo 10.000 anni di assenza, i grandi
incendi sono tornati nel Circolo Polare Artico e stanno
rilasciando una quantita' di anidride carbonica impressionante:
un solo incendio nella tundra dell'Alaska, nel 2007, ha liberato
nell'atmosfera tutta la CO2 intrappolata da quel sito in 50
anni. 
Lo dimostra uno studio coordinato da Michelle Mack,
dell'universita' della Florida a Gainesville, pubblicato su
Nature. Il fenomeno, secondo l'autore della ricerca, potrebbe
accelerare il riscaldamento globale.
Innescato da un fulmine, l'incendio ha colpito l'area del
fiume Anaktuvuk, mandando in fumo 1.039 chilometri quadrati di
vegetazione. L'area era visibile anche dallo spazio e ha
rilasciato 2,3 milioni di tonnellate di anidride carbonica
nell'atmosfera: il doppio del gas serra che una citta' grande
quanto Miami immette nell'atmosfera in un anno. Analizzando le
cicatrici lasciate dall'incendio sul suolo e datando al
radiocarbonio i resti bruciati, i ricercatori hanno dimostrato
che l'anidride carbonica liberata era quella immagazzinata dalla
tundra in 50 anni.
Si sa poco, sottolineano gli esperti, degli effetti degli
incendi sul ciclo della CO2 nell'ecosistema della tundra. Si
riteneva che il suolo umido e freddo e il sottostante
permafrost, ossia lo strato di terreno permanentemente
ghiacciato, potessero tenere lontani gli incendi. Tuttavia, da
quando l'estate artica e' diventata piu' calda e asciutta in
seguito al riscaldamento globale, gli incendi stanno diventando
di casa anche a ridosso del Polo Nord e non piu' soltanto alle
latitudini piu' temperate, dove mettono a rischio foreste come
quelle del parco di Yellowstone.
La frequenza degli incendi nella tundra rischia di far
scomparire questo tipo di vegetazione: ''se la frequenza di
questi incendi ha lunghi intervalli, da 80 a 150 anni, la tundra
ha il tempo di rigenerarsi'', ha osservato uno degli autori,
Syndonia Bret-Harte, dell'universita' dell'Istituto di Biologia
Artica dell'Alaska a Fairbanks. ''Ma se questi incendi avvengono
sempre piu' frequentemente, al ritmo di uno ogni 10 anni, e in
questo modo - ha concluso - la vegetazione non avra' il tempo
di rigenerarsi''.(ANSA).

SEGUICI SENZA CENSURE SU TELEGRAM

Seul:frana causa vittime e feriti



27 LUGLIO 2011 -   Seul (CNN) - Una frana nei pressi della città sudcoreana di Chuncheon ha ucciso 32 persone e feriti altri 24, hanno detto le autorità Mercoledì. Più di 750 soccorritori sono stati inviati sul sito dopo il crollo avvenuto intorno alla mezzanotte, secondo il Centro Central Disaster Relief. Circa 400 famiglie hanno perso le loro case e oltre 14.000 sono rimaste senza energia. La collina e franata dopo un'estate di precipitazioni record  che hanno provocato allagamenti e interruzioni del traffico in diverse zone importanti del paese. Chuncheon è di circa 75 chilometri (45 miglia) a nord-est della capitale, Seul, che ha visto cadere  più di 400 millimetri (15 pollici) di pioggia da Martedì. Sessanta famiglie nella capitale sono stati isolati dalle acque alte, e sei persone sono scomparse. L'agenzia meteorologica coreana prevede ancora pesanti precipitazioni.. - CNN


GUARDA VIDEO

SEGUICI SENZA CENSURE SU TELEGRAM

UN URAGANO BIBLICO ATTESO IN CALIFORNIA

Un'altra minaccia più letale incombe sulla costa ovest degli Stati Uniti, uragani (ArkStorm) di proporzione biblica potrebbero portare morte e distruzione su una scala mai vista prima. Muri di acqua di 3 metri di altezza, pioggia misurata in centimetri piuttosto che in millimetri e nove milioni di case allagate il tutto causato da una mega tempesta che potrebbe durare più di un mese. L'ultima registrazione di un evento di questa portata è avvenuto nel 1861 e ha reso tutta la parte centrale della California impraticabile. A quei tempi il costo dei danni era impossibile da quantificare, ma se un evento simile accadesse oggi i danni  potrebbero ammontare a più di  300 bilioni di dollari. Altre grosse tempeste si sono abbattute anche nel 1969 e nel 1986, ma la più devastante rimane quella che ha colpito nel 1861, la tempesta arrivò proprio il giorno di Natale e continuò ad infierire per un totale di 45 giorni.






La conseguente alluvione fu così grave che trasformo la Valle di Sacramento in un mare interno, dei laghi si formarono nel deserto del Mojave e nel bacino di Los Angeles, nel sud della California. La tempesta distrusse circa un terzo delle terre coltivabili, lasciando lo Stato in fallimento.La U.S. Geological Survey ha iniziato a pianificare il ritorno di "ArkStorm", dal nome dell'Arca di Noe utilizzata per sfuggire al diluvio biblico.Sono stati reclutati 17 nuovi ricercatori per lavorare con le squadre di emergenza locali e i funzionari governativi. Il team ha confermato che una tempesta simile a quella che ha colpito nel 1861 è "inevitabile".
Fonte:http://www.dailymail.co.uk/news/article-1347725/Walls-water-10ft-high-month-long-megastorm--California-told-prepare-Biblical-ARkStorm.html







SEGUICI SENZA CENSURE SU TELEGRAM

Terremoto 5.9 Richter colpisce il golfo di California


26 luglio 2011 - CALIFORNIA - Un terremoto di magnitudo preliminare di 5,9 ha colpito Martedì il Golfo di California,l'epicentro e' stato localizzato al largo della costa della penisola di Baja ad una profondita' di 10,2 km, nel nord-ovest del Messico secondo USGS ,a 100 km (62 miglia) da Los Mochis, Sinaloa,secondo il Servizio sismologico nazionale del Messico lievi  Danni o lesioni sono stati segnalati . CNN


SEGUICI SENZA CENSURE SU TELEGRAM

26 luglio 2011

Sud Africa,sotto la morsa della neve



Meteo estremo anche in Sud Africa 

JOHANNESBURG (Reuters) 26 Luglio 2011 - Una nevicata insolitamente pesante ha ricoperto gran parte del Sud Africa creando problemi ai trasporti ed alla circolazione, bloccando treni ed automobilisti.

La tempesta invernale ha portato anche forti venti che hanno creato il caos e ritardi nel trasporto aereo.L'esercito ha inviato un elicottero per cogliere i membri dell'equipaggio di una nave da carico che si era arenata al largo della costa orientale.



In alcune regioni del Sud Africa di solito nevica durante l'inverno circa una volta o due volte all'anno, ma la tempesta che ha colpito la gran parte orientale del paese,ha ricoperto la regione con 60 cm di neve

"La neve non è sconosciuta da queste parti,  ma di solito non con questa' intensita!'", ha detto il meteorologo Karl Loots del servizio meteo nazionale.

Autorità di trasporto hanno chiuso sezioni di strade principali,  tra Johannesburg e le principali città della costa orientale di Durban.



SEGUICI SENZA CENSURE SU TELEGRAM

Pakistan,nove vittime per inondazioni a Rawalpindi

25 Luglio 2011-Rawalpindi-Pakistan: un allarme per inondazione e' stato diramato Lunedi ma poi successivamente ritirato in quanto il livello dell'acqua nel Nullah Leh, Rawalpindi, si era abbassato. Tuttavia, otto persone sono state vittime di piogge killer che hanno generato inondazioni nelle città gemellate con cinque persone uccise in episodi di collasso di tetti ed annegamento, tra cui tre bambini che sono stati inghiottiti dal Nullah mortale Leh. truppe dell'esercito sono state impegnate per recupero di persone e per il contenimento degli argini del fiume esondato.
http://poleshift.ning.com/profiles/blogs/pakistan-nine-people-dead-in
GUARDA VIDEO YOU TUBE



SEGUICI SENZA CENSURE SU TELEGRAM

25 luglio 2011

Scossa di terremoto tra Piemonte e Valle D'Aosta

L'EMSC (centro sismologico europeo e mediterraneo)riporta che oggi 25 Luglio 2011 alle ore 14:31 italiane un terremoto di intensita di 4.8 della scala Richter e' stato registrato nel nord Italia ad una profondita' di 25 km l'epicentro e' stato localizzato tra il Piemonte e la Valle D'Aosta la scossa e' stata avvertita a Torino ed anche ad Aosta.Per il momento non ci sono segnalazioni di danni a persone,segnalati solo lievi danni in un edificio a Torino.EMSC

Di 10 gradi mappa che mostra recenti terremoti

SEGUICI SENZA CENSURE SU TELEGRAM

Australia: il forte vento sbalza indetro l'acqua di una cascata

25 Luglio 2011-Tempo meteorologico estremo ha colpito L'Australia la scorsa settimana,forti venti che hanno soffiato a piu' di 75 miglia orarie hanno disturbato corsi d'acqua e cascate spingendo verso l'alto l'acqua che che scorreva giu'.
In un unico giorno a Sidney e caduta l'equivalente di acqua di un mese,secondo la BBC il servizio di trasporto via mare e ' continuato nonostante le avverse condizioni del mare permettendo ai pendolari di raggiungere le loro localita'.secondo un ricercatore climatologo le condizioni meteo estreme stanno diventando una normalita' e non sono piu' da considerare un eccezione.
GUARDA VIDEO


SEGUICI SENZA CENSURE SU TELEGRAM

Giappone: secondo terremoto maggiore del sesto grado richter nelle ultime 24 ore

24 luglio 2011 - SENDAI - Il secondo terremoto di grandi dimensioni ha colpito al largo delle coste del Giappone in 24 ore. L'ultimo terremoto, misurato dall' USGS e' stato un 6,2 di magnitudo ed aveva una profondità di circa 1 km più bassa rispetto al 6,4 di magnitudo che ha colpito nei pressi della stessa regione Sabato.I sismologi temono che lo stress sismico della zona possa creare una maggiore instabilità e la possibilità di aumentare i rischio di un altro grande terremoto. Nessun allarme tsunami è stato diramato.   - Il Protocollo di estinzione

SEGUICI SENZA CENSURE SU TELEGRAM

24 luglio 2011

Sciame sismico nelle isole Canarie


23 Luglio 2011-Il governo delle Canarie ha detto che è in corso il monitoraggio di uno sciame sismico sulla piccola isola di El Hierro, dove oltre 400 scosse di terremoto di bassa magnitudo sono state registrate negli ultimi quattro giorni. Venerdì scorso, il Ministero dell'Economia, delle Finanze e del Governo delle Canarie hanno convocato la prima riunione del comitato direttivo di monitoraggio vulcanico,per un Piano di Protezione Civile specifico e di emergenza per rischio vulcanico, visto "il significativo aumento dell'attività sismica.




Secondo i dati forniti dal monitoraggio sismico della stazione IGN a Valverde, si può concludere che dal mezzogiorno il 17 luglio c'è stato un significativo aumento di attività sismica nel comune di confine dell 'isola di El Hierro, El Hierro,e' una isola di 278,5 km2, si trova all'estremo sud-ovest delle CanarieLe origini risalgono circa 100 milioni di anni. Dopo tre eruzioni successive, e conseguenti accumuli, l'isola emerse dal mare come una piramide triangolare imponente coronata da un vulcano di oltre 2.000 metri di altezza. L'attività vulcanica ha portato alla continua espansione dell 'isola. Circa 50.000 anni fa, a seguito di scosse sismiche che hanno prodotto frane enormi, un pezzo gigante dell'isola  si è schiantato  nell'oceano e sparso lungo i fondali marini. Questa frana di oltre 300 km3 ha dato origine al suggestivo anfiteatro di El Golfo valle ed ad uno tsunami di 100 metri di altezza che probabilmente, ha raggiunto la costa americana. Secondo ElHierro.com: "Anche se da oltre 200 anni sono trascorsi dall'ultima eruzione, El Hierro ha il maggior numero di vulcani delle Canarie, con oltre 500 coni cielo aperto, altri 300 coperti dal uscite più recenti, e circa 70 grotte e gallerie vulcaniche, in particolare la grotta di Don Justo la cui collezione di canali supera 6 km di lunghezza. " 


SEGUICI SENZA CENSURE SU TELEGRAM

Ecuador: aumenta l'attivita del vulcano Reventador

23 Lug 2011 - ECUADOR - Il vulcano Reventador ha mostrato una maggiore attività e funzionari di governo hanno vietato di avvicinarsi alla zona.Il Revenatador dista 90 km a ovest di Quito, e ha una lunga storia di attività. 
Nel novembre 2002 ha eruttato per la prima volta dopo 26 anni distruggendo strade tra Quito e Lago Agrio.I 17 km di altezza della nube di cenere colpi' 2 milioni di persone in quanto si sviluppo' su le province di Pichincha, Napo e Suscumbios e constrinse alla chiusura l'aeroporto di Quito causando la deviazione dei voli  verso Guayaquil o Latacunga.Un'eruzione successiva nel novembre del 2008. L'Istituto di geofisica e vulcanologia dell'Ecuador ha dichiarato: "è chiaro che il vulcano appare significativamente più attivo  rispetto ai mesi precedenti, "in questa circostanze la presenza di persone nei pressi del cratere di Reventador è assolutamente vietata e in nessun modo e' consigliato salire sulla vetta "-.
Zimbio

SEGUICI SENZA CENSURE SU TELEGRAM

23 luglio 2011

Lieve scossa di terremoto avvertita a Latina


Un terremoto di magnitudo(Ml) 3.5 è avvenuto alle ore 18:50:25 italiane del giorno 23/Lug/2011 (16:50:25 23/Lug/2011 - UTC).
Il terremoto è stato localizzato dalla Rete Sismica Nazionale dell'INGV nel distretto sismico: Pianura_pontina. 
I valori delle coordinate ipocentrali e della magnitudo rappresentano la migliore stima con i dati a disposizione. Eventuali nuovi dati o analisi potrebbero far variare le stime attuali della localizzazione e della magnitudo.INGV
SEGUICI SENZA CENSURE SU TELEGRAM

Terrore in Norvegia video dell'attentato

22 Luglio,2011 Terrore in Norvegia un ordigno e' esploso nel centro della citta'di Oslo provocando morti e devastazione guarda video:

SEGUICI SENZA CENSURE SU TELEGRAM

Preallarme per il vulcano Cleveland in Alaska



ANCHORAGE, Alaska (Reuters) - Recenti immagini satellitari di un vulcano dell'Alaska,che e' situato lungo le rotte di volo delle maggiori compagnie aeree,mostrano che può essere pronto per la sua prima grande eruzione dopo 10 anni. L'Alaska Volcano Observatory ha rilasciato un preallarme per il vulcano Cleveland, che si trova sull'isola disabitata di Chuginadak nella catena delle Aleutine a circa 940 km a sud ovest di Anchorage. La consulenza si è basata su "anomalie termiche" rilevati dal satellite. Tali misurazioni indicano che il vulcano potrebbe eruttare da un momento all'altro, potendo generare nubi di cenere fino a 20.000 piedi sul livello del mare senza alcun  preavviso. Una grande eruzione potrebbe disturbare viaggi aerei internazionali perché il Vulcano Cleveland, come altri nelle Aleutine, si trova direttamente sotto il percorso commerciale di volo delle linee aeree tra il Nord America e Asia, ha dichiarato John Power, scienziato dell'Alaska Observatory. l'ultima grande eruzione del vulcano risale al 2001, quando la cenere fu sbalzata a più di 5 miglia nel cielo con fuoriuscita di lava dalla bocca del cratere.Il Cleveland ha avuto diverse eruzioni più piccole. Finora, le compagnie aeree non hanno cambiato le loro rotte di volo. Il Monte Cleveland o Vulcano Cleveland è uno stratovulcano attivo che comprende tutta la parte occidentale dell'isola di Chuginadak, 40 km a ovest di Unimak, nelle Isole Aleutine. Il vulcano ha una forma tipicamente conica e simmetrica, misura circa 8.5 km di diametro. È unito alla parte orientale dell'isola di Chuginadak a mezzo di una bassa e stretta striscia di terra formata da colate laviche e depositi piroclastici.
Nonostante sia il più alto del gruppo delle cosiddette Quattro Montagne, l'intenso calore sprigionato dal vulcano lo rende meno coperto dai ghiacci durante tutto l'anno. Infatti, oltre alla attività effusiva ed esplosiva del cratere sommitale, sono presenti numerose sorgenti termali e fumarole lungo tutti i fianchi del vulcano.

SEGUICI SENZA CENSURE SU TELEGRAM

Scoperta una nuova faglia sismica in Calabria

Su come sia possibile prevenire i rischi legati ad un terremoto, c’è ancora tanto da studiare. «Fra l’altro i tempi a disposizione, una volta rilevato l’allarme, sono così brevi da rendere impossibile l’evacuazione totale di un centro abitato», spiega la ricercatrice Maria Filomena Loreto dell’Istituto Nazionale di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale di Trieste. Che però avverte: «L”unica concreta opportunità per scongiurare le catastrofi come quella accaduta a L’Aquila è la perentorietà che gli Enti locali dovrebbero adottare nel disciplinare le costruzioni delle case con sistemi antisismici che, per esempio in una zona a rischio qual è la Calabria, resistano a terremoti con magnitudo non inferiore ad una potenza 7.5».In breve la dott. Loreto, avvalendosi anche dei risultati resi noti dall’Ingv (Istituto nazionale di Geofisica e vulcanologia) conferma la Calabria come regione ad altissimo rischio sismico, e lo fa sulla base anche dei risultati multidisciplinari conseguiti nel corso della crociera oceanografica organizzata in settembre dall’Istituto triestino per studiare con sistemi di sismica e morfobatimetria il fondale marino antistante la Calabria che ha provocato il terremoto del 1905.«Finora – racconta la ricercatrice – i maggiori studi sulla pericolosità delle faglie sono stati effettuati a terra, questa ricerca sul fondale marino è invece abbastanza innovativa anche per la strumentazione utilizzata: si tratta di acquisire ed analizzare, integrando i dati geofisici, le proprietà fisico/chimiche dell’acqua e la presenza di particolari comunità batteriche in essa contenute per risalire al tipo di gas esistente e stabilire il grado di attività della faglia identificata».«In particolare – annuncia – abbiamo rilevato una importante faglia che controlla per circa 20 km un canale sottomarino che parte dall’Angitola nel golfo di Sant’Eufemia. Il canyon, dalla portata enorme sul piano idrologico rompe il fondo del mare a partire dalla foce del fiume Angitola per estendersi fino alla scarpata esterna da dove continua per diversi chilometri fino a metà strada fra la costa calabrese e l’isola di Stromboli». «Questa faglia – ha dichiarato la ricercatrice – ha un suo movimento che per questo, al di là degli studi che approfondiranno qualità e tempi di possibili prossimi movimenti tellurici, può generare un terremoto molto importante».È stata rilevata, nel corso della crociera, un’altra area telluricamente attiva a sud di Capo Vaticano identificata da molti studiosi come la responsabile del terremoto di un secolo fa, ma l’Istituto di ricerche triestino non ama fare previsioni ad effetto: tutto è da valutare nella sua interezza. «L’unica certezza è che a partire da sotto il promontorio – ha detto la Loreto – è stata individuata una faglia con orientazione e movimento simili alla faglia dell’Angitola, dando spazio ad una serie di interpretazioni preoccupanti».Sul cosa fare come prevenzione, c’è poco da stare allegri se si pensa alle responsabilità delle ditte di costruzione, non sempre in linea con le prescrizioni d’obbligo in zone ad alto rischio sismico qual è la Calabria. Più in generale, almeno per quanto riguarda i palazzi, le responsabilità, quando emergono, sono sempre a disastro avvenuto. Per le strade, i ponti e le ferrovie invece, dove il controllo sull’uso dei materiali impiegati è d’obbligo, non sono mancati i casi in cui è intervenuta preventivamente la magistratura. È successo per tratte dei binari della nuova linea che collega Lamezia con Catanzaro Lido, e sulla Statale 106 nei lotti di rifacimento limitrofi a Roccella e a Palizzi. «Ecco che sensibilizzare l’opinione pubblica sulle ricerche effettuate, sui rischi sismici esistenti in determinate aree è più che doveroso. Ciò che manca è un budget adeguato per approfondire la ricerca – conclude la Loreto – lo Stato dovrebbe aumentare i finanziamenti e altre realtà, quali la Regione, o più regioni insieme, magari una Fondazione, potrebbero contribuire ed aiutare la ricerca ad andare avanti. Per ora, a crociera finita, lavoreremo ai dati acquisiti, mentre sappiamo bene che bisognerebbe potenziare subito gli investimenti per effettuare indagini in questa direzione e con nuove metodologie proprio sulle aree marine, per valutare il grado e la qualità dell’attività tellurica esistente, in zone finora inesplorate».Fonte:http://www.express-news.it/scienza/calabria-sismica-scoperta-enorme-faglia-nel-golfo-di-lamezia/
SEGUITECI SU FACEBOOK!!!
SEGUICI SENZA CENSURE SU TELEGRAM

Post più popolari

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...