NO CENSURA SOSTIENI LA LIBERA INFORMAZIONE

Falsi ricoveri in terapia intensiva: scoperta una truffa da oltre 10 milioni di euro

 

07/10/2020 - Oltre 10 milioni di euro di rimborsi dal Servizio sanitario regionale percepiti illecitamente tra il 2013 ed il 2019 anche a fronte di oltre mille falsi ricoveri in terapia intensiva coronarica.

È la presunta truffa scoperta dai finanzieri del Comando provinciale di Catanzaro che, questa mattina, hanno notificato la misura del divieto per 12 mesi di esercitare attività professionali o imprenditoriali a Rosanna Frontera, di 56 anni, e Giuseppe Failla, di 65, rispettivamente legale rappresentante e direttore generale della clinica Villa Sant'Anna di Catanzaro, nota struttura sanitaria nonché centro di riferimento regionale di alta specialità per il trattamento e la cura delle malattie cardiovascolari.

Secondo le indagini, la truffa ruotava attorno al reparto di unità terapia intensiva coronarica (Utic), ufficialmente operante nella clinica ma che in realtà, secondo l'accusa, non è mai entrato in funzione. Sin dal 2013, infatti, la casa di cura era accreditata con il Servizio sanitario alla gestione di posti-letto destinati al trattamento delle patologie cardiache acute. Dalle indagini, secondo la Procura, è emerso "inequivocabilmente", invece, che il reparto non era mai stato concretamente avviato, risultando privo di attrezzature conformi agli standard e del personale medico e paramedico adeguatamente preparato e in numero idoneo a garantire turnazione e assistenza "h24".


https://www.unionesarda.it/articolo/news/italia/2020/10/01/falsi-ricoveri-in-terapia-intensiva-scoperta-una-truffa-da-oltre-137-1065770.html


Nessun commento:

NO CENSURA SOSTIENI LA LIBERA INFORMAZIONE