É un potente veleno e lo mangiamo tutti i giorni: la farina bianca

Attenzione, quello che leggerete potrebbe davvero sorprendervi, ed è probabile che vada ad intaccare delle convinzioni profonde sul cibo che abbiamo sempre avuto e che da sempre ci hanno raccontato. Purtroppo, la tradizione italiana non ci aiuta di certo a cambiare punto di vista. Ecco la verità sulla raffinazione della farina bianca Per farina bianca raffinata, si intende, quella che abitualmente è presente sulle nostre tavole sotto forma di pane
, pasta e dolci. Questo tipo di prodotto industriale, ormai non ha quasi più niente di naturale è stato privato di 2 parti fondamentali del seme del grano: La crusca all’esterno ed il germe all’interno (l’embrione). Una dieta basata principalmente su questo prodotto è la causa principale di malnutrizione, stanchezza, costipazione e altre numerose malattie croniche. Si tratta di un prodotto abbastanza recente, solo negli ultimi 50 – 60 anni è stato introdotto il pane bianco, fino a poco tempo fa esisteva esclusivamente in forma integrale. Tutto questo ha fatto parte del progresso economico e tecnologico che non ha tenuto conto della salute degli esseri umani. L’allossana è una sostanza molto velenosa è stata utilizzata infatti, per produrre il diabete in animali da laboratorio. L’ossido di cloro ha la funzione di allungare la durata di conservazione della farina, ma non è propriamente salutare. Inoltre, nel processo di produzione per la farina bianca, la metà degli acidi grassi insaturi, che sono ad un alto livello di valore alimentare, si perdono nel processo di fresatura e in pratica, tutta la vitamina E è perduta con la rimozione di germe di grano e crusca. Quindi, il pane bianco che si acquista, contiene solo proteine di scarsa qualità e amido modificato. Ma le cattive notizie non sono ancora terminate, per quanto riguarda la perdita di sostanze nutritive. Circa il 50% di tutto il calcio, il 70% di fosforo, l’80% di ferro, il 98% di magnesio, il 75% di manganese, il 50% di potassio, e il 65% del rame vengono distrutti. Se questo non fosse abbastanza grave, circa l’80% di tiamina, il 60% di riboflavina, il 75% di niacina, il 50% di acido pantotenico, e circa il 50% di piridossina sono inoltre persi. Gli zuccheri semplici e i carboidrati raffinati (farina bianca, pasta, lavorati, cibi devitalizzati, etc..) richiedono poco metabolismo ed entrano nel flusso sanguigno rapidamente. Causa: improvviso aumento di zuccheri! Il pancreas, l’organo che regola la quantità di insulina che viene rilasciata nel sangue, è super oberato di lavoro, dall’improvviso aumento di zuccheri. Il risultato di tutto questo è una forte diminuzione della glicemia (entro un’ora), e una conseguente sensazione di letargia, confusione mentale, debolezza e senso falso di appetito! Tutti questi problemi portano una forte acidità, come ben sappiamo, una delle cause principali di ogni malattia. lo zucchero ingerito poi, porta ad un aumento di peso, non solo a causa del suo innaturale contenuto calorico, ma in realtà perché altera il metabolismo! Facciamo un esempio: se due gruppi di persone sono alimentate con lo stesso numero esatto di calorie, ma un gruppo prende le sue calorie dello zucchero e da prodotti raffinati, mentre l’altro gruppo consuma le calorie sotto forma di cereali integrali, frutta e verdure, il primo gruppo aumenta di peso, mentre l’altro no. Questa constatazione ci viene da studi pubblicati da parte del Ministero della Salute degli USA La farina bianca arricchita, in realtà non ha nessun “arricchimento” dal prodotto originale, ma l’inganno e la distruzione della vita di una delle tante creazioni perfette che troviamo in natura. I ratti di laboratorio di solito muoiono in una settimana-dieci giorni, quando vengono sottoposti ad una dieta a farina bianca raffinata. IMPORTANTE! I Falsi cereali integrali: Parliamo dei prodotti che vengono pubblicizzati come cereali integrali, ma che effettivamente in realtà, non lo sono. Possono avere una qualche quantità di cereali integrali all’interno, ma ci possono essere un sacco di altri ingredienti inutili e malsani. Un avvertimento: se il pane è morbido, è molto difficile che sia davvero integrale. Leggi tutti gli ingredienti con cura, nelle etichette dei prodotti che compri. Ricorda, acquista soprattutto cereali integrali in chicchi, ce ne sono di innumerevoli qualità e sono tutti molto buoni. Cerchiamo di limitare il più possibile l’ assunzione di farine bianche, ne va della nostra salute. Fonte: saltoquantico

9 commenti:

Anonimo ha detto...

Io direi di cominciare da te, arcano incantatore, che ne dici ? Anche perchè di sociopatici con problemi esistenzaili ce ne sono fin troppi su questo pianeta malato.

Anonimo ha detto...

Credo sia giunto il momento di discostarsi dai sistemi, tutti i sistemi, per poter attingere agli scampoli di natura ancora rimasti integri. Le nostre generazioni verranno ricordate forse come le ultime che si abbeverarono di acqua non filtrata, si cibarono di alimenti non manipolati e si vestirono con fibre naturali.

Anonimo ha detto...

Il bisogno emergente riconduce a sintesi un organico collegamento interdisciplinare ed una prassi di lavoro di gruppo con criteri non dirigistici, non assumendo mai come implicito nel contesto di un sistema integrato la non classificazione delle risposte.
Il nuovo soggeto sociale privilegia l'accorpamento delle funzioni ed il decentramento decisionale con criteri non dirigistici non assumendo mai come implicito quale sua premessa indispensabile e condizionante le demedicalizzazione del linguaggio.

Anonimo ha detto...

Ma per cortesia...

ogni giorno una disgrazia su questo sito se ne fosse verificata una.
Adesso anche la farina , a quando l insalata porterà al cancro ?

Enkidu ha detto...

per Anonimo, in realta la farina è un polisaccaride dunque uno zucchero, anzi un "poli-zucchero" e lo zucchero, non è un refuso che faccia male. In piu il nostro organismo non processa molto bene la farina bianca perchè privata del germe che è l'elemento che fa riconoscere il resto dell'alimento al nostro organismo.
Prendo tutto con le molle cercando di ragionare sempre con la mia testa e con gli strumenti dell'intelletto in mio possesso.

Anonimo ha detto...

Eh..te scherzaci pure..

Anonimo ha detto...

L’invasione dell’alta tecnologia nei settori biologici e dei nanomateriali è pervasiva ed in gran parte inaccessibile ai sensi e poco comprensibile con la ragione. Non possiamo neanche immaginare di opporci all’ondata nefasta di questa oscurità entropica che avanza, possiamo però ricordare e ravvivare la presenza del buono e del bello in quell’equilibrio armonico della perfezione delle proporzioni che è stato da sempre caratteristica unica della nostra più elevata costituzione atavica.
Saluti.

Stefy ha detto...

Nel 1932 un biologo americano, che ora non ricordo il nome disse " la farina di mais POTREBBE dar problemi di salute per certe persone intellorentati" Attenzione disse che non portava la morte dell'individuo. Questo articolo secondo me è errato in parte. Comunque volete un consiglio? Usate farina integrale.

Anonimo ha detto...

Non capisco perché producono farina bianca allora, dato che lo scarto del germe e della crusca comporta una maggiore lavorazione, una quantità di prodotto inferiore e un prodotto di minore qualità.

IL TUO CONTRIBUTO FA LA DIFFERENZA! CONTRO LA CENSURA SOSTIENI LA LIBERA INFORMAZIONE