Gli ultimi giorni del pianeta Terra


Even though we can’t afford, the sky is over. Anche se non ce lo possiamo permettere, il cielo è sparito. (Serj Tankian, The sky is over)

Disfacimento

E’ proprio necessario riportare fonti e tradurre articoli per dimostrare che, se non accadrà un miracolo, il pianeta e l’umanità sono spacciati? Non occorre elencare i flagelli che stanno colpendo una Terra già fortemente provata da un modello di “sviluppo” aberrante.

Dalle radiazioni di Fukushima alle diuturne, esiziali operazioni di geoingegneria abusiva, dalle contaminazioni di ampie aree a causa dell’uranio impoverito alle discariche ed agli inceneritori che avvelenano l'aria, il suolo e le falde acquifere, dal traffico di rifiuti tossici alla deforestazione, dall’acidificazione degli oceani a causa del rilascio di gas naturale al deterioramento dell’ozonosfera, dall’estinzione di numerose specie viventi all’inquinamento elettromagnetico, è tutto una sequela di disastri da tempo annunciati, invano denunciati.


Gaia sembra ormai una bolgia dantesca. Si respira un’atmosfera da basso impero: il disfacimento, però, a differenza di quanto accadde nel III secolo, non è la ripercussione di un concorso di eventi sfavorevoli, quanto il risultato di un declino programmato in cui le parole d’ordine sono “crisi” e “devastazione”. Sono ferite inferte ad un’umanità sempre più debole e disorientata, blandita solleticando un fatuo narcisismo, una mal intesa e distorta rivendicazione di diritti.
Il gonzo di Firenze

Il sistema agisce per ledere e distruggere, ma sempre mascherando le sue azioni perverse che sono presentate come benefici: una campagna per le vaccinazioni, un’iniziativa per “tutelare” l’ambiente, una raccolta di fondi per compiere ricerche su una “malattia genetica rara”, una legge per combattere la disoccupazione… Ogni intervento, nel mondo orwelliano in cui siamo costretti a sopravvivere, va letto al contrario.

Probabilmente lo scenario più agghiacciante, ma spacciato per mirabolante innovazione a favore dei cittadini, è quello prospettato dal gonzo di Firenze: costui ha anticipato che presto ogni italiano riceverà un codice per consentirgli di gestire tutte le esigenze (rapporti con la pubblica amministrazione, movimenti di denaro, fruizione di servizi, istruzione…). E’ palese l’intento: digitalizzare l’intero spettro delle attività per trasformare gli individui in numeri che possono essere cancellati pigiando un tasto.

Che sia stato un minus habens a preannunciare il marchio, non cambia la sostanza delle cose, giacché ilgiullare tosco è il portavoce di poteri forti, gli stessi poteri che fomentano conflitti in ogni dove, tramano “rivoluzioni”, depredano risorse, massacrano intere etnie. Le loro parole sono di miele, ma il loro cuore è gonfio di fiele. Dai pulpiti, dalle logge, dalle tribune essi proclamano a gran voce di volersi adoperare per la pace, per la libertà e giustizia, ma covano un odio feroce che li sprona a scatenare guerre, a schiacciare i popoli, a prevaricare.

Una via d’uscita

Il cantante statunitense di origini armene, Serj Tankian, nell’epica canzone intitolata “The sky is over” (Il cielo è sparito), grida il suo dolore di fronte ad un mondo dilaniato in cui i carnefici rovinano paesi ed economie, dove la noncuranza della massa impedisce e rinvia la presa di coscienza, il semplice gesto, per dirla con James Hillman, di “guardare in alto”. “Guardare in alto” non significa solo – ed è già pratica auspicabile – volgere gli occhi al firmamento per prendere contezza della sua tragica metamorfosi, ma soprattutto preservare quell’attitudine a vedere oltre le contingenze e la superficie, ad intraprendere un percorso difficile ma significativo verso un riscatto risolutivo. E’ un’attitudine del tutto negata a disinformatori vecchi e nuovi, ai Quisling, ai persecutori a cottimo, ai ciarlatani scientisti. Il loro attuale successo, il loro ignominioso trionfo, conseguito grazie al sostegno dell’establisment e ad una corruzione capillare, è caparra di una disfatta ingloriosa, definitiva.

14 commenti:

RenzoCek ha detto...

Oggi 07-06-2014 ho fatto un sogno ad occhi aperti, ma forse era una meditazione.

Ebbene, c'era una volta ciò che tutti possiamo oggi vedere e di cui non mi va di parlarne, poi un giorno arrivarono non so come, piccole piante un po' ovunque e dove crescevano loro, morivano quelle non benefiche.

All'apparire di quelle piantine molti contadini rimasero turbati perché pensavano di aver perso il loro raccolto, ma quando si avvicinarono ad osservare meglio, videro che c'erano dei frutti a forma di Cuore e di Cervello e si chiedevano cosa significasse, certo non poteva essere per caso, erano molto incuriositi, poi osservando meglio si accorsero che il gambo, i rametti e le foglie erano molto simili alla canapa.

Qualcuno più sensibile intuì subito che dovesse trattarsi di qualcosa venuto dal “Cielo” e volle provare a mangiare uno di quei frutti a forma di Cuore; era un po' aspro perché non ancora maturo, ma si sentì comunque molto meglio, più leggero, sazio, pieno di energia e sopratutto grato al Cielo.

La voce si sparse ovunque, i contadini cominciarono a tranquillizzarsi perché anziché perdere i loro raccolti avevano ora qualcosa che valeva molto di più e nemmeno più si preoccupavano se dalle città la gente affamata veniva e mangiava perché i frutti ricrescevano in pochissimo tempo ed una volta maturi rimanevano tali per lungo tempo, pertanto nessuno più soffriva la fame.

Quelle misteriose piantine apparivano già ad una altezza di 432 mm. per poi crescere fino a 108 cm., cosicché anche i bambini potevano prenderne un frutto, loro però a differenza dei grandi, ringraziavano quella Benedetta piantina e ad ogni ringraziamento ne spuntava subito un'altra.

Dopo un po' di tempo nessuno più andò a lavorare come un tempo, non era necessario, molti si poterono dedicare a qualcosa di creativo adatto alla loro peculiarità, altri si dedicarono allo studio, altri ancora a cantare glorie al Signore Supremo, ognuno insomma poteva fare ciò che desiderava e l'intera società Umana divenne come un'opera d'arte dove ogni elemento era contributo all'intera opera.

Ognuno diventò più rispettoso, tollerante, amorevole verso gli altri e si sentiva fratello di chiunque perché tutti partecipi della stessa misericordia Divina e cominciarono tutti a sviluppare qualità sempre più elevate.

Non c'era bisogno di frigorifero perché le piantine erano sempre verdi e l'inverno era diventato più mite, era insomma un vero Paradiso.

Fu così che in poco tempo finirono governi, banche, religioni ed ogni altra situazione non benefica.
I banchieri scoprirono che mangiando quei preziosi frutti, passava loro la voglia di possesso;
I governanti scoprirono che nessuno più li ascoltava e dovettero adattarsi;
I religiosi scoprirono che ognuno aveva il Divino nel Cuore che funzionava infinitamente meglio dei loro “insegnamenti”.

Fu così che Madre Terra poté finalmente rilassarsi gustando il meraviglioso progresso dei Suoi Amati Figli.

Renzo NuvolHarì

Anonimo ha detto...

Ciao Renzo...
bello il tuo racconto.
Ti faccio una domanda scontata:
hai mai visto il film
"Il Pianeta Verde"?

SamBellamy

Anonimo ha detto...



l'utopia è il seme del futuro..


Comunque aspettiamo gli eventi che sicuramente non mancheranno..anche perchè che vi piaccia o no siamo controllati ma non dai nostri governi!!!

Anonimo ha detto...

Bel film " Il Pianeta verde " molto fantastico.

Anonimo ha detto...

ho sognato che le mie mani vibravano e al loro interno vi era la terra che vorticosamente e senza sosta girava su se stessa salendo come seguendo un asse invisibile magnetico che le permetteva questo moto costante veloce e deciso verso qualcosa di superiore.
I miei occhi e le mani erano fusi nell'universo , mentre osservavo questo meraviglioso moto , una voce proveniva dalle mie mani , avvertivo scossoni forti ma poi qualcuno mi sussurrava soavi parole che ri echeggiavano nel cosmo , e come una ninna nanna Ci cullavano ; era l'amore provieniente dalle preghiere di tutti coloro che credono fermamente e che hanno come priorita' la fratellanza e la compassione..

è stato belissimo ed è durato solo un ora di sonno ♥

Anonimo ha detto...

Io invece ho sognato che ero vestito di marrone. Poi qualcuno ha tirato l'acqua e sono sparito in un vorticoso vortice.....

RenzoCek ha detto...

Ciao SamBellamy, ho visto quel film e l'ho fatto vedere ai familiari.
Finalmente vedo commenti di buon senso ed anche più, Gianni sarà contento.
Continuare ad emettere nell'etere messaggi benevoli con Cuore vibrante di Compassione, visualizzando il risultato finale, con distacco e certezza che sarà come già nel Cuore, produce ed assicura quei risultati.
Avevo scritto molto più, ma quando arriva il momento, c'è sempre qualcosa che va storto, questo è molto incoraggiante perché significa che serve.
Attenzione signori kraker, non pensiate di poter continuare per sempre, preparatevi ad un nuovo impegno prima che sia troppo tardi, questo è il mio consiglio.
Cari saluti a tutti.
Renzo NuvolHarì

RenzoCek ha detto...

Ciao SamBellamy, ho visto quel film e l'ho fatto vedere ai familiari.
Finalmente vedo commenti di buon senso ed anche più, Gianni sarà contento.
Continuare ad emettere nell'etere messaggi benevoli con Cuore vibrante di Compassione, visualizzando il risultato finale, con distacco e certezza che sarà come già nel Cuore, produce ed assicura quei risultati.
Avevo scritto molto più, ma quando arriva il momento, c'è sempre qualcosa che va storto, questo è molto incoraggiante perché significa che serve.
Attenzione signori kraker, non pensiate di poter continuare per sempre, preparatevi ad un nuovo impegno prima che sia troppo tardi, questo è il mio consiglio.
Cari saluti a tutti.
Renzo NuvolHarì

Anonimo ha detto...

Scusa Renzo una curiosità,ma chi è Gianni che nomini spesso,per caso si tratta di Gianni Lannes e se per caso si trattasse di lui,hai la fortuna di conoscerlo personalmente?

Anonimo ha detto...

Ciao Renzo:
non riesco ad avere la tua mail per poter scambiare opinioni.così come ci eravamo prefissati.
Come si potrebbe fare?

SamBellamy

RenzoCek ha detto...

Amico 22.36, gradirei sapere il Nome, non è difficile.
Gianni lannes ovviamente, se avessi visto spesso commenti con Nome Gianni avrei scritto Gianni Lannes, ma per logica il primo a venire alla mente è l'autore del blog che avrà visto purtroppo molti commenti stupidi che Ti fanno venire un pò di malinconia come minimo, per la pochezza d'animo, dopo tanto impegno con tutti i rischi che si corre per informare.
Deve avere un grande Cuore per proseguire nonostante tutto, aiutiamolo con la Nostra Energia e chi può anche in altri modi.
Vi prego Amici, non smettere mai di inviare Energia a tutti per un risveglio, qualche minuto di meditazione per alcune volte al giorno, dovrebbe essere una priorità, poi gli altri seguiranno, statene certi.
Cari saluti a tutti.
Renzo NuvolHarì

Anonimo ha detto...

Scusa Amico, dimenticavo di ricordarmi, non conosco Gianni personalmente.
Renzo

Anonimo ha detto...

Sono 22:36 mi chiamo Alex,ciao.

RenzoCek ha detto...

Scusami Alex, dimenticavo, conosco Gianni solo attraverso questo blog.
Caro Sam, eccomi quà: renzocek@gmail.com
Ho gia dato indicazioni a Persone interessate, in vari modi secondo come mi viene in quel momento, ma ognuno funziona, se fatto con Cuore.
Anch'io lo faccio in modi differenti a seconda dello stato d'animo del momento, ci sono però alcuni fattori che devono esserci sempre, es: Compassione, visualizzazione, fiducia totale come fosse già fatto e distacco dal risultato.
Questi 4 "elementi" sono determinanti e basterebbero se ben utilizzati, è chiaro che il risultato sarà in proporzione a come li viviamo in quel momento di meditazione o intervento.
Gradite prego cari saluti.
Renzo NuvolHarì

CONTRO LA CENSURA SOSTIENI LA LIBERA INFORMAZIONE 

 SEGUICI SENZA CENSURA SU TELEGRAM

 SEGUICI SENZA CENSURA SU TELEGRAM