Rifiuti tossici, Schiavone a Der Spiegel: “Napolitano fece secretare i miei verbali”

In un’intervista al giornale tedesco afferma che fu l’attuale Capo dello Stato italiano, ministro dell’Interno dal ’96 al ’98 nel governo Prodi, a secretare i documenti depositati dal pentito. E fa riferimento a Paolo Berlusconi come capo di un’azienda del nord protagonista dei suoi traffici
schiavone-skytg24-rifiuti-latina
“La mia testimonianza sul traffico di rifiuti tossici è stata secretata da Re Giorgio“. Il
pentito Carmine Schiavone in una lunga intervista al giornale Der Spiegel afferma che fu l’attuale Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, ministro dell’Interno dal ’96 al ’98 nel governo Prodi, a secretare le sue deposizioni sul traffico di rifiuti tossici che tiravano in ballo persino Paolo Berlusconi, fratello del Cavaliere, come capo di un’azienda del nord protagonista dei suoi traffici.

“Tutte le informazioni in mio possesso”, ha detto al giornalista Walter Mayr, “le ho date ai funzionari dell’anti Mafia italiana negli anni ’90. In quei documenti era anche scritto il nome di un’azienda intermediaria basata a Milano, che ha giocato un ruolo importante nel trasferimento dal nord al sud. Ma quella parte della mia testimonianza è stata classificata da Re Giorgio, che era ministro dell’Interno”. E al giornalista che gli chiede chi ci fosse dietro l’azienda di Milano, risponde: “Uno dei soci era Paolo Berlusconi“. Il vice presidente dell’AC Milan e fratello di Silvio Berlusconi, “era davvero parte del commercio mafioso di rifiuti tossici?”, si chiede il cronista. Ma l’articolo ricorda: “Il fratello di Berlusconi ha definito tutto questo una favola”.

Il Der Spiegel individua inoltre i nomi dei quattro personaggi che sulla questione in questo momento vivono maggiori pressioni sul tema: “Alessandro Pansa, che allora era a capo dello Sco (Servizio Centrale operativo) e adesso è Capo della Polizia; Nicola Cavaliere era con la polizia e fu coinvolto nel caso, sempre secondo il pentito, ora è vice capo dell’Aisi; Giorgio Napolitano, che era primo ministro dell’Interno e incaricato dell’indagini. Oggi è il Presidente della Repubblica del Paese; Gennaro Capoluongo che, secondo Schiavone, era a bordo di un elicottero che faceva un tour delle discariche di rifiuti tossici. Oggi è il capo dell’Interpol in Italia;”.


9 commenti:

Anonimo ha detto...

COMPLIMENTI
AL CAPO DELLO STATO E A TUTTI I PERSONAGGI CITATI DA SCHIAVONE !!!!
FINCHè GLI ITALIANI NON SI SVEGLIANO
E DICONO BASTA ....CONTINUERANNO SEMPRE QUESTE COSE ... CHISSà COSA C'è SOTTO CHE NOI NON SAPPIAMO!!!!

VICTORY ha detto...

Sotto sicuramente c'è il sistema delinquenziale che ha padroneggiato (e forse padroneggia ancora)per troppi anni nel nostro paese.

Anonimo ha detto...

CHE SCHIFO!!!
Ma la ruota della vita gira.

Anonimo ha detto...

...e noi li abbiamo anche dato il nostro consenso.....mi riferisco a coloro che vanno ancora a VOTARE....
....baci a tutti........

Anonimo ha detto...

QUESTI SONO CRIMINI CONTRO L'UMANITA'.....e la Magistratura cosa fà?????......arresta NOI al loro posto.....
Complimenti anche alla Magistratura........
CHE SCHIFO DI PAESE ABBIAMO CREATO....
...weee....regà APRIM A CAPA....

Anonimo ha detto...

Schiavone non e' certo persona affidabile, tuttavia, gente tipo napolitano, alfano, letta sono incapaci du gestire anche i bagni pubblici. Non si deve andare a votare, questo e' prendere consapevolezza. Chi vota e' un ritardato mentale, uno stupido, un tifoso di calcio, un carabiniere, poliziotto, finanziere, eccc...ecc.., ma quanti ce ne sono? Non puoi uscire che te li trovi li' a cercare futili motivi per fermarti.

Anonimo ha detto...

Sapete qual è il problema ? E' che siamo fottuti ugualmente……….
Anche se tutti non andassimo più a votare ci fregherebbero lo stesso.
Ci metterebbero un altro Monti o chissà chi altro per continuare i loro piani a loro
piacimento…….
Vie d'uscita non ne vedo.Se votiamo o non votiamo il gioco lo fanno loro…..
Il mio augurio è che il male che stanno facendo a noi gli si ritorca contro a questi scellerati!!!!!!!

Anonimo ha detto...

Bisogna dire basta e non fermarsi sino a quando chi si propone a governare non ha esperienza di palazzo, altrimenti sono tutti uguali, tutte marionette, i fili sempre loro li tirano. Occorre una rivoluzione civile, rivoluzione ma civile.

Anonimo ha detto...

Oltre a tutte le attività incostituzionali e di alto tradimento verso il popolo italiano che tutti conosciamo di Napolitano,ha anche,se notate quando parla,un volto assolutamente inespressivo e privo di sentimento,sembra uno di quei vecchi mummificati capi del politburo della vecchia URSS che venivano tenuti artificialmente in piedi a parlare,anche se magari erano appena deceduti.

Post più popolari