Non si fermeranno finche' non sara' tutto distrutto

 




11/10/2020 - di Giancarlo Buonofiglio

Non si fermeranno finché vedranno un sorriso, un volto sereno, una saracinesca alzata, qualcuno che lavora. Non si fermeranno finché tutti non avranno il marchio dell'oppressione sulla faccia o inciso nella pelle, fino a quando ci sarà un bimbo che gioca o qualcuno che fa l'amore. Questi qua non si fermano finché l'ultimo dei disperati avrà due spicci in tasca, un po' di salute e nel petto una manciata d'amore e sete di libertà.

Non si fermeranno fino a quando l'ultima voce avrà smesso di protestare, denunciare, opporsi. Finché non avranno distrutto ogni cosa e abbattuto l'ultimo albero di dignità.

Finché sorgerà il sole non si fermeranno, perché sono malati di onnipotenza. Vogliono la lotta tra il bene e il male e il male siamo noi.

Con le nostre vite comuni, una famiglia, dei figli, una casa, un lavoro.

I governi ci hanno venduti e consegnati ai carnefici, che da sempre fanno solo una cosa. Ma questi sono peggio. Vivono in una delirante dimensione apocalittica e si preparano alla fine dei tempi. Nella guerra al Dio dei popoli non possono che sacrificare le vittime e lo fanno e lo faranno con la ferocia di un potere che disprezza tutto quello che è amore e vita.

La nostra civiltà, il vecchio umanesimo che è fatto di affetti, solidarietà, comunanza, di leggi che tutelano la dignità umana.

Non parlano mai a cazzo questi del governo. Quando Conte annuncia il nuovo umanesimo ("dovete abituarvi a una nuova normalità") prendete seriamente le sue parole.

Perché lo sta facendo e lo fa. Certo del fatto che finché il popolo dorme nessuno li fermerà e non si fermeranno

3 commenti:

Anonimo ha detto...

Andate a visitare il sito di questo tizio e poi ne riparliamo!A me sembra un delirio totale.

Anonimo ha detto...

A me sembra invece di in visionarie a tre D. Ha visto bene

Lalalala ha detto...

E un imbecille come tanti

SOSTIENI LA LIBERA INFORMAZIONE