7 novembre 2016

FORTE TERREMOTO NEGLI STATI UNITI,SOTTO ACCUSA IL FRACKING

Una forte scossa di terremoto di magnitudo 5.3 della scala Richter ha colpito lo stato dell'Oklahoma provocando il crollo di muri e cornicioni in diverse zone.Ad essere sotto accusa la tecnica del Fracking che in questi anni in Oklahoma ha devastato il sottosuolo svuotandolo letteralmente.

2 commenti:

Anonimo ha detto...

Immagino che perforare il terreno molto in profondità e spararci dentro un botto d'acqua insieme a parecchie sostanze chimiche( mi pare anche infiammabili,correggetemi se sbaglio) per delle detonazioni alquanto paurose,non faccia troppo bene!!!!!o no???

Anonimo ha detto...

nessuna detonazione, nel fracking viene inserito un liquido viscoso non infiammabile, questo liquido fa si che le crepe effettuate col fracking per far fuoriuscire petrolio non si chiudano.Nessuna detonazione e nessun liquido infiammabile, ma si crede che il fracking ad alte profondità possa causare azioni nelle zone di faglia, cosa che sarebbe non errata se ci si pensa, in quanto il foro andrebbe a smuovere le forze.

SEGUITECI SU FACEBOOK!!!