NO CENSURA SOSTIENI LA LIBERA INFORMAZIONE

Ebola, 11 soldati americani in quarantena nella base di Vicenza

I militari dovranno rimanere nella base militare americana di Vicenza per 21 giorni, senza possibilità di contatto con la famiglie In isolamento in Italia un gruppo di soldati americani di rientro dalla Liberia, riferiscono Cnn e Cbs News.
La Liberia è uno dei Paesi africani più colpiti dall'epidemia legata al temuto virus dell'Ebola.
I militari statunitensi dovranno rimanere nella base militare americana di Vicenza per 21 giorni, dove saranno monitorati, senza possibilità di contatto con la famiglie. Il Pentagono sostiene che si tratta soltanto di una precauzione. Un bimbo di 5 anni è stato messo in osservazione al Bellevue Hospital di New York per sintomi che ricordano quelli dell'ebola. Secondo l'emittente Abc, il piccolo - che è tornato dalla Guinea sabato e aveva 39 di febbre - è stato messo in isolamento ma non è ancora stato sottoposto ai test e non è in quarantena. Secondo il New York Post il bimbo vomitava ed è stato trasportato da casa sua nel Bronx in ospedale dai servizi di emergenza. Per far fronte all'epidemia di ebola "devono essere mobilitati 40.000 esperti" nel piu' breve tempo possibile. E' l'appello lanciato da Christos Stylianides, neo-designato coordinatore Ue per la lotta all'ebola, parlando durante la sua prima conferenza stampa dopo la nomina della settimana scorsa. Stylianides ha sottolineato che gli esperti che si recheranno nella regione "devono ottenere garanzia che saranno evacuati in caso di necessita'." Il coordinatore ha insistito che "lavorerà con gli Stati membri per organizzare le operazioni di evacuazione" del personale europeo potenzialmente affetto dalla malattia. Stylianides ha ribadito che i rischi di ebola "sono stati sottostimati" dalla comunità internazionale, e che l'epidemia "rischia di estendersi ben oltre l'Africa Occidentale" se non si agisce presto e in modo efficace e coordinato. Funzionari della Commissione europea spiegano che "non tutti i 40.000 nuovi lavoratori devono essere necessariamente internazionali". Se riuscissimo a raggiungere la cifra di 5.000 esperti europei sarebbe un gran risultato," spiega un funzionario. Tuttavia, vista la carenza di personale addestrato nei paesi colpiti dall'epidemia, gli esperti sanitari locali "dovranno essere formati molto rapidamente," spiega l'alto funzionario Ue. La cifra di 40.000 esperti addizionali deriva dalla necessità di mettere a disposizione in Liberia, Guinea e Sierra Leone un numero di "5.000 letti in più" nei prossimi due mesi. "Per ogni letto servono 8 esperti," spiega il funzionario. (Affaritaliani.it )

21 commenti:

Anonimo ha detto...

Li hanno mandati a Vicenza per infettare anche l'Italia? Governo italiano leccaculo degli Usa. Ma quand'è che ci togliamo gli Usa, la NATO e l'UE fuori dalle palle?

Anonimo ha detto...

Quando il mondo non avrà più persone come te che scrivono commenti senza logica, quindi la vedo dura!

Kalsifer ha detto...

Al di là dei soliti "giochini" complottistici che conducono solo a sterili litigi, l'impressione è che, riguardo a Ebola, si stia perdendo il controllo della situazione. Durante le feste di Natale, molta gente si recherà in viaggio per trovare parenti e amici e questo potrebbe complicare parecchio le cose, favorendo il trasporto del Virus. Senza contare che eventuali sintomi potrebbero essere confusi (almeno inizialmente) con quelli di una influenza stagionale. Chi lavora nel settore della Sanità sarà più esposto al rischio di contagio, ma eventuali "untori" potrebbero accedere a Centri Commerciali o luoghi densamente trafficati. Chi è di dovere dovrebbe prendere seri provvedimenti, con queste cose non si scherza!

Anonimo ha detto...

perchè fare scalo in italia? la cosa non mi piace

Anonimo ha detto...

Ma vi rendete conto che fa più vittime la diarrea che l'Ebufala?
E stanno alimentando la psicosi in tutti i modi, non ci sarà nessuna pandemia mondiale, vogliono solo spaventare per introdurre i vaccini e nuove regole dittatoriali per controllarci.
Inoltre è anche un buon pretesto per fare valutazioni della psicologia delle masse, uno studio di prova per vedere qual'è la reazione della gente del mondo cosiddetto civilizzato.

Cerchiamo di ragionare, il cervello a volte ci fa pensare cose assurde, ma poi è la realtà dei fatti a parlare.

Un saluto a tutti voi.

Anonimo ha detto...

@ Anonimo del 28 ottobre 2014 15:34: vatti un pò a leggere i racconti di chi è stato in Sierra Leone, poi vediamo se continui a pensarla così.

Anonimo ha detto...

Non c'è dubbio, che l'ebola non è nato (questa volta) così, ma c'è sicuramente lo zampino dei soliti (ig)noti.

Sono d'accordo perfettamente anonimo delle 15:34, con il primo anonimo e con il fatto che è stato introdotto in sierra leone perché giustifica molte cose. Creato in laboratorio come arma psicologica e fisica, è utilissimo a chi di dovere per svolgere la meglio il loro compito. F.

Anonimo ha detto...

Gentile Anonimo delle 16:16, io non nego l'esistenza dell'Ebola, bensì condanno l'allarmismo mediatico che ne è stato fatto in occidente.

Non avere paura, non ci sarà nessuna ecatombe.

Ho studiato con attenzione la vicenda, vatti a leggere tu che cosa stanno diffondendo in realtà con la scusa degli aiuti umanitari, e cosa stanno iniziando a fare i militari, e quanto sono ricche di risorse inutilizzate quei territori, guarda caso proprio nel momento pieno della crisi del petrodollaro.

Un saluto a te.

Anonimo ha detto...

L'occasione - o meglio la scusa - giusta per infettare il Bel Paese, altrimenti non ai spiega perche' non stiano in quarantena a casa propria, dove si credono (poveri illusi) all'avanguardia in tutto!

Anonimo ha detto...

X Anonimo 28/10 h . 15.34
C'è una differenza tra le due cose.
La diarrea la curi anche se pandemica, ..l'Ebola non lo curi e non guarisci se non con una buona dose di fortuna e se diventa pandemico fà un massacro.!

Anonimo ha detto...

Più che di 11 militari mi preoccuperei dei migliaia di profughi che sbarcano giornalmente. Non mi stupirei se ci fossero già stati casi tenuti nell ombra per evitare rivolte popolari. Il giorno che salterà fuori un infetto in qualche centro accoglienza sarà meglio che si muovano a rimetterli in viaggio verso casa

Anonimo ha detto...

Quindi ebola nasce in Africa?
Pero' sapra' chi infettare?
Fara' distinzione?

Anonimo ha detto...

Fuori gli Usa dall'Italia hai capito 8:35 finchè ci sarà gente come te continueremo a prenderlo in quel posto dagli Usa. 8:35 se ti piacciono tanto vai a vivere negli Usa.

Anonimo ha detto...

Io amo il mio prossimo per questo motivo odio i prepotenti come gli Usa (inteso come potenza politico militare imperialista e non come popolo) e tu 8:35 che valori morali hai? Ti degnerai di rispondermi? Tu auguri al tuo prossimo di sparire dal mondo come hai fatto con il primo commentatore solo perchè quello che ha detto non coincide con le tue idee, ma tu come la pensi visto che nel tuo sproloquio delle 8:35 non hai espresso nessuna idea?

Anonimo ha detto...

Sono perfettamente d accordo.. purtroppo l ignoranza è una brutta bestia

Anonimo ha detto...

Vicenza= base egf
Italia= piena di basi americane piu all avanguardia dell intero scarpone
xke aggravare le condizioni di 11 persone con un viaggio lungo ed estenuante quando in un ora e mezza sono qui??
Smettetela di sparare puttanate grazie

Anonimo ha detto...

Dovrebbero mandar giu i caproni come te che nn riescono neanche a capire che gli infetti nn sopporterebbero un viaggio del genere

Anonimo ha detto...

Dovrebbero mandar giu i caproni come te che nn riescono neanche a capire che gli infetti nn sopporterebbero un viaggio del genere

Anonimo ha detto...

È per gente come te che lo prendiamo nel culo.. sai solo dire usa fuori dal italia ma nn hai neanche la minima idea ne su come fare ne sulle varie alternative.. per non parlare. Delle conseguenze.. molti morti ed una nazione che diventerà come il burundi(senza offesa x il burundi)

Anonimo ha detto...

Dal contagio alla comparsa dei primi sintomi passa del tempo...
La capra è un animale simpatico e non offende nessuno

Anonimo ha detto...

Infatti,un milione di volte meglio le capre dei leccaculo sionisti degli Yankee e purtroppo l'italia ne è piena di questa gente

NO CENSURA SOSTIENI LA LIBERA INFORMAZIONE