31 dicembre 2013

Terremoto 31 dicembre 2013: scossa nelle Marche e in Sicilia

31 dicembre 2013 - La terra ha tremato nelle Marche, in particolare in provincia di Ascoli. La scossa, di magnitudo 3.2, è stata avvertita all’1:30, anche in provincia di Macerata. Secondo i rilevamenti dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia, il sisma ha avuto il suo ipocentro a 31,9 chilometri di profondità e l’epicentro in prossimità dei comuni ascolani di Falerone, Grottazzolina, Massa Fermana e Ortezzano, e dei comuni maceratesi di Monte San Martino e Penna San Giovanni.


Dopo la prima scossa, sono seguite tre repliche di magnitudo compresa tra 2.1 e 2.2 gradi Richter, rispettivamente all’1:36, alle 2:07 e alle 2:13. Al momento, la Protezione civile non ha segnalato danni a persone o cose, ma sono in corso comunque le verifiche di rito. Quello nelle Marche non è stato l’unico terremoto segnalato in Italia alla vigilia della fine del 2013.
Questa mattina, alle 7:44, infatti, una scossa di magnitudo 3.3 è stata avvertita nel distretto sismico del Tirreno meridionale, al largo delle province di Palermo e Trapani. Gli strumenti dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia lo hanno posizionato a una profondità di 9,5 chilometri. Anche in questo, non sono stati segnalati danni a cose o persone.

Altra scossa, in mare, alle 2:43, nell’area dei golfi di Piatti e di Milazzo. A un profondità di 119 chilometri e di magnitudo 2.7. Fortunatamente, nessuna conseguenza per gli abitanti della zona. Il sisma è avvenuto infatti molto in profondità e quindi è stato appena avvertito.

http://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/508255/terremoto-31-dicembre-2013-scossa-nelle-marche-e-in-sicilia

1 commento:

Anonimo ha detto...

per carita' l'errore ci sta tutto.

sono giusto un paio d'anni che Fermo fa provincia.

quei comuni dell'ascolano sono comuni del fermano.

Post più popolari

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...