SCIE CHIMICHE: L'INQUINAMENTO DELL'ARIA E' CANCEROGENO. PROVE SCIENTIFICHE IARC


14 dic 2013 - A cura del Kollettivo 1 - Il rapporto dell'Agenzia internazionale per la ricerca sul cancro (International Agency for Research on Cancer) è giunto alla precisa conclusione che l’aria può veicolare sostanze cancerogene in micro particelle e ha messo fine alla depistante diatriba sul nesso causa/effetto. "Ora sappiamo che l'inquinamento dell'aria esterna non è solo un grave rischio per la salute in generale, ma anche una causa ambientale di decessi per cancro", spiega Kurt Straif, capo della sezione Monografie IARC,
 “In passato il programma ha valutato molte sostanze chimiche e miscele specifiche che verificano inquinamento dell'aria esterna. Ma questa è la prima volta che gli esperti hanno classificato l'inquinamento dell'aria esterna come causa di cancro”.

Si ufficializza scientificamente e si sancisce l’alta cancerogenicità delle polveri sottili e sottilissime che inquinano l'aria che respiriamo ogni giorno, inquinata dall'aerosoterapia bellica della Nato, grazie alla connivenza del governo italiano e dell'aeronautica militare tricolore. Tutti i responsabili in divisa o alta uniforme e doppiopetto istituzionale dovranno rispondere di strage e concorso in strage, alla stregua dei negazionisti come Matteo Renzi, attuale segretario del Pd.





2 commenti:

Anonimo ha detto...

IARC non parla di scie chimiche!! Un po' di onestà intellettuale no, eh?

Rosa

Caiusbe ha detto...

La scienza ufficiale è da 30 anni che lo dice. Ma chi s'informa sul web non lo sa.

Post più popolari