Raid su striscia di Gaza, muore bimba 4 anni

26 dic 2013 - Una nuova vampata di violenze si e' verificata fra Gaza ed Israele dopo che un cecchino palestinese, membro di un gruppo armato radicale, ha oggi ucciso con un proiettile al petto un civile israeliano che lavorava a ridosso dei recinti di confine. Si e' trattato del terzo attentato palestinese nelle ultime 72 ore e la reazione di Israele e' stata irruente. L' aviazione e' entrata immediatamente in azione colpendo a piu' ondate una decina di obiettivi di Hamas e della Jihad islamica.

Anche l'artiglieria e i carri armati israeliani hanno aperto il fuoco verso localita' di Gaza. Fra le vittime, nella zona centrale della Striscia, una bambina palestinese di 4 anni, mentre i suoi fratellini sono rimasti feriti. Secondo la stampa locale, anche un giovane e' rimasto ucciso dal fuoco israeliano mentre lavorava nei campi a nord di Gaza. La direzione di Hamas e' stata convocata in consultazioni urgenti ''per far fronte - e' stato spiegato - all' aggressione''. Il governo israeliano da parte sua accusa Hamas di aver destabilizzato la situazione. Nel Neghev vengono intanto adottate misure di sicurezza nel timore che nella nottata da Gaza vengano sparati razzi verso Israele. Secondo quanto si apprende sarebbero in corso contatti tra Hamas e l'Egitto per cercare di evitare un'escalation di violenza

.http://www.controlacrisi.org/notizia/Conflitti/2013/12/24/38746-raid-su-striscia-di-gaza-muore-bimba-4-anni/

1 commento:

Anonimo ha detto...

Mi auguro che non venga preso come un vanto, ammazzare bimbi.
Le armi sono intelligenti, gli uomini...deficienti.

Post più popolari