Terrore nella notte nelle Marche: scossa di terremoto in mare di magnitudo 4.9

ANCONA - Paura la notte scorsa nelle Marche per una forte scossa di terremoto di magnitudo 4.9 registrata davanti le coste delle province di Ancona e Macerata. Molte persone si sono riversate in strada. Al momento non vengono comunque segnalati particolari danni. Il sisma è stato avvertito fino in Abruzzo. La scossa è avvenuta alle 3:32, stesso orario del sisma che il 6 aprile 2009 devastò l'Aquila. Alle 5:07 una replica di magnitudo 4 e poi una serie di scosse minori, almeno5, di assestamento fino alle 8.
L'epicentro nella zona del monte Conero a 10 chilometri ad est di Numana, in mare, nello stesso tratto di costa interessato da giorni da uno sciame sismico, tra Sirolo, Numana, Loreto e Porto Recanati. Il terremoto è stato avvertito lungo tutta la costa, fino a Pescara.. Il terremoto è stato in particolare sentito con forza ad Ancona, dove la gente si è riversata in strada e lungo tutto il litorale sud, fino a Pescara.  Molti hanno dormito in auto. Fermati precauzionalmente anche i treni. I vigili del fuoco registrano centinaia di chiamate, ma nessun danno a cose o persone. Il 118 ha eseguito alcuni soccorsi a persone colpite da malore per la paura. Allertata la Protezione civile delle Marche.
Il capo della Protezione civile marchigiana Roberto Oreficini ha convocato una riunione organizzativa per fare il punto della situazione. Per il momento non sono state attivate le sale operative comunali, ma «il sistema resta in allerta», ha detto Oreficini. La Protezione civile conferma che non ci sono per il momento danni a persone o cose; i Vigili del fuoco non hanno ricevuto chiamate di soccorso, ma solo decine e decine di telefonate di persone in preda al panico. Andrà valutato nelle prossime ore anche l'eventuale impatto sul turismo.
 I vigili del fuoco stanno effettuando verifiche di stabilità all'Hotel House di Porto Recanati (Macerata), un grattacielo di 16 piani dove la percezione del sisma è amplificata dall'altezza. Sinora non sono stati riscontrati cedimenti. Molte le telefonate al 118 (ma nessun intervento) per crisi di panico. Telefonate ai vigili del fuoco e alla protezione civile regionale per avere informazioni anche da parte di turisti che erano in partenza per le Marche per le vacanze.

2 commenti:

Anonimo ha detto...

TRA NON MOLTO VIENE UN SISMA IN QUESTO PAESE DA FAR SALTARE I DENTI ANCHE DEI MORTI NELLE CASSE AL CAMPOSANTO!!!

Anonimo ha detto...

Lannes ha ragione al 110%

Post più popolari