Russia: leader nazionalista, non erano meteoriti ma test armi Usa!

(AGI) - Mosca, 15 feb. - Ma quale meteorite, le palle di fuoco e la pioggia di cristalli che sono caduti sulla regione russa di Cheliabynsk sono conseguenza di test militari compiuti dagli americani. Ne e' convinto il deputato nazionalista russo Vladimir Zhirinovsky,
che ha smentito fermamente la tesi dell'eccezionale fenomeno atmosferico. "Questa non sono meteore che cadono, sono gli americani che testano nuovi armamenti", ha pubblicamente affermato il leader del Partito liberal-democratico russo, secondo quanto riportato dall'agenzia Ria Novosti. "Se qualcosa cade, e' opera dell'uomo. Sono guerrafondai e provocatori", ha aggiunto. Da parte sua, il presidente Vladimir Putin ha immediatamente ordinato al ministro delle Situazioni di Emergenza, Vladimir Puchkov, di dare assistenza alle persone colpite dalla pioggia di cristalli, invitando a fare una stima dei danni, in particolare alla rete infrastrutturale e delle comunicazioni. L'inquilino del Cremlino ha poi invitato a studiare l'incidente avvenuto, perche' i risultati potrebbero aiutare gli specialisti a "sviluppare un sistema di allerta per simili disastri".

SEGUITECI SU FACEBOOK!!!

3 commenti:

Anonimo ha detto...

Salve, le ipotesi potrebbero essere due la 1^ quello che è successo sarebbe meteoriti dall'asterno. La 2^ se è vero quello che dice questa persona, questa sollecita i russi al riarmo e alla ricerca di armi sempre più sofisticate. Sempre più soldi agli armamenti e meno soldi alla Popolazione del Pianeta.

Anonimo ha detto...

Un ufo ha impattato l'asteroide evitando la distruzione di intere città..ci dicono che è stato un intento a militare a provocare questo disastro distogliendo l'attenzione dalla verità occhio!!

Anonimo ha detto...

Ipotesi suggestiva ma le fonti?

 SEGUICI SENZA CENSURA SU TELEGRAM

 SEGUICI SENZA CENSURA SU TELEGRAM