Mezza Italia sotto una cappa pestifera ed asfissiante mai vista prima d'ora

25/06/2021 - Ormai sono tre giorni che non vediamo il sole ed il cielo azzurro,stiamo vivendo sotto una cappa pestifera ed asfissiante mai vista prima d'ora. Dal nord Africa in modo incessante una scia gigantesca di nubi grigiaste transita ininterrottamente dal deserto algerino e risale verso l'Italia in direzione nord est. Risultato? 


Cielo binacastro e lattiginoso dal quale non filtra nemmeno un raggio di sole ed un caldo asfissiante che mette a dura prova i nostri organismi. 


A questo poi si aggiunge la solita attivita' di aviodipersione dei soliti aerei che con puntuale attivita' bloccano qualunque tipo di precipitazione che darebbe sollievo. Ed invece nonostante questo tsunami di aria calda ed umida risalente dal continente africano nemmeno una goccia di pioggia...

Ora che i livelli di nanoparticelle PM10 schizzeranno alle stelle cominceranno a vietare il transito dei vecchi veicoli. Una manovra per accelerare la riconversione green del parco auto in Italia e mettere fuori legge il vecchio.

2 commenti:

Dissento dunque sono ha detto...

Dal 1900 ad oggi sono 174 i brevetti depositati per l'INSEMINAZIONE delle nuvole......fate voi ,se ancora credere al cambiamento climatico o a l uomo smanioso di manipolare la natura per il suo misero tornaconto.svegliatevi Italioni svegliatevi!!

Anonimo ha detto...

Ma i cambiamenti climatici ci son sempre stati. Basti pensare alle ere glaciali. Adesso ad elementi naturali e periodici ci si aggiunge la mano dell'uomo con l'inquinamento.

 SEGUICI SENZA CENSURA SU TELEGRAM

 SEGUICI SENZA CENSURA SU TELEGRAM