Anche la scienza si ribella! Palù: "95% positivi è asintomatico, no a chiusura totale"

24/10/2020 - ''Parliamo di 'casi', intendendo le persone positive al tampone. Fra questi, il 95 per cento non ha sintomi e quindi non si può definire malato, punto primo.
Punto secondo: è certo che queste persone sono state contagiate, cioè sono venuti a contatto con il virus, ma non è detto che siano contagiose, cioè che possano trasmettere il virus ad altri. Potrebbero farlo se avessero una carica virale alta, ma al momento, con i test a disposizione, non è possibile stabilirlo in tempi utili per evitare i contagi''. Lo sottolinea in un'intervista al Corriere della Sera il virologo Giorgio Palù, professore emerito dell’Università di Padova e past-president della Società italiana ed europea di Virologia.



''Quello che veramente conta è sapere quante persone arrivano in terapia intensiva: è questo numero che dà la reale dimensione della gravità della situazione -aggiunge-. In ogni caso questo virus ha una letalità relativamente bassa, può uccidere, ma non è la peste''.

Al lockdown ''sono contrario come cittadino perché sarebbe un suicidio per la nostra economia; come scienziato perché penalizzerebbe l’educazione dei giovani, che sono il nostro futuro, e come medico perché vorrebbe dire che malati, affetti da altre patologie, specialmente tumori, non avrebbero accesso alle cure. Tutto questo a fronte di una malattia, la Covid-19, che, tutto sommato ha una bassa letalità. Cioè non è così mortale. Dobbiamo porre un freno a questa isteria''.

6 commenti:

Anonimo ha detto...

Palù inizialmente asseriva che "è comprovato che gli asintomatici non sono contagiosi",poi,un altro virologo disse che cmq potrebbero avere una carica virale alta...ora anche lui lo dice....ma insomma!In ogni caso gli asintomatici potrebbero contagiare e mi pare che questo articolo non asserisca il contrario,anzi,quindi,perchè dire no al lockdown???secondo me è molto grave che Palù disse che gli asintomatici non erano contagiosi e che c'erano le prove e ora dice il contrario...e se si stesse zitto non sarebbe meglio?

Anonimo ha detto...

Temo che con questo virus se tale é , nessuno capisce più nulla é stato detto tutto ed il contrario di tutto, senza dimenticare il comportamento anomalo della malattia che per me virus non é....ma qualcos'altro...conferma trova nelle affermazioni iniziali degli scienziati e quelle di adesso.

OLga ha detto...

mi pare che ha cambiato idea,capisco che è un virus nuovo ma se non si sa è meglio stare zitti.

Anonimo ha detto...

Fatevi una domanda: come mai in cina hanno risolto la situazione in breve tempo e non c'e' alcuna altra ondata? La spiegazione plausibile e' un a sola: hanno risolto perche' sanno bene da dove e' venuto fuori il virus!

Anonimo ha detto...

"Casi di tampone positivo senza sintomi,per cui non si può dire che sono malati" ma come è possibile dire queste cose?Gli asintomatici,anche se ci sono pochi dati per dire quanto possano essere pericolosi,hanno cmq una CARICA VIRALE!!!le eventuali contraddizioni dei virologi sta nel fatto che è un virus nuovo,da studiare e che non si è sicuri di come si comporti,che c'è di strano in questo?è a causa di quelli che hanno sottovalutato e negato il problema,andando in giro e in vacanza che ora stiamo peggio.

Anonimo ha detto...

Se è vero che i morti sono già più di un milione e non se ne vede la fine e visto e considerato che mentre le economie mondiali vacillano la Cina è l'unica che va alla grande ciò mi fa propendere per l'idea che sia stato un attacco intenzionale deliberato da parte del Comitato Centrale del Partito Comunista Cinese ed è quindi da annoverare tra l'ennesimo crimine contro l'umanità di questa mostruosa ideologia nemica dell'umanità.

SOSTIENI LA LIBERA INFORMAZIONE