Stati Uniti a Fuoco! Le proteste si stanno espandendo a macchia d'olio

01/06/2020 - Dopo la presunta morte del ragazzo di colore George Floyd ,soffocato dalla Polizia durante l'arresto,le proteste si stanno espandendo a macchia d'olio in tutti gli Stati Uniti.

La scintilla e' scoccata al momento giusto,la crisi del coronavirus in poche settimane degli USA ha gia' provocato milioni di disoccupati e scontento tra la popolazione.La situazione e' veramente esplosiva.

Ma sembra che dietro questi tumulti ci sia una mano occulta che sta sobillando la popolazione alla rivolta contro l'amministrazione Trump.


18 commenti:

Anonimo ha detto...

Se osservate bene sono più i bianchi che protestano e fanno casini rispetto ai neri eppure dovrebbe essere il contrario. I neri in generale stanno manifestando in maniera più pacifica mentre i bianchi che si aggregano a loro e li sobillano sono quelli più violenti e incitano anche i neri alle violenze insieme a loro. Questo si spiega con la presenza tra i manifestanti degli "Antifa" che finalmente il governo Usa si è deciso a considerare come gruppo terrorista e spero venga perseguito e combattuto così come avviene alla stessa maniera di Isis e Al Quaeda. Anche in Europa,particolarmente in Italia,Spagna e Grecia ne abbiamo molta di questa infame teppaglia terroristica che odia il proprio stesso popolo e la propria stessa nazione e io sarei pienamente d'accordo se venissero colpiti dagli Usa nella maniera più dura possibile anche con attacchi mortali mirati ed anche sul suolo del nostro territorio così come già avviene da anni contro i terroristi islamici.

Anonimo ha detto...

Guardate bene la manifestazione di New York SONO TUTTI BIANCHI quelli che protestano,non si vede neanche un nero.

Anonimo ha detto...

La rivolta, si dovrebbe espandere in tutto il pianeta, per distruggere tutti i sistemi maledetti attualmente esistenti. La vera democrazia libera non c'e' mai stata da nessuna parte! Tutti i poteri sono violenti, fasulli e corrotti!!!! Ma che crollino tutti!!!

Anonimo ha detto...

Sveglia non è una protesta contro il sistema ma con la scusa dell'antirazzismo i Democratici Usa hanno infiltrato le loro truppe cammellate tra i manifestanti per creare disordini mettere in difficoltà Trump e favorire Biden alle prossime elezioni. Nessuna protesta di massa parte mai veramente dal basso ma è sempre di solito pilotata dall'alto per dei precisi scopi che nulla hanno a che vedere con il bene del popolo.

Anonimo ha detto...

Chiunque lotti contro i poteri e i sistemi del mondo, dovunque e comunque e sotto qualsiasi forma...fa un' opera santa!!!

Anonimo ha detto...

Tanti paroloni per non osservare il vero problema,che è il fatto grave che è accaduto:i poliziotti la devono piantare una buona volta di ammazzare chi devono arrestare o è arrestato!i governi non hanno mai fatto nulla per contenere questo scempio e la gente si è incacchiata sempre di più!!!non è la prima volta che scoppia la rivolta in America per lo stesso evento!(il commento "nessuna protesta parte mai veramente dal basso"...qui in Italia non parte di sicuro!in altri paesi eccome caro lei!)è un abuso che deve finire!anche qui hanno ammazzato ragazzi con le botte come Cucchi,Aldovrandi,ecc e il governo tace!!!è questo che fa incazzare la gente!(certo non qui dove solo la sorella di Cucchi ha fatto casino per anni,per Aldovrandi invece,la mammina accettò un risarcimento o una cosa del genere)...e che vuol dire che a manifestare ci siano più bianchi?forse non sapete che in America è stato già accertato che questo succede in egual misura e anche di più,anche ai bianchi?e poi lì mica sono razzisti come qui che subito si va a vedere se ci sono più bianchi,neri,gialli,rossi,verde oliva o fucsia!!!e che c'entra?punta la luna e guarda il dito,roba da matti!"la democrazia non è mai esistita"...mamma mia!

Anonimo ha detto...

Infatti la democrazia non è mai esistita e le rivolte sono sempre guidate in modo occulto dall'alto non partono mai dal basso. Comunque se qualcuno vuole crederci che le rivoluzioni siano tutte spontanee e partenti dal popolo che ci creda pure poi rimarrà deluso come sono sempre rimasti delusi quelli che ci credevano veramente ed erano in buona fede e hanno visto i loro ideali traditi quando le rivoluzioni per cui hanno combattuto sono andate al potere.

Anonimo ha detto...

Sono tutti i sistemi di questo mondo che devono finire! Qualcosa di nuovo deve e dovra'venire da altrove!

Anonimo ha detto...

Sì,allora quando per esempio ci fu la rivolta degli operai per il diritto al lavoro non schiavizzante o per un giusto salario o per un giusto numero di ore,tutte lotte poi vinte,quella rivolta partì dall'alto???non mi pare!se vuoi sapere la differenza tra democrazia e tirannia,forse è il caso che ti documenti sulla Corea del Nord!!!

Anonimo ha detto...

Se fosse stato Obama il presidente e un poliziotto avesse ucciso un nero senza motivo pensate che sarebbero scoppiati tutti questi disordini? Perché questa cosa è successa anche sotto la presidenza Obama e non c'è stata nessuna reazione popolare di massa quei giorni. Quindi diamoci una risposta onesta e cerchiamo di aprire gli occhi su chi cavalca queste proteste,contro chi sono e chi tendono a favorire.

Anonimo ha detto...

Stanno facendo passare questa storia per una questione razzista quando tra un po sono più i bianchi che vengono trattati così dai poliziotti...e lo hanno specificato in un documentario anni fa...il problema è la violenza e l'abuso delle forze dell'ordine e non è la prima volta che in massa ci sono state rivolte per questo.Il nero in questione,poi,non è "stato ucciso senza motivo" ma durante l'arresto,i poliziotti per tenerlo fermo a terra e a testa in giù,gli hanno schiacciato il collo con il ginocchio(è una pratica per loro normale)e lo hanno soffocato.E non è la prima volta.Purtroppo non c'è nessuna dietrologia,è solo un altro caso di un poliziotto imbecille che ha ucciso un arrestato ma ora,in galera ci sta lui e i suoi colleghi,alleluia..e se le proteste non ci fossero state,magari neanche ci andavano!

Anonimo ha detto...

Oltre il complotto e la cospirazione. Si è spinta fin lì Cynthia Brehm, presidente dei repubblicani della contea di Bexar, Stato del Texas. Per lei non è vero niente: l’uccisione di George Floyd durante un fermo di polizia a Minneapolis non sarebbe altro che “una messinscena”, “un evento organizzato” a tavolino per gettare cattiva luce sul presidente americano Donald Trump e danneggiarlo rispetto agli elettori neri. Su Facebook ha enunciato la sua teoria:

“Penso che ci sia almeno la ‘possibilità’ che si sia trattato di un’esecuzione pubblica filmata di un uomo nero da parte di un poliziotto bianco con lo scopo di creare tensioni razziali e aumentare ulteriormente i sentimenti contro lo Stato da parte della gente comune, già psicologicamente traumatizzata dalla paura del Covid-19”, ha scritto Brehm in un post su Facebook che è stato successivamente cancellato.

Anonimo ha detto...

Black Lives Matter sono una pericolosa organizzazione terroristica che andrebbe messa al bando. Purtroppo sta prendendo piede anche in Italia e oggi in molte città italiane migliaia di persone sono scese in strada a manifestare sotto quella sigla.

Anonimo ha detto...

Risulta che negli ultimi anni siano stati uccisi dalla polizia più bianchi che neri,quindi o i neri si sono rotti o i bianchi,fatto sta che il razzismo o la politica non c'entra nulla.Qui il problema è la violenza della polizia e non è l'unico paese dove questo accade.Il fatto che nessuno parli del problema di fondo ma si parli di "organizzazioni",politica o razzismo è preoccupante...quindi per tutti voi è secondario venire soffocati da un ginocchio durante un arresto?complimenti.

Anonimo ha detto...

Ma lo sanno gli inginocchiati chi era Floyd? Era un pregiudicato con reati dalla rapina allo spaccio di stupefacenti, con una fedina penale lunga più della Bibbia! E con soggiorno nelle galere USA per molto tempo.

Anonimo ha detto...

Sarà la procura di Parma a ricostruire la dinamica della morte dell’automobilista Antonio Marotta, di 63 anni, che domenica sera è morto durante un controllo della Stradale a Fidenza. Secondo le prime ricostruzioni della questura, il guidatore sarebbe stato visto al volante senza cintura e lo avrebbero fermato per multarlo. Da un controllo, gli agenti si sarebbero accorti che Marotta era alla seconda infrazione simile nell’arco di un biennio e, quindi, gli avrebbero comunicato che, come prevede il codice della Strada, sarebbe scattata la sospensione della patente. A questo punto, sempre secondo la versione della polizia, «l’uomo avrebbe perso le staffe e sarebbe sceso dal veicolo per scagliarsi contro uno degli agenti che per difendersi lo avrebbero contenuto e immobilizzato a terra ma accortisi del suo pallore in viso hanno chiamato immediatamente i soccorsi».
Sul posto sono arrivati un’ambulanza e un’automedica ma i sanitari del 118 non sono riusciti a rianimarlo. Adesso saranno i pm parmensi a coordinare le indagini per stabilire come è morto Marotta e per questo hanno aperto un fascicolo che, attualmente, non avrebbe ancora indagati.
Secondo un suo familiare, invece, i fatti sarebbero andati in modo diverso. «Non ci spieghiamo come possa essere accaduto un evento del genere — ha spiegato il genero Angelo Pinto all’Ansa — e per noi è tutto riconducibile ai fatti americani». Secondo le testimonianze che Pinto riferisce di avere, «per futili motivi si sono permessi di ammanettarlo, buttarlo a terra e soffocarlo. Un abuso di potere vero e proprio come quello del povero americano ucciso». PER LUI NESSUNE MANIFESTAZIONI DI PROTESTA DI MASSA? Ah già è solo un poveretto sessantatreenne italiano incensurato che aveva commesso il grave crimine di non aver messo la cintura di sicurezza.

Anonimo ha detto...

Però un disinteressato suggerimento ai black matter inginocchiati potrei darlo e pure aggratisse: sostituire l'effige del crocifisso con quella del martire Floyd intento a tentare la rapina pistola in pugno, NEI CONFRONTI DI UNA DONNA INCINTA PURE DI COLORE, per la qual cosa la ferocia degli uomini sulla terra, lo ha condannato a portare la sua croce: 7 ANNI IN GATTABUIA! E per favore non chiamatelo ragazzo di colore ma criminale navigato incallito di colore. D'altronde se non sei un pericoloso farabutto criminale non puoi diventare un idolo della sinistra.

Anonimo ha detto...

Black Lives Matter e' un'organizzazione terroristica che ha cantato l'uccisione di poliziotti e qualcuno ha dato loro retta. Saranno trattati come meritano.

Post più popolari