E FU COSI’ CHE PURE IL POLLINE VENNE FATTO SPARIRE DALLA FACCIA DELLA TERRA…

Aprile 2015, non un “chicco” di polline, non una processionaria, nulla di nulla.  E’ l’anno che segue quel drammatico 2014 in cui non vi fu traccia di estate, lo stesso anno in cui gli agricoltori pugliesi non hanno
che ricavato un gramo 40% delle olive che da secoli e secoli sono usi raccogliere; il copione sta per ripetersi, come ebbi modo di scrivere l’anno scorso (vedi link:http://terrarealtime.blogspot.it/…/niente-estate-in-italia-… e link: http://www.signoraggio.it/niente-estate-hanno-vinto-i-mond…/). Per quelle parole, le quali scuotevano la cognizione popolare, venni ingiustamente attaccato e dileggiato da gente la quale, a rigor di logica, non ha vissuto bene nel 2014 e non vivrà bene nemmeno in futuro, quando anch’essa si ammalerà di cancro com’è quasi inevitabile che accada, ahimè. Ma nonostante ciò, il loro animo servile e sciatto non riesce a consentire loro di comprendere che lo sconvolgimento climatico sta generando danni sempre maggiori a cui metter mano sarà praticamente impossibile. Senza polline nell’aria, non si fecondano le piante e la vegetazione si estingue; e con essa, si estinguono pure tutte quelle specie animali (praticamente tutte) che sono ad essa legate. Non mi pare che ci voglia una preparazione superiore per comprendere una tale ovvietà, eppure, c’è chi – come Angelo Ruggieri e quelli del sito “lavoceacinquestelle” – ancora insiste a gettare acqua sul fuoco. Struzzi, questo sono! Come l’animale africano, essi conficcano il proprio cranio sotto alla sabbia e li lo lasciano, accada quel che accada, per loro va tutto bene così. Anzi, si spingono in spiegazioni e vaniloqui tesi a mettere in ridicolo chi, come me, tenta di mantenere desta l’attenzione del popolo.  Francamente non mi riesce facile capire se questi struzzi siano convinti in buonafede oppure se siano pagati per inquinare la realtà. Proprio non lo riesco a comprendere, proprio mi sfugge quale possa essere il loro tornaconto: se, come è vero che è, è in atto uno stravolgimento climatico, cosa ne possono trarre costoro nel negarlo? Forse non tutte le persone lo sanno, ma se per disgrazia dovessero scomparire (come già sta accadendo in più parti nel mondo – Italia compresa come mi è stato confermato da un disperato ed avvilitissimo apicoltore dell’alto Lazio non più di due settimane fa) le api dalla faccia del pianeta Terra, dopo un massimo di 4 anni, scompariremmo pure noi esseri umani. La scomparsa del polline è un allarme di quelli tremendi. Certo, lo so: tra qualche ora o qualche giorno mi dovrà capitare di rivedere il mio nome associato ad accuse assurde sui siti di questi quattro disgraziati. Francamente, me ne frego!  Le chiacchiere stanno a zero: il POLLINE è l’equivalente dello SPERMA; è il SEME del Pianeta Terra: se lo blocchi, nulla può nascere. Fine della lezione di scienze! La risposta ce l’avete voi: dov’è il polline? Dico a voi che magari soffrite di asma ed allergia: avvertite i soliti disagi respiratori che avvertivate negli anni scorsi? Avete onestamente riscontrato i problemi di sempre? Siate, almeno voi, onesti/e!!! NO! Non avete nemmeno i sintomi. Certo, capisco che, sotto un certo punto di vista pratico, ciò possa costituire un gradito sollievo MA è un sollievo fittizio: i danni che la mancanza di polline genereranno nei riguardi della popolazione mondiale saranno ben più feroci e profondi di qualunque attacco di asma, datemi retta. Lo so, arriverà anche il mega-professore esperto di clima o la mega-professoressa esperta di pollini a tentare di sbugiardarmi; è questione di tempo. Ma anche costoro, al pari degli struzzi, non sfuggiranno alle conseguenze: anche questa è una questione di tempo! L’unica differenza tra gli struzzi ed i professoroni e le professorone è che questi/e ultimi/e hanno una cattedra ottenuta per “meriti” (SIC) da mantenere, gli altri nemmeno quella! La causa di tutto ciò, di chi è? La risposta è semplicissima: è dei soliti mondialisti. E la cricca dei politici i qiali/le quali hanno, a loro volta, la facoltà di mettersi a pecorina davanti ai desiderata di questi infami, non vi renderà note le trame che si annidano dietro tutto ciò. Vi lascio con quanto è scritto all’interno della LEGGE 5 gennaio 1994, n. 36, Capo I, Art. 2 “uso delle acque”, leggiamo: “Con decreto emanato, entro sei mesi dalla data di entrata in vigore della presente legge, dal Ministro dell’ambiente, di concerto con il Ministro dei lavori pubblici, ai sensi dell’articolo 17, comma 3, della legge 23 agosto 1988, n. 400, è adottato il regolamento per la disciplina delle modificazioni artificiali della fase atmosferica del ciclo naturale dell’acqua”. Tradotto dal politichese: sbiriguda antani blinda, come fosse premiata prematurata con scappellamento tapioca alla supercazzola! Arrivederci…
Andrea Signini

4 commenti:

Anonimo ha detto...

Quella legge si occupa dell'uso e distribuzione e inquinamento di acque reflue e acque meteoriche, quell'articolo indica le modificazioni alla rete per l'uso e consumo delle acque di precipitazione!
COMUNQUE IO SONO PIENO DI ALLERGIE!qui da me sono gia in fiore i pioppi e svolazzano i semi, il polline giallo dei pini mi sta uccidendo, per non parlare di graminacee e cipressi!!MA DI CHE STAI PARLANDO??????!!!!!Magari hai solo azzeccato la questione api, che come si sà, sono molto delicate e sono le prime a risentire dell'inquinamento!MA SUL FATTO che il POLLINE non cè più...ahahah...la hai sparata proprio GROSSA...TROPPO GROSSA! indica la perfetta ignoranza che alberga nella sua mente!finche cè vegetazione ci sarà sempre polline!E TANTO PER LA CRONACA, le api tradizionali che producono miele stanno soffrendo...ma le api americanizzate invece stanno popolando le nostre terre!Procudocno meno miele e sono aggressive(ammazzano le api tradizionali degli apicoltori), ma le api che impollinano ci sono sempre!!!!!(non solo le api impollinano, ma anche farfalle, mosche e insetti vari...le api più di tutte).
Se la canta e se la suona da solo, ha imbastito tutto sto articolo sul fatto che la gente non ha più allergie(FALSISSIMO...nella stanza dove sto ora siamo 5 e 3 con fazzoletto in mano a starnutire) e che non cè più polline(falsissimo anche questo...basta guardarsi intorno)!...GENTE NON ABBOCCATE A QUESTI MILLANTATORI...o sono malati nella psiche o scrivono in malafede!
SALUTI!

Anonimo ha detto...

Anonimo qua sopra delle 12.10...
Io invece ho imparato a non creare a quelle persone come te che hanno sempre fretta di sbugiardare e sbufalare chiunque a destra e a manca. Sono allergico anche io, ancora non ho sintomi e non capisco come mai tu e i tuoi colleghi gia li abbiate dato che il periodo cruciale dei pollini è verso maggio. Il mio collega è allergico quanto me e ancora sta benissimo. Il problema che ha esposto il Signini è un fatto che si potrebbe avverare in futuro se continuiamo a muoverci in questo modo. I pollini ci sono ancora ovviamente, lui ha sottolineato che piano piano ce ne saranno sempre di meno.
Mi sembra che tu sia uno di quegli struzzi che ficca la testa sottoterra per non sentire nulla...perchè hai paura, proprio come tutti quelli come te. E fate la supercazzola a persone che invece si preoccupano del destino del pianeta e della vita che piano piano si sta estinguendo.
Va in discoteca a fatte du scopate..non perdere tempo a sbufalare, dammi retta.

Anonimo ha detto...

Vede(anonimo delle 13:41), lei è il solito tizio che scredita gli altri senza sapere nulla di ciò che dice!!!Io sono molto allergico a svariati pollini, e lei se non ha sintomi si vede che non ha allergie forti o forse non ha allergie(crede di averle!) e si permette anche di parlare!BASTA CHE SI FACCIA UN GIRO SU SITI DI SALUTE per sapere i mesi di impollinazione!Gennaio: periodo di allerta per gli allergici al cipresso, i cui pollini sono presenti in alta concentrazione, polline di nocciolo presente in concentrazioni inferiori
Febbraio: pollini di cipresso e di nocciolo sono presenti a concentrazioni elevate, la concentrazione dei pollini di pioppo comincia a salire
Marzo: è alta la concentrazione nell'aria di pollini di pioppo, nocciolo e cipresso, moderata presenza di pollini di betulla.
Aprile: nell'aria è alta la concentrazione di pollini di betulla, comincia a diminuire la presenza di pollini di cipresso e di pioppo mentre aumentano i pollini di parietaria, graminacee e romice
Maggio: uno dei mesi peggiori per un gran numero di allergici. Alta concentrazione di pollini di parietaria, romice e graminacee. Media concentrazione di pollini di betulla.
Giugno: elevata presenza di pollini di romice nell'aria, media concentrazione per quel che riguarda parietaria e graminacee.
Luglio: pollini di romice presenti in alta concentrazione, media concentrazione di pollini di parietaria, ambrosia e graminacee.
LEI é UN IGNORANTE, mi scusi ma è così!
E comunque nell'articolo non si dice "un giorno non ci saranno pollini", ma afferma che non ci sono e che non abbiamo allergie!!E poi...ma chi è questo andrea signini...uno STORICO che parla di pollini,clima e meteo!!E' come un contadino che vuole parlare processi industriali!PERO' questo Signini dice che è molto più preparato di docenti o studiosi che hanno dedicato decine di anni a questa materia...definendoli struzzi!Ma va là...un millantatore che attacca gente più preparata di lui, ormai a stò mondo chi è preparato si deve sentire sotto attacco da gente senza un briciolo di cultura...è anche per questo se le società sono in rovina!
ED E' inutile che controbattiate come l'anonimo precedente, inventandosi allergologo e inventando che ad aprile non ci sono allergie...POVERO IGNORANTE!

Anonimo ha detto...

Ed infine...io non ho fretta di sbugiardare, ma semplicemente non cè bisogno neanche di soffermarsi un minuto a pensare su questo articolo, è una ammucchiata di falsità!Finche ci sarà anche un ciuffo di erba...ci sarà polline che ne produrra il triplo...stessa cosa per qualsiasi forma di vita vegetale su questo pianeta!!!!!l'unico modo per eliminare il polline è eliminare fino all'ultimo essere vegetale su questa terra!COSA IMPOSSIBILE!e non mi venite a dire che in poco tempo non ci sarà più vegetazione, perchè vi do un destro che il sinistro non serve perchè vi smonto!!Oltre a dire falsità fate vedere anche quanto siete beceri!E chiunque appoggi articoli del genere deve sentirsi aggettivato allo stesso modo!!!Ignoranti STUDIATE e siate utili seriamente invece di imparanoiarvi come i malati!

Post più popolari