Con le nuove regole di Frontex l’Italia diventerà una tendopoli

Così come sul versante della crisi e della disoccupazione i politici ed i media da 10 anni continuano a ripetere che la crisi è passata, che sta finendo, che c’è ripresa, etc. – mentre si sprofonda sempre di più
- sul versante dell’immigrazione clandestina, di cui l’Italia deve farsi carico da sola, ci ripetono che “batteranno i pugni sul tavolo in Europa” e che Bruxelles ci aiuterà a gestire la situazione. Cosa che poi non avviene… e scaricano su di noi la patata bollente!



1) “Rafforzare” le operazioni Triton e Poseidon nel Mediterraneo “aumentando le sue risorse finanziarie” ed estendendo la loro area d’intervento

2) “Uno sforzo sistematico per catturare e distruggere le imbarcazioni usate dai trafficanti”

3) Incontri regolari fra Europol (l’ufficio di polizia europeo), Frontex (l’agenzia europea per la gestione delle frontiere esterne), Easo (l’ufficio europeo di sostegno per l’asilo) ed Eurojust (l’Unità di cooperazione giuridica europea) per raccogliere informazioni sul modus operandi e i fondi di cui dispongono i trafficanti di esseri umani.

4) Easo dispiegherà delle squadre operative in Italia e Grecia per le richieste di Asilo

5) Gli Stati Membri prenderanno le impronte di tutti i migranti

6)Verranno considerate opzioni per “un meccanismo di ricollocazione d’emergenza”

7) Vi sarà un ampio programma volontario per il reinsediamento per le persone bisognose di protezione nei Paesi Ue

8) Verrà istituito un programma per mandare rapidamente indietro i migranti irregolari, coordinato da Frontex

9) La Commissione e il Servizio di Azione Esterna dell’Ue s’impegneranno assieme ai paesi confinanti con la Libia, in particolare verranno rafforzate le iniziative in Niger

10) Verranno dispiegati funzionari di collegamento dell’immigrazione (Ilo) in paesi terzi chiave per raccogliere informazioni d’intelligence su flussi migratori e rafforzare il ruolo delle delegazioni europee.

L’applicazione di questi punti significherebbe trasformare l’Italia in una tendopoli di africani. Alcuni punti sono inutili. Altri inapplicabili e solo chiacchiere, come ‘mandare rapidamente indietro'; altri infine sono drammaticamente dannosi.

Il punto 1 è il ritorno in grande stile a Mare Nostrum. Solo che, oltre alla Marina italiana, scaricheranno clandestini in Italia anche le altre Marine Ue.

Il punto 7 è il piano Kalergi all’ennesima potenza. Una accelerazione nel processo di genocidio etnico dei popoli europei.

Il punto 4 trasforma l’Italia in un enorme campo profughi (falsi) nel quale arrivano i vari inviati stranieri a controllare se c’è qualche profugo. Intanto, li teniamo noi.

La Ue è l’erede designato dell’Unione Sovietica. Il governo italiano ne è solo una propaggine criminale da abbattere. In Italia deve iniziare una nuova resistenza all’invasione programmata: non ci faremo abbindolare da presunti naufraghi che tra l’altro nessuno ha mai visto.

N.B. La ricostruzione degli eventi all’interno del presente articolo si basa in parte su notizie divulgate dai media ufficiali, pertanto alcuni particolari vanno ulteriormente indagati e presi con il beneficio del dubbio. Il contenuto di questo scritto esprime il pensiero dell’autore e non necessariamente rappresenta la linea editoriale di ECplanet, che rimane autonoma e indipendente.

Fonte: voxnews.info


SEGUICI SENZA CENSURE SU TELEGRAM

3 commenti:

Anonimo ha detto...

tra un po ce li ritroveremo negli autobus, treni, metro e non possiamo farci nulla, perche non hanno documenti, questo è un attacco al popolo italiano, questa è guerra.

Anonimo ha detto...

ma nn sparate cazzate ma nn vedete ke vi stanno facendo fare una guerra fra poveri prenditela nn prendertela con i poveracci ma con lo stato mafioso ke colluso con i trafficanti fa arrivare sti poveracci ke l'unica speranza ke hanno è andare a raccogliere pomodori sottopagati e skiavizzati dalla mafia collusa appunto sempre con lo stato ...vedi ke tutto torna se proprio vuoi fare la guerra tira fuori i coglioni e vai a farla allo stato italiano compreso di esercito nn a ki nn a neanke i soldi x comprarsi i vestiti figurarsi una pistola ....

Anonimo ha detto...

Quando non ci sarà più posto nei centri di accoglienza e negli alberghi,lo stato, di legge, obbligherà i cittadini italiani a prenderseli in casa. Alcuni comuni "progressisti" di sinistra hanno già ventilato questa proposta. E comunque concordo con 16:19 che è una guerra tra poveri che stanno creando e che il vero nemico che dobbiamo avere in mente è lo stato,io aggiungo anche la criminalità organizzata e i poteri forti politici ed economici che hanno creato tutto questo. (Piano Kalergi).

Post più popolari