L'ultima firma di Letta: ecco le aree da evacuare in caso di eruzione del Vesuvio

Sono state firmate oggi dal presidente del consiglio dei ministri le disposizioni per l'aggiornamento della pianificazione di emergenza per il rischio vulcanico del Vesuvio. Il documento, che ha ottenuto l'intesa della Conferenza unificata lo scorso 6 febbraio, oltre a stabilire l'area da evacuare cautelativamente in caso di ripresa dell'attività eruttiva, definisce i gemellaggi tra i 25 Comuni che hanno aree ricadenti proprio nella cosiddetta zona rossa e le Regioni e Province autonome che accoglierebbero nei loro territori la popolazione evacuata.


Le aree da sottoporre ad evacuazione cautelativa sono, infatti, sia quelle soggette ad alta probabilità di invasione di flussi piroclastici (zona rossa 1) sia quelle soggette ad alta probabilità di crolli delle coperture degli edifici per importanti accumuli di materiale piroclastico (zona rossa 2).

In particolare, saranno i successivi protocolli d'intesa che Regioni e Province Autonome dovranno sottoscrivere con la regione Campania e le amministrazioni comunali interessate - d'intesa con il Dipartimento della Protezione civile - a rendere effettivamente operativi i gemellaggi, prevedendo specifici piani per il trasferimento e l'accoglienza della popolazione da assistere. Nel frattempo, entro 45 giorni da quando le disposizioni del presidente del consiglio verranno pubblicate in gazzetta ufficiale, il capo del dipartimento della protezione civile - d'intesa con la Regione Campania e sentita nuovamente la Conferenza unificata - dovrà fornire alle diverse componenti e strutture operative del servizio nazionale della Protezione Civile le indicazioni per l'aggiornamento delle rispettive pianificazioni di emergenza previste per lo specifico rischio vulcanico al Vesuvio, aggiornamento che dovrà compiersi entro i successivi quattro mesi.

La pianificazione nazionale nasce dal concorso delle pianificazioni di tutti i soggetti coinvolti, dalle istituzioni centrali e periferiche, alle organizzazioni di volontariato e alle società di servizi: l'obiettivo del piano di emergenza nazionale, infatti, è quello di assicurare la mobilitazione di tutte le componenti e strutture operative del servizio nazionale della Protezione Civile come un'unica organizzazione volta a portare soccorso e assistenza ai cittadini. 

Le aree da sottoporre ad evacuazione cautelativa, fa sapere la Protezione civile, sono sia quelle soggette «ad alta probabilità di invasione di flussi piroclastici» (zona rossa 1) sia quelle «soggette ad alta probabilità di crolli delle coperture degli edifici per importanti accumuli di materiale piroclastico» (zona rossa 2). I flussi piroclastici sono la colata lavica e di gas ad alte temperature.


Ecco i gemellaggi decisi per l'evacuazione.

PIEMONTE gemellato con PORTICI

VALLE D'AOSTA / NOLA

LIGURIA / CERCOLA

LOMBARDIA / TORRE DEL GRECO

TRENTO E BOLZANO / POLLENA TROCCHIA

VENETO / SAN GIUSEPPE VESUVIANO
SANT'ANASTASIA
POMIGLIANO D'ARCO
FRIULI
VENEZIA GIULIA / PALMA CAMPANIA

EMILIA ROMAGNA / ERCOLANO

TOSCANA / SAN GIORGIO A CREMANO

UMBRIA / SAN GENNARO VESUVIANO

MARCHE / POGGIO MARINO

LAZIO / OTTAVIANO
NAPOLI
(parte della circoscrizione
Barra-Ponticelli-San Giovanni
a Teduccio)

ABRUZZO / TERZIGNO

MOLISE / MASSA DI SOMMA

PUGLIA / TORRE ANNUNZIATA
SAN SEBASTIANO AL VESUVIO

BASILICATA / BOSCOTRECASE

CALABRIA / BOSCOREALE

SICILIA / SCAFATI

SARDEGNA / POMPEI

http://www.ilmattino.it/articolo.php?id=519947&sez=NAPOLI&ssez=CRONACA

10 commenti:

Anonimo ha detto...

Sta storia mi puzza molto, vuoi vedere che ancora una volta si finge di prevedere ed aiutare mentre poi succede tutto all'improvviso? sperando poi di salvarsi con la parvenza di aver provveduto? Quì gatta ci cova; fate attenzione Amici, non vuole essere un cattivo presagio ma un suggerimento per una presa di consapevolezza suggerita da qualcuno "che vede".
Il mio personale consiglio è quello di aiutare Madre Terra tramite una Nostra migliore Coscienza affinchè rimanga calma anche in caso di forti sollecitazioni provenientei da......chiedete a Gianni.
Renzo NuvolHarì

Anonimo ha detto...

Ma Và in ti fré te e la madre terra!
È da mo che dicono che il Vesuvio sta per scoppiare all' improvviso.
Prega Dio è non Gaia, che è sua creatura!

Anonimo ha detto...

scusa la mia ignoranza ma non capisco proprio cosa intendi ne tantomeno lo scopo

Unknown ha detto...

Sembra rientrare nell'obbiettivo di mescolare i popoli confondere le identità e cancellare i regionalismi, militarizzare e controllare il territorio avvelenare e ridurre la popolazione!, e colpire l,agricoltura locale, spostando e creando masse di gente sbandata e disperata andando a incasinare anche gli ospitanti.
Vedi Fukushima e Siria per ultime, faranno purtroppo esplodere il vulcano Vesuvio prima o poi.
Gulliver

Anonimo ha detto...

Io personalmente, una volta constatato il problema, cerco di attivarmi per una soluzione.
Ho visto piu volte uno scritto di renzo che suggerisce una soluzione, la voglio provare ma credo che per attivarla ci voglia un grande cuore e anche se non fosse vera, penso che avere un grande cuore non nuoce, se inoltre penso che il solo constatare e poi lamentarsi non risolve......
giuseppe

Anonimo ha detto...

se attivata l'energia che sprigiona il corpo umano equivale a 20 bombe h e il cuore umano è l'organo che emette le onde elettromagnetiche più forti tra tutti i nostri organi

Anonimo ha detto...

Spiegaci come fare per far s' che si sprigioni questa energia positiva! Almeno ci proviamo!

Anonimo ha detto...

Dite quando e a che ora ( meglio x me verso sera xke lavoro) e mi unisco. Più si è e meglio è . Con i miei amici e amiche l abbiamo fatto alte volte cosi almeno passo parola. Grazie

Anonimo ha detto...

Per Amici di h. 15:00 e 07:45.
Premetto che l'anonimato non mi ispira, ma voglio comunque darvi una possibilta.
Chiedete anche all'Amico di h. 21:24 che conferma la potenzialità che è possibile manifestare.
Premetto inoltre che è con una grande compassione che si fa vibrare il Cuore.
Personalmente non hò un orario, lo faccio quando mi sento ispirato ed in armonia interiore, che stò "lavorando" per renderla costante.
In questo blog ho postato parecchie volte la mia soluzione che è di enorme efficacia se ben compresa e fatta propria, cercando anche di capire meglio di quanto io possa scrivere.
Non la metterò ora, sono stato accusato di fare spam.
Ma se leggerete attentamente quanto scritto con il nome sotto, avrete una possibilità concreta.
Ricordate comunque che non sarà un singolo intervento a risolvere, perché lorsignori non si fermeranno finché non avranno raggiunto il loro scopo.
Usando quelle scie possono attivare molte cose diverse compresa un'esplosione dei vulcani.
Ciò che hanno fatto finora, sono prove e preparativi per l'evento finale.
Sta a Noi tutti armonizzarci interiormente affinché Madre Terra ne senta l'influsso benefico dell'Amore.
La compassione, l'intenzione, lo scopo, la motivazione, la cocentrazione, la visualizzazione, il distacco dal risultato, sono energie essenziali per un buon risultato.
Ognuna delle suddette energie, la si può vedere come una percentuale per la riuscita, non è difficile capire che vanno "metabolizzate", sublimate quanto meglio possibile.
Quanto più saranno perfezionate, tanto più potente sarù il risultato.
Mi auguro essere stato d'aiuto.
Renzo NuvolHarì

Anonimo ha detto...

Aggiungo al discorso preparativi, che non sono soltanto tecnici e materiali.
Loro stanno mettendo paura, la quale aiuta l'evento in vari modi, la paura può scatenare forze titaniche ed inoltre concede loro il Nostro tacito consenso a procedere.
Fidatevi Amici, perché è proprio così che funziona e loro lo sanno molto bene.
Ogni giorno attraverso la tv trasmettono paura, rabbia; la chiesa i sensi di colpa, l'incapacità ecc. ecc. ecc..
Liberate Amici il Vostro sè interiore, visualizzate compassionevolmente un finale armonioso, fissate anche una data consapevole e mantenetivi centrati sul Sè interiore e su quel risultato tanto desiderato.
Facendo ciò, ci sarà un'accelerazione importante che metterà costoro "fuori gioco".
Abbiate piena fiducia ed attivatevi.
Renzo NuvolHarì

 SEGUICI SENZA CENSURA SU TELEGRAM

 SEGUICI SENZA CENSURA SU TELEGRAM