Terrore a Boston, siamo davanti ad un False Flag?

16 aprile 2013 - Quando nella serata di ieri scorrevano in tv quelle immagini di terrore ,disperazione e sangue ho pensato al mondo in cui viviamo,Centinaia in preda al panico per colpa di piu' esplosioni avvenute durante la maratona di Boston,un evento che attira migliaia di persone ogni anno
.Se fosse accaduto quanche anno fa forse avrei reagito in modo diverso magari facendomi coinvolgere dal carosello di immagini trasmesse dai notiziari.Ma la consapevolezzati della realta' in cui siamo immersi ti porta ad un livello piu' "alto" di considerazioni e magari pensare che questo evento non sia che un'altro appuntamento di una agenda gia' scritta per l'intera umanita'.
Naturalmente il mio cuore piange per le persone coinvolte in questo vile attentato,vittime sacrificali di un piano malefico che ha una dimensione globale.(terrarealtime)


Siamo di fronte all'ennesima False Flag ? Con quale scopo ? Quali sono le finalità ?

Proviamo a mettere insieme tutti gli aspetti poco chiari delle bombe a Boston.


Due Bombe scoppiate e tre disinnescate. 
In totale 5 ordigni di produzione artigianale/Casalinga. Probabile utilizzo di Semtex come tipologia di esplosivo data la nuvola  intensa di colore bianco dopo l'esplosione.
Il Semtex è un esplosivo relativamente difficile da procurare, usato sia in ambito civile (demolizioni controllate) che in alcuni ambiti militari.



5 bombe coordinate almeno in parte (le due esplose sono detonate a poca distanza l'una dall'altra), non lasciano dubbi sulla pianificazione e coordinazione della strage (Interna o esterna che sia la finta matrice).

Probabile che le bombe siano state attivate tramite un dispositivo cellulare, due ore dopo l'arrivo del primo atleta, appunto nel momento di massima copertura mediatica.


Se sono state attivate tramite cellulare è verosimile che la persone coordinante gli attacchi fosse o presente sulla scena oppure avesse una visuale privilegiata da qualche parte.

Adesso veniamo a tutte le stranezze di questa vicenda che lascerebbero presagire un'ennesima False Flag.

Partiamo dalla prima stranezza:

1. Oggi era in programma a Boston un'esercitazione con detonazione controllata (“Funzionari: Ci sarà un’esplosione controllata di fronte alla biblioteca entro un minuto come parte delle attività della squadra dinamitarda.”"Boston Globe http://www.naturalnews.com/images/Boston-Globe-Twitter-April-15-2013.jpg )

2.Strano uomo sul tetto di un edificio, potrebbe essere la polizia.. o no ?



3. Meno strano, ma comunque in pieno stile 9/11, poco dopo l'esplosione, subito moltissimi MILITARI erano già presenti sulla scena (fino a quando si tratta di poliziotti è comprensibile ma uno schieramento preventivo di così tanti uomini dell'esercito ha ben poche spiegazioni)

4. L'annuncio (il 12 Aprile 2013) dell'impiego di un Tablet, alla maratona di Boston, per gli "INCIDENTI DI MASSA". Coincidenza ?




5. Lo scoppio della prima bomba ha un significato simbolico molto forti: In quella zona della corsa erano seduti  i parenti delle vittime Sandy Hook (altra clamorosa false flag).




6. Altra coincidenza: A Boston il 15 Aprile è il giorno dei patrioti (Possibile connessione con i gruppi Pro-Armi USA?)

7. La solita pista Medio orientale, poi prontamente smentita.

8. Infine una delle solite smoking guns (La tecnologia sfugge anche a coloro che vorrebbero controllare ogni aspetto di queste vicende), ovvero google che indicizza l'evento degli attentati 3 giorni prima che siano avvenuti, come per altre False Flag.



Seguiranno aggiornamenti...



http://fractionsofreality.blogspot.it/2013/04/la-strage-di-boston-ennesima-false-flag.html









14 commenti:

Mikahel ha detto...

e' la prima cosa che ho pensato, un attentato minore per distrarre o per minacciare.
La matrice e' sicuramente la stessa, del 11/9, del 7/7 a Londra, di Oslo etc... (per chi dormisse ancora, significa che e' interna).

Unknown ha detto...

cia...

Unknown ha detto...

CIA...

Anonimo ha detto...

Anch'io ho seri dubbi sulla naturalezza di questo attacco però le tesi di questo articolo sono un po campate in aria:
1. in eventi tanto grandi come questi è normale che siano programmate esercitazioni contro probabili minacce (come di fatto si sono verificate);
2. Un uomo su un tetto... e allora? Poteva essere lì per mille ragioni;
3. I militari già presenti in loco sono infatti appartenenti al corpo di polizia, ma in casi come questo sono tenuti ad un equipaggiamento diverso;
4. Cosa dovrebbe spiegare il fatto che, in caso di incidenti, venga usato un tablet?
5. Non saprei... ma il massacro alla sandy hook elementary school dubito sia stato una false flag;
6. Bhe questo punto potrebbe avvalorare l'idea che l'attacco sia stato "genuino": qualche patriota fanatico ha messo a punto questo tragico evento in occasione della giornata dei patrioti;
7. Questo è l'aspetto che è si alla vista di tutti ma comunque il più interessante;
8. Sui risultati di google c'è tanto da dire, capita spesso di vedere link con date precedenti ad un preciso evento. In ogni caso, semmai fosse stato premeditato, di certo non avrebbero messo al corrente tutti quei siti e comunque semmai lo avessero fatto sarebbe stato fondamentale non inserire la notizia prima del tempo...

Il punto è che se realmente si tratti di false flag, a sapere della cosa sarebbero stati in pochissimi: la cura nei dettagli è quasi sempre maniacale, difficilmente si scopriremo un passo falso. Sappiamo però che le procedure sono sempre le stesse, ecco il capro espiatorio (la pista del medio oriente) poi smentito... la cosa merita di essere guardata con occhi critici. Saluti

Anonimo ha detto...

articolo patetico...

quoto in toto l'ultimo post...

a si, per me è stato l'uomo sul tetto.
ma per piacere

Axel ha detto...

Spezzone tratto da "I Griffin" andato in onda lo scorso 17 Marzo negli States
http://www.youtube.com/watch?v=H5U5LiHnutw

Anonimo ha detto...

se il terrorista sarà un nordcoreano, un siriano o un iraniano sarà il giusto pretesto per attaccare di nuovo guerra...
se sarà americano quello di andare avanti con la legge anti armi.

Anonimo ha detto...

Anonimi delle 13.44 e delle 14:55Debunker all'attacco sempre in coppia siete patetici

Anonimo ha detto...

Caro Anonimo degli 8 punti che da solo intendi essere custode della verità che noi comuni mortali non possiamo capire spiegami secondo quale logica casualità a NY, a Londra ed ora a Boston un'esercitazione antiterroristica svolta nello stesso giorno, nello stesso luogo, nelle stesse ore coincida con un reale attentato terroristico?...senza parlare dell'inquietante episodio dei Griffin andato in onda negli USA il 17 marzo:
http://www.youtube.com/watch?v=H5U5LiHnutw
Sembra un lavoro fatto a tavolino per stimolare ed abituare il nostro subconscio a determinate informazioni in modo tale che quando queste si traducono in eventi reali sempre il nostro subconscio ritrovi quella familiarità nell'evento tale da inibire il nostro spirito critico ed accettare la realtà servita ad hoc dai mass media ben condita da immagini tragiche e da atmosfere di terrore, disperazione e sangue. Essendo onesti, guardando il mondo come gira, dove l'1% della popolazione del globo possiede il 40% delle risorse totali e le guerre e le ingiustizie ne fanno da padrone, secondo voi è così assurdo pensare che qualcuno, influenzi il corso della storia attraverso questi semplicissimi espedienti?...certo non viviamo nel meraviglioso mondo in cui potremmo tutti vivere, dunque evitate per favore atteggiamenti denigranti e cercate di stimolare almeno un pò il vostro spirito critico, anche perchè i veri terroristi in questo momento siete proprio voi che per un motivo o per l'altro tentate di frenare lo sviluppo mentale di chi ancora è in divenire in tal senso.

Anonimo ha detto...

Ammetto di non aver seguito bene la faccenda, ma mi sento di dire questo: l'evento va analizzato, sia che si tratti di lavoro terroristico interno sia che si tratti di folle gesto da parte di squilibrato.
Non ha senso quindi sminuire a caso gli intenti di questo articolo perchè l'autore chiaramente si pone solo delle domande, non fa affermazioni. Quindi, ad esempio, "buttare nel cestino" la foto dell'uomo sul tetto fa tanto "investigatore privato maldestro che nei film fa sempre la figura dell'idiota".
Detto questo, volendomi informare comuque di più, l'idea che durante un evento pubblico monitorato da polizia (soprattutto in america) qualcuno cammini su un tetto senza che nessuno lo allontani per "questioni di sicurezza" è comunque rilevante. A meno ovviamente che non sia un poliziotto e in quel caso andrebbe analizzato un video per determinarne il comportamento.
Fino a questo momento comunque non riesco a scorgere segnali che facciano pensare in modo evidente a un complotto dei piani alti per la destabilizzazione sociale. Ma aspetto di scoprire novità sul tragico evento.

Anonimo ha detto...

All'Anonimo delle 04.14... La tua arroganza e presunzione si taglia a fettine... Qui nessuno si dichiara custode della verità... ma prima di scrivere stro***te vai ad informarti: il presunto video dei Griffin che dovrebbe "stimolare il nostro subconscio" è modificato, vale a dire che sono state unite due clip non correlate dallo stesso episodio. Essere critici ok, ma informarsi quanto minimo prima di gridare al lupo al lupo è fondamentale! Poi, come te, si rischia di fare la figura degli ebeti. Saluti

Mikahel ha detto...

C'e' una cosa che dovrebbe creare non pochi dubbi.
Nell'intervista di una ragazza italiana che era li con il padre (vedi sotto) traspare che i cellulari erano bloccati, ad eccezione di quelli stranieri!
Ma come, blocco i cellulari per prevenire altre esplosioni e non blocco le linee straniere?
Cioe' sapevano che erano cellulari nazionali o sono soltanto distratti/stupidi?
Ma per piacere....!!!

parte dell'intervista "Non appena ho potuto, ho contattato mio padre al telefono per assicurarmi che stesse bene e per avvisarlo di non avvicinarsi all'arrivo. Per fortuna, nonostante le linee telefoniche di Boston fossero state dismesse per questioni di sicurezza, le nostre schede italiane funzionavano perfettamente."

Qui tutta: http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2013-04-16/bombe-boston-testimonianza-ragazza-210917.shtml?uuid=AbotGwnH

IvaNavI ha detto...

Secondo me come tutte le cose è la solita stronzata del terrore a tutti i costi!!!!Chi siano o meno i fautori di tali inneschi e esplosioni sono sicuramente esaltati per i patrioti e che con il governo stesso,o separatamente se diverso è il complotto!!!Potrebbe essere l'ennesimo esperimento dei potenti che con le torri gemelle in inghilterra,spagna ecc abbia creato ciò!!!Quello che non mi va giù è che persone innocenti ne vadano di mezzo oltretutto era una gara sportiva!!!!La pista terroristica è interna senza dubbio e non esterna...gli americani fanno di tutto per creare discordia e creare panico e morte per meri scopi di potere e se si prende in considerazione pure i rapporti tesi con certi paesi del mondo ne avvalora l'ipotesi e ne accresce il senso compiuto di deterrenza per incolpare il classico terrorista(asiatico,mediorientale,africano,sudaamericano)mentre sono loro stessi!!!PS.Il video non mi va perchè ce un blocco ho provato più volte ma niente da fare....è una prova che secondo me hanno eliminato ricollegandomi all'aninimo delle 4:14!!!Sono dei criminali e vanno messi tutti al bando!!!Ricordate che se non ci fosse il militarismo queste cose non esisterebbero per niente incluso haarp e scie chimiche annesse con il controllo dei movimenti bancari,movementi individuali,di soldi,indi cip rfid e del pensiero per prima cosa dai media di regime!!!!

Anonimo ha detto...

e' bene controllare le informazione e non fidarsi delle versioni ufficiali. pero' e' bene anche essere critici con le proprie supposizioni cospirazioniste. almeno sarebbe bene verificare le informazioni prima di trarre conclusioni affrettate. solo per fare un esempio, nella citazione del Boston Globe che sono andato a vedere l'ordine degli eventi e' un po' diverso.
(“Funzionari: Ci sarà un’esplosione controllata di fronte alla biblioteca entro un minuto come parte delle attività della squadra dinamitarda.”"Boston Globe http://www.naturalnews.com/images/Boston-Globe-Twitter-April-15-2013.jpg ). e' vero c'e' questo, ma solo dopo che le 2 altre bombe erano gia' esplose. chi mi dice che quell'esplosione non sia legata alle altre bombe trovate?
viviamo in un momento molto complesso e forse un po' di intelligenza, prudenza e accuratezza sarebbe piu' utile che non sbraitare ai soliti complotti immediatamente. la realta' in un mondo di 7 miliardi di persone e' molto complessa, anche se certo ci sono poteri forti, etc. etc.
ma la scoperta della verita' e' sempre un processo lungo e complicato, a volte sembra che qui tutti abbiano tutto chiaro immediatamente. da dove vengono tutte queste certezze quando sappiamo che le informazioni che abbiamo sono sempre una minima parte della verita'?
cerchiamo di usare il cervello al meglio per creare una societa' migliore, pur difficile che sia.

 SEGUICI SENZA CENSURA SU TELEGRAM

 SEGUICI SENZA CENSURA SU TELEGRAM