Effetti collaterali : nelle chat private ora anche i medici iniziano ad avere dubbi

21/08/2021 - Insicurezze, perplessità, un generale senso di abbandono. Non soltanto i pazienti che ricevono il vaccino ma anche medici
e infermieri che si incaricano della somministrazione vivono da tempo, ormai, momenti di ansia e incertezza. E non lo nascondono, come testimoniato dagli scambi che avvengono all’interno della comunità “Medici italiani”, che conta poco meno di 100mila iscritti. Professionisti molto attivi sui social e che nelle ultime settimane si interrogano sulle conseguenze dei farmaci nei pazienti, alle volte anche gravi.

La Verità ha pubblicato alcuni scambi avvenuti all’interno del gruppo che ben testimoniano il clima che si respira. Un radiologo toscano chiede, per esempio: “Vorrei sapere se nella vostra esperienza avete notato una maggiore incidenza di trombosi delle vene gemellari in pazienti giovani e in apparente buona salute”. Una ginecola di Roma risponde: “Io ho un sessantenne con embolia polmonare”. Annalisa Amati, medico di base a Cuneo, spiega che il gruppo è nato soprattutto per scambiare informazioni preziose al momento dell’arrivo del Covid in Italia, quando ancora si sapeva pochissimo del virus. Ora, però, l’attenzione è tutta sui vaccini e i loro effetti.


La stessa Amati, per esempio, porta all’attenzione dei colleghi il caso di un paziente affetto da psoriasi ma in remissione da anni, che dopo il vaccino “ha presentato recrudescenza con chiazze in tutto il corpo che non rispondono a terapia cortisonica”. Dall’alto, dalle istituzioni, di risposte d’altronde non arrivano. E così i medici si confrontano tra loro di fronte a ogni evento imprevisto, chiedendosi se possano esserci correlazioni tra reazioni, a volte anche molto violente, e i farmaci che al momento vengono somministrati agli italiani. Costretti dallo Stato a navigare a vista.

Un pediatra di Bologna chiede, per esempio, se sia il caso di fare la seconda dose di Pfizer a una sessantenne che dopo la prima “si è ritrovata con un edema sulla lingua, ipotensione e astenia profonda”. Ci si confronta tra colleghi, ci si consiglia, si esprimono dubbi. Medici e infermieri abbandonati a loro stessi, costretti ogni giorno ad improvvisare, a confrontarsi con l’imprevisto dietro ogni angolo. Mentre il governo continua a ricattare gli italiani per costringerli a vaccinarsi, senza se e senza ma.

https://stopcensura.online/effetti-collaterali-vaccini-nelle-chat-private-ora-anche-i-medici-iniziano-ad-essere-perplessi


20 commenti:

Bariani Cristian ha detto...

Speriamo che tutti prima o poi prendono coscienza…coscienza di quelli imbecilli che ci governano guidati solo da una sola cosa i soldi 💰
… l’onda é iniziata, il velo si sta scoprendo…preparatevi, inizia lo spettacolo ed inizierà dall’Italia e sarà un esempio per tutto il mondo

Anonimo ha detto...

Gli altri, più di 300.000 medici invece che dicono?
Ogni malattia, ogni problema e ogni morto è colpa del vaccino ormai.
Oggi ero stitico....sarà colpa del vaccino?

Rebumax ha detto...

Siete fantastici, avete terrore più di un virus che di una trombosi.
A capirvi mette male.

Anonimo ha detto...

Se vengono a dire: fare la 2 dose, fare la3, fare la 4, vuol dire che non funzionano! per altri tipi di vaccinazioni, basta una sola volta!

Anonimo ha detto...

Non sono medico, ma un medico prima di rispondere ascolta quello che ha da dire il paziente. Se tu 23:07 vai dal medico perche stitico da una settimana, ti chiede se sei vaccinato, allora ti fara ulteriori analisi specie nel sangue. Sai perche scrivo questo? Vogliono evitare da questo autunno, i medici, che una massa importante di vaccinati assaltino i pronto soccorso per piccolezze tipo raffreddori, stitichezza ecc., e se si ci saranno di nuovo i lockdown. Verifica se vero, invece di rispondere ora da manipolato...e la verita!

Anonimo ha detto...

Il sistema immunitario reagisce in modo diverso in ognuno di noi, non siamo robot Molti hanno reazioni dopo il vaccino,c'è nei documenti che si firmano prima dell'iniezione, lo stato non si prende nessuna responsabilità...e da qui partono i dubbi..qualcuno può negarlo?

Anonimo ha detto...

X l'influenza stagionale tutti gli anni. Per la poliomielite da 3 a 5 dosi. Tetano:3 dosi. I neonati (N E O N A T I) contro meningite: 4-5 dosi. E non è morto nessuno col passare degli anni a causa dei vaccini.
Basta dire cazzate

Anonimo ha detto...

12:56 tu sei peggio dei manipolati...influenza,poliomelite, meningite...sono malattie che esistono da centinaia di anni! Con vaccini non piu sperimentali!! I vaccini del covid sono sperimentali!!! Non ti sei accorto che la gente qua ti vuole aiutare a non crepare prima???? Che pirla che sei!!!!!

Anonimo ha detto...

Verificato. Agiolax 2 cucchiai al giorno. Nessuna domanda riguardo vaccino (lo sanno già a computer se uno è vaccinato o no). Nessun esame del sangue da fare. Semmai esame delle feci se il problema persiste per vedere se ci son batteri. Ora tu mi dirai che è il ferro che c'è nei vaccini che mi otturano il culo. Giusto?
Quindi io son manipolato o tu sei disinformato? Sentiamo, dive hai letto la tua notizia? Te l'ha detto a tuo cugggggino?

Farouq ha detto...

Lo stesso per il virus, tantissimi si salvano e altri purtroppo muoiono (cure sbagliate?)
La differenza è come andare verso il rischio iniettandolo direttamente oppure cercare di proteggersi il più possibile

Anonimo ha detto...

Rebumax pensa che i novax hanno paura ad andare a letto coi vaccinati perché il vaccinato può "contagiare" chi non lo è! Non mi chiedere come e cosa perché non mi interessano certe cazzate però se siete coerenti con le cazzate che mettete in giro.....seghe a vita!!
Robe da pazzi!

https://www.google.com/amp/s/amp.ilgiornale.it/news/cronache/niente-sesso-i-punturati-non-sono-geneticamente-umani-deriva-1967117.html

Fossi in voi mi preoccuperei di voi stessi

Anonimo ha detto...

Rebumax tranquillo che prima o poi l'ictus puoi prenderlo pure tu

Andrea 88 ha detto...

Non ho capito in quale canale si trova questa comunità "Medici italiani”, che conta poco meno di 100mila iscritti. Professionisti molto attivi sui social.
Che mi potete dire?
Ci terrei a verificare quanto riportato dall'articolo che stiamo commentando

Farouq ha detto...

Non dire cazzate, questi vaccini non erano mRNA

Anonimo ha detto...

Non dire cazzate tu. Ho risposto ad anonimo 9:18 dicendo che alcuni vaccini hanno bisogno di più dosi e pure i neonati sono vaccinati anche 4-5 volte.
Poi se tu devi essere per forza contro perché sei pagato o qualche pollo ti paga, pazienza, andremo avanti all'infinito. Non tutti i vaccini covid sono ad mrna come ad esempio astrazeneca e johnson ma non mi sembra siate lo stesso a favore, quindi voi mrna o non mrna non cambia un cazzo.....l'mrna è solo una scusa per buttare lettame sulla società avanzata e per avere una vostra dittatura, quella vera.
Inoltre i vaccini "vecchi" come ad esempio il morbillo o vaiolo hanno pure loro, a loro tempo,avuto un periodo "sperimentale" come il vaccino mrna. E a loro tempo sono stati contestati "il vaccino contro vaiolo soprattutto". I nuovi medicinali che ogni giorno vengono messi in commercio hanno pure loro un periodo di sperimentazione che in verità si chiama farmacovigilanza perché hanno superato le tre fasi di sperimentazione. Ripeto: la tua lotta contro i vaccini covid ha una base economica sennò non si spiegherebbe il tutto.

Anonimo ha detto...

09:49 te lo chiedo molto educatamente: ma tu non hai paura di farti unoculare uno,due,tre ecc.vaccini sperimentali? E se no dimmi perche per favore

Anonimo ha detto...

Buona sera,ho notato che mi avete cancellato il mio commento? Confermavo l'articolo dicendo che ne faccio parte del gruppo...voi di terra Real time mi potete dare una gentile risposta? Il mio commento era in risposta al commento delle ore 23.07 del giorno 21 agosto. Vi auguro una buona serata

Anonimo ha detto...

Per collegarmi meglio col 5g

sensualitè ha detto...

Pensassero a queste parole che DISSERO E cui giurarono Consapevole dell'importanza e della solennità dell'atto che compio e dell'impegno che assumo, giuro:

di esercitare la medicina in libertà e indipendenza di giudizio e di comportamento rifuggendo da ogni indebito condizionamento;
di perseguire la difesa della vita, la tutela della salute fisica e psichica dell'uomo e il sollievo della sofferenza, cui ispirerò con responsabilità e costante impegno scientifico, culturale e sociale, ogni mio atto professionale;
di curare ogni paziente con eguale scrupolo e impegno, prescindendo da etnia, religione, nazionalità, condizione sociale e ideologia politica e promuovendo l’eliminazione di ogni forma discriminazione in campo sanitario;
di non compiere mai atti idonei a provocare deliberatamente la morte di una persona;
di astenermi da ogni accanimento diagnostico e terapeutico;
di promuovere l’alleanza terapeutica con il paziente fondata sulla fiducia e sulla reciproca informazione, nel rispetto e condivisione dei principi a cui si ispira l’arte medica;
di attenermi nella mia attività ai principi etici della solidarietà umana contro i quali, nel rispetto della vita e della persona, non utilizzerò mai le mie conoscenze;
di mettere le mie conoscenze a disposizione del progresso della medicina;
di affidare la mia reputazione professionale esclusivamente alla mia competenza alle mie doti morali;
di evitare, anche al di fuori dell'esercizio professionale, ogni atto e comportamento che possano ledere il decoro e la dignità della professione;
di rispettare i colleghi anche in caso di contrasto di opinioni;
di rispettare e facilitare il diritto alla libera scelta del medico;
di prestare assistenza d'urgenza a chi ne abbisogni e di mettermi, in caso di pubblica calamità, a disposizione dell'autorità competente;
di osservare il segreto professionale e di tutelare la riservatezza su tutto ciò che mi è confidato, che vedo o che ho veduto, inteso o intuito nell'esercizio della mia professione o in ragione del mio stato;
di prestare, in scienza e coscienza, la mia opera, con diligenza, perizia e prudenza e secondo equità, osservando le norme deontologiche che regolano l'esercizio della medicina e quelle giuridiche che non risultino in contrasto con gli scopi della mia professione.

Anonimo ha detto...

Il vaccino obbligatorio che politici, magistrati, giornalisti si affannano a dire che è fattibile è una cosa falsa perchè l'art. 32 della costituzione lo dice chiaramente che il trattamento deve essere sicuro per chi è obbligato altrimenti non si può. Ed in tal senso si è espressa la corte costituzionale, ci sono pure leggi italiane ed europee che vietano l'obbligo, nonche trattati e regolamenti che raccomandano la volontarietà. Ceedo che se muoia qualche obbligato si possa intravedere il penale anche per il governo che ha posto l'obbligo nonche i risarcimenti danni credo personali sui componenti del governo. Il mio legale du questo cosi si è espresso. La salute e la libertà sono beni inviolabili della persona umana.

 SEGUICI SENZA CENSURA SU TELEGRAM

 SEGUICI SENZA CENSURA SU TELEGRAM