5g: l’esperimento globale umano senza il consenso della comunità scientifica, né uno studio sulla sicurezza

Il 5G è la prossima generazione di infrastrutture per telefoni cellulari, ma è categoricamente diverso dai suoi predecessori (4G / LTE, 3G, 2G, ecc.).
Non è un semplice aggiornamento. È un grande cambiamento nel tipo di radiazione wireless a cui saremo tutti esposti, senza consenso, indipendentemente dal fatto che utilizziamo o meno questo servizio.





Il 5G si basa su un’infrastruttura esistente e, inoltre, utilizza frequenze estremamente elevate (onde millimetriche) di 24 gigahertz (GHz) o più . Questi segnali 5G non viaggiano lontano, quindi le antenne verranno installate all’incirca ogni 2-10 case nei quartieri residenziali . Il 5G aumenterà in modo significativo la nostra esposizione alle radiazioni RF wireless (microonde a radiofrequenza) su base 24/7 e 365 giorni all’anno.

Nessuno studio di sicurezza

In un’audizione del Senato degli Stati Uniti del febbraio 2019 , i dirigenti senior delle telecomunicazioni hanno ammesso di non aver effettuato alcun test di sicurezza sul 5G, né hanno intenzione di farlo. Attualmente, ci sono oltre due dozzine di città negli Stati Uniti e innumerevoli città all’estero che hanno il 5G, ma non ci sono prove scientifiche a supporto di alcuna pretesa di sicurezza.


Tutto questo è motivo di allarme. Migliaia di studi indipendenti indicano impatti negativi sulla salute causati dalle radiazioni wireless . Questi vanno dal cancro e dalla sterilità al danno al DNA. Le linee guida del governo sull’esposizione umana non sono state aggiornate da oltre 20 anni, mentre le radiazioni da telefoni cellulari, telefoni cordless, WiFi e baby monitor wireless sono aumentate esponenzialmente allo stesso tempo.

Pianeta Terra ricoperto di radiazioni

L’agenda del 5G è vasta . Comprende 200 miliardi di oggetti trasmittenti, secondo le stime, che faranno parte dell’Internet of Things (IoT) entro il 2020, con un trilione di oggetti trasmittenti pochi anni dopo . Il 5G ha lo scopo di inaugurare più robotica, intelligenza artificiale e veicoli autonomi, comprese le antenne 5G installate all’interno delle auto – dietro le nostre teste che irradieranno il nostro cervello – in modo da poter parlare con le persone in altri veicoli e istruire le nostre auto senza conducente su dove portarci.

Le stazioni base 5G e i dispositivi 5G avranno più antenne in array a fasi che lavorano insieme per emettere raggi focalizzati, orientabili e simili a laser che si tracciano l’un l’altro . Ogni telefono 5G funzionerà come una mini torre cellulare, contenente dozzine di minuscole antenne che lavorano insieme per tracciare e puntare un raggio a fuoco ristretto per cercare e connettersi con l’antenna cellulare più vicina. La FCC ha adottato regole che consentono a quei raggi di raggiungere i 20 watt , dieci volte più potenti dei livelli consentiti sui telefoni attuali.


Numerosi studi indipendenti sulle radiazioni delle onde millimetriche mostrano già una serie di effetti biologici, indicando che un aumento delle frequenze può peggiorare gli effetti dannosi.

Prove allarmanti di danno

Più di 10.000 studi scientifici sottoposti a revisione paritaria condotti da ricercatori indipendenti di tutto il mondo dimostrano gli effetti biologici dannosi delle radiazioni wireless. A causa delle loro fasi di sviluppo, i bambini sono molto più sensibili. Inoltre, gli effetti delle radiazioni wireless sono cumulativi, mettendo i bambini a maggior rischio. Questi includono:
Effetti dannosi sullo sviluppo fetale e del neonato;
Effetti dannosi sui bambini piccoli;
Tumori cerebrali e altri tumori;
Danno al DNA e alterazione dell’espressione genica;
Effetti neurologici e deficit cognitivo;
Funzione e qualità dello sperma compromessa;
Difetti di apprendimento e di memoria;
Malattia cardiovascolare;
Metabolismo alterato;
E altro ancora.

I meccanismi del danno biologico dalle radiazioni wireless non sono stati ben compresi fino a quando Martin Pall, PhD, ha dimostrato come i canali del calcio sottoposti alle radiazioni vengano interrotti , causando un eccesso di ioni di calcio intracellulari che colpiscono le nostre cellule. Numerosi studi indipendenti sulle radiazioni delle onde millimetriche mostrano già una serie di effetti biologici , indicando che un aumento delle frequenze può peggiorare gli effetti dannosi.


Il 5G viene pubblicizzato come la prossima rivoluzione industriale, quando, in realtà, equivale al capitalismo di sorveglianza, in cui i dettagli intimi delle nostre vite vengono tracciati, registrati e venduti al miglior offerente, irradiandoci per tutto il tempo.

Il cielo è completamente irradiato

Oltre a milioni di nuove stazioni base sulla Terra, il 5G include oltre 20.000 satelliti in orbita bassa, che interessano la ionosfera . I produttori di tali satelliti includono includono SpaceX di Elon Musk, OneWeb e Amazon. Al momento sono già stati lanciati 66 satelliti 5G , con altri in arrivo. La radiazione diretta da questi satelliti, combinata con la loro contaminazione della nostra ionosfera, insieme all’inquinamento del circuito elettrico globale sarebbe probabilmente catastrofica per tutta la vita sulla Terra .

Il 5G minaccia di provocare effetti gravi e irreversibili sull’uomo e danni permanenti a tutti gli ecosistemi terrestri. Devono essere prese misure immediate per proteggere la vita in tutte le sue forme. Una soluzione è SafeG , reti pubbliche cablate che consentono il wireless all’interno di abitazioni e aziende senza forzarlo su tutti.

Fonte: Waking Times

7 commenti:

Anonimo ha detto...

il coronavirus, potrebbe avere a che fare con la rete 5G. ? E' stata creata in cina! Non compro cellulari che usano tale sistema,neanche in seguito!

Anonimo ha detto...

Purtroppo però anche se non avrai cellulari che usano tale sistema sarai ugualmente circondato come tutta la popolazione dalle sue nocive radiazioni.Le decisioni peggiori vengono prese sempre sopra la nostra testa! -Blood and Iron-

Unknown ha detto...

Informatevi e fate attenzione. La vita nostra e del pianeta dipende da quanta attenzione facciamo e da quanto riusciamo a sottrarci dai condizionamenti di un Potere che non ha assolutamente a cuore il Bene Comune.

Anonimo ha detto...

I media,stanno propinando cifre gonfiate, fasulle e inverosimili!A che gioco stanno giocando? Un gioco pericoloso che favorisce le elites di potere , occulte e non!!!

Anonimo ha detto...

Molti attacchi armati incendiari sono avvenuti ieri in Gran Bretagna e Irlanda Del Nord contro antenne 5G accusate di favorire la diffusione del covid19.
LONDRA - Sta accadendo qualcosa di assurdo in Regno Unito. Negli ultimi giorni, si sono verificati diversi casi di assalti incendiari ad antenne o centraline della rete ultraveloce per cellulari di ultima generazione 5G, o almeno presunti tali. È capitato a Birmingham, Liverpool, Melling (sempre nell’inglese Merseyside) e ora anche a Belfast, in Irlanda del Nord. In alcune circostanze, subito dopo online sono spuntati video che riprendono alcune persone attaccare le antenne e poi esultare al grido di “fuck 5G” o anche “viva la revolución”. Filmati subito cancellati da Youtube e altre piattaforme.


Come mai? La risposta è in alcune teorie complottiste che girano da qualche tempo online e che legano, senza alcuna prova scientifica, la piaga del coronavirus all’introduzione, ancora graduale, della rete telefono-dati 5G. Sono due le teorie del complotto più diffuse online. La prima sostiene che le reti 5G indebolirebbero il nostro sistema immunitario, rendendoci quindi più esposti al coronavirus. Questa teoria, rilanciata oltremanica dal controverso tabloid “Daily Star”, è sostenuta, tra gli altri, da un attivista e professore di filosofia del College dell’Isola di Wight, ma scientificamente è una bufala perché le onde radio del 5G e le sue radiazioni elettromagnetiche sono ben sotto il livello di guardia internazionale, addirittura 66 volte in meno del limite oltre il quale radiazioni e onde possono modificare il Dna e quindi creare gravi problemi alla salute come i tumori.

La seconda teoria del complotto sostiene invece che grazie alle reti 5G “i batteri riuscirebbero a comunicare e a diffondersi più velocemente e densamente” nelle nostre comunità e dunque in questo caso anche il coronavirus sarebbe facilitato nella sua azione. Anche questa ipotesi è stata rilanciata dallo stesso “Daily Star”, citando uno studio del 2011 di alcuni ricercatori della Northeastern University di Boston e di quella di Perugia per cui “i batteri riuscirebbero a comunicare" e diffondersi meglio grazie a un solido supporto elettromagnetico. Uno studio controverso, che non è mai stato pienamente dimostrato. Ma soprattutto, il coronavirus è, appunto, un virus: non un batterio.

Ma tutto ciò non è bastato a placare la psicosi e i dilaganti complottismi online. Anzi, sono stati ritwittati e condivisi anche da alcune personalità del cinema e della tv, come l’attore americano Woody Harrelson o le star televisive anglosassoni Jason Gardiner e Amanda Holden. Oggi in conferenza stampa, il ministro britannico Michael Gove ha definito queste teorie “sciocchezze pericolosissime”. Mentre il capo della sanità britannica Stephen Powis si è detto “assolutamente furioso e disgustato dal comportamento di queste persone che attaccano infrastrutture che invece sono utilissime per combattere l’emergenza coronavirus”.

Anonimo ha detto...

Sarà meglio che studi le guerre ,E come son nate le pandemie. Le onde radio sono per fare guerre e creare infezioni con dei virus da laboratorio. Quando sarai cadavere per infezione respiratorio avrai capito ,Ma sarà troppo tardi.

Anonimo ha detto...

Se ha fomentare queste masse fossero le stesse compagnie telefoniche ??? Cosi riuscirebbero ad apparire come delle vittime, ti sei mai chiesto come si fa a dar fuoco alle antenne e ai pali in acciaio?? C'è qualcosa che non torna in questa favola, sveglia gente

Post più popolari