8 marzo 2017

“Lo so che perderò il posto di lavoro ma basta tacere, si muovono ancora e io non ce la faccio più!”La più grande denuncia del 2016

La fine all’omertà su questo squallido argomento ha una data, in realtà ha anche un nome adesso.
Lui si chiama Mauricio e nel mese di Novembre del 2016 ha deciso di dire basta allo scempio che noi in realtà già conoscevamo come “la strage dei mai nati”.



Loro sono i figli di quelle mucche che vengono macellate nei mattatoi, l’operaio deve aprire con il coltello il ventre della madre gravida e quando il piccolo cade a terra lo trascinano allo scarto. Mauricio ha una coscienza che va oltre il posto di lavoro e decide di filmare il tutto e chiedere aiuto:


“So che perderò il posto ma in realtà lo spero, io o chi come me deve gettare il vitello tra i rifiuti pieni di m….. A volte si muove, come se fosse vivo. Lo facciamo tutti i giorni, almeno cinquanta volte a settimana. In nome di Dio, come si fa ad ucciderli? Delle vacche incinta e dei vitelli che stanno per nascere!”




La pratica è legale, avete capito bene, legale! A seconda della maturità del vitellino si decide se buttarlo direttamente nel tritarifiuti, oppure spellarlo ancora vivo per vendere la pelle per l’abbigliamento. Mauricio ha filmato tutta la macabra procedura, riprendendo anche la parte mostruosa del corridoio della morte. Cioè dove le povere bestie, circa 1500 a settimana, riflettete sul numero, vengono spinte con forconi verso la pistola che li stordirà, purtroppo molti colpi vanno a vuoto e l’animale, per la fretta della produzione, gli verrà tagliata la gola ancora vivo.


Gli animali capiscono cosa sta succedendo, per questo non camminano, sentono i lamenti agonizzanti e vedono il sangue dei loro figli e fratelli. Alcuni stati europei come la Svezia e la Danimarca hanno chiesto, dopo una ribellione di massa che vengano irrigidite le regole della macellazione. I mattatoi sono veri luoghi di tortura, conta solo la produzione e Mauricio ha fatto qualcosa di grande, non verrà dimenticato da molte persone che amano gli animali e che si battono per la loro dignità dalla vita nell’allevamento alla morte per decisione della bestia che è l’uomo. In molti continuano a dire che non vogliono sapere quello arriva sulle loro tavole ma ignorare una realtà non fa venir meno la sofferenza che si cela dietro di essa. Un grazie da parte nostra a quest’uomo che ha deciso di denunciare e un grazie a te che ritenendo orrenda questa pratica condividerai con i tuoi amici, succede anche vicino a te!

20 commenti:

L'ultimo dei Wikimghi ha detto...

Ce ne vorrebbero molti di Mauricio.
Complimenti Mauricio sei nel mio cuore.

Anonimo ha detto...

Guardare in questo video ripreso in candid camera in un supermercato, la coerenza dei carnivori umani
https://www.youtube.com/watch?v=hFZlzseAPWQ

dove e come pensano questi si produca la carne che ogni giorno mettono sul piatto? IPOCRITI ALL'ENNESIMA POTENZA...

Anonimo ha detto...

08:59 ma che cavolo dici?ipocrita per cosa? Tutti non vorremmo mangiare salsicce di grasso,pelo,ossa ecc(oltre ad essere illegale)...ovvio che il video faccia impressione!
Io le faccio in casa e le assicuro che non esisterà un anno senza che le faccia!Detto questo la saluto e viva LA CICCIA DI 1° qualità!! ;)

claude panzeri ha detto...

Avendo un olfatto molto superiore al nostro gli animali capiscono benissimo quando si avvicinano ai mattatoi, l'odore della morte e del terrore dei loro simili li terrorizza mentre stanno ancora nel camion lasciandoci a punto l'odore del terrore della morte. Quando poi il camion giunge al prossimo allevamento per caricare le seguenti vittime quest'ultime capiscono immediatamente cosa succederà.

In reazione al terrore l'adrenalina passa nel sangue rendendo la carne velenosa per il consumo.
Senza contare che mangiare carne di un animale morto terrorizzato alla fine terrorizza anche chi la mangia anche se non ci crede o se non se ne accorge.

C'è chi muore di fame su questa terra, decine di milioni ogni anno. Per produrre 1 chilo di carne ci vogliono 7 chili di cereali. Quanti umani si possono nutrire con 1 chilo di carne et quanti con 7 chili di cereali.

Aldilà di queste mere costatazioni l'uomo avendo un tratto intestinale 13 volte più lungo della sua gabbia toracica è senza nessun possibile dubbio vegetariano per natura.
Non siamo nemmeno onnivori, che si nutrono sia di carne che di vegetali come orsi, cani, galline, ecc.., che hanno il tratto intestinale 7,8 volte la lunghezza della gabbia toracica. I carnivori hanno invece il tratto intestinale più corto perche ci vuole poco a digerire la carne.

Tuttavia ciascuno dovrebbe potersi nutrire come gli pare senza essere giudicato dai vegani e consorti.

Pretenderei solamente che gli animali fossero allevati in buone condizioni, in semi-libertà al minimo ma non rinchiusi; nutriti con cibi naturali, senza antibiotici ne ormoni di crescita, lasciati vivere il tempo di riprodursi una volta per poter compiere un ciclo naturale di esistenza. E poi uccisi con dignità senza lasciarle il tempo di terrorizzarsi.

Anche gli animali hanno un anima, individuale o collettiva. Sanno perfettamente quale fine faranno e lo hanno accettato prima di incarnarsi su questo pianeta.

Gli allevamenti di bovini ed altri producono più gas a effetto serra di tutti mezzi di trasporto umani!!!
Ben che il riscaldamento climatico sia una bufala, facendo conto che non lo sia, allevando milioni, miliardi di animali per mangiarli, roviniamo gli ecosistemi che alla fine uccideranno anche noi...

Comperare carne già pronta nei supermercati o dal macellaio è troppo semplice. Chi vuole mangiarne, allevi l'animale e lo uccida lui stesso. Si capirebbe che l'uomo si affeziona molto al'animale e che prendere un coltello per uccidere non è facile. Quasi tutti ci rinuncerebbero.

Mangiare carne abbassa il tasso vibratorio e ci allontana dal divino.Chiedetevi perche c'è cosi tanta incitazione e pubblicità per farcela mangiare...... Buon appetito !

Anonimo ha detto...

Scusa Claude, apprezzo molto il commento che denota buon senso ed altro di meglio, ma permettimi prego un mio appunto che è il mio punto di vista e cioè: ( I carnivori hanno invece il tratto intestinale più corto perche ci vuole poco a digerire la carne.)
è più corto per poterla espellere in fretta, in quanto produce cadaverine, putrefine ecc., che in un intestino lungo, onde poter avere il tempo di assorbire meglio ed in toto le sostanze nutritive, quando trattasi di carne..., cosa assorbe meglio in toto?.
Un caro saluto.
RNH

claude panzeri ha detto...

Ciao RNH!

Grazie per le tue precisioni. Ci fa capire in somma che anche per i predatori la carne è talmente un veleno che più+ velocemente esce dal tratto intestinale meglio è...

Credo che ognuno si nutre a seconda il suo livello di coscienza. Io mangio sempre meno carne e mi accerto che gli animali consumati siano stati trattati bene ed uccisi con il minimo di traumi.

Già so che in un prossimo futuro non mangerò più carne animale.
Ho ucciso galli, conigli per nutrire la mia famiglia ma è sempre stato una tortura mentale e non lo farò mai più. Per redimermi appena il mio progetto di vita nella natura ed il bosco, in via di concretizzazione sarà realizzato, prenderò cura di animali per farli vivere una vita decente, anzi bella quanto possibile a spesa mia e per il piacere di godere della loro ricca e bellissima compagnia.

Un grande saggio che vive ora nella terra cava ci insegna che nel pollaio quando si deve scegliere quale pollo uccidere si deve osservare quelli che si presentano, senza scappare per farci il dono della loro vita al fine di nutrirci. Ne hanno l'intera consapevolezza. Che lezione, che sacrificio...!!!
Sotterrerò le galline ed i polli che crescerò senza sfruttarli.
Mi emoziono tanto narrando questi fatti per quanto la mia consapevolezza e la mia compassione siano evoluti negli anni.
Certo gli animali sono animali, ma le bestie siamo noi umani fin quando non capiamo ciò che facciamo credendoci al di sopra dei regni del creato ciò che è solo un illusione.

Un caro saluto a te, Claude

Farouq ha detto...

Al centro dello spettro visibile per l'occhio umano si trova il verde, l'occhio è più sensibile verso il verde , cioè abbassando la luce gradualmente molti colori diventano grigi e il verde si distingue ancora, vorrà dire qualcosa?

Jon ha detto...

Tanto di cappello a Mauricio complimenti,persona da stimare e prendere esempio!!!Vorrei complimentarmi anche con Claude e Rnh per aver postato commenti veritieri esprimendo civiltà ed educazione,questo mi rincuora vedendo ogni giorno persone prive di cervello e piene di ignoranza nn pensando alla macabra realtà che si nasconde nella filiera alimentare.Saluti

Anonimo ha detto...

Questo sì è commentare.
Grazie ad ognuno che ha offerto spunti verso la Soluzione.
RNH

Anonimo ha detto...

Mi sento dover aggiungere altro punto di vista.
L'Umano, che volendo potrebbe vivere di solo Prana (aria od energia vitale), può trarre da un pò di cibo vegetale, dove c'è minor violenza, il massimo del nutrimento ed il tratto intestinale lungo permette inoltre di assorbire le sostanze gradualmente, tant'è che in una corsa un erbivoro ha molta più resistenza del carnivoro.
Cari saluti.
RNH

Anonimo ha detto...

No, avete detto molte sciocchezze sulla digestione umana, perdonatemi ma devo rettificare qualcosina.
Parto col dire che la lunghezza del tratto digerente per vegetariani,onnivori e carnivori è una stupidaggine inventata, la dimostrazione potrei farla con esempi animali: La lunghezza intestinale dell'uomo è la medesima degli onnivori, il leone marino ha l'intestino molto lungo rispetto al corpo, più di tanti erbivori...ed è CARNIVORO, la salpa è l'essere vivente con l'intestino più lungo al mondo rispetto al corpo ed è ONNIVORO, la lunghezza intestinale non è un criterio affidabile per discernere carnivori, erbivori ed onnivori.
la storiella(davvero è una storiella senza basi, inventata da chi professa un certo credo, difatti non ha riscontri scientifici) della carne che imputridisce è davvero ridicola(non vi sto sminuendo, occhio, sto solo spiegando cose dimostrate e vere, basta osservare e leggere un libro di anatomia e non un blog tendenzioso), l'intestino e diviso tra crasso e tenue, in quello tenue viene demolito e nel crasso fermenta e "imputridisce" per creare la flora batterica che serve alla rigenerazione enzimatica, che servirà per la completa demolizione del cibo; il tratto in cui la carne fermenta e "imputridisce" è lungo neanche 2 metri, dalla fermentazione e putrefazione deriva la flora batterica...tutto fuorchè tossica.
Lo stomaco umano produce acido cloridrico ed è una tra le sostanze più forti al mondo per decomporre qualsiasi cosa, anche molti metalli si sciolgono in presenza di HCl. Lo stomaco non si scioglie perchè protetto dalle mucose.
E' una spiegazione veloce e frettolosa, ma basta per sconfessare la teoria della lunghezza dell'intestino rispetto ad erbivori/carnivori/onnivori/.
L'uomo si è evoluto nel tempo diventando onnivoro, questo ci ha aiutato nei millenni per poter evolverci ed avere energie sufficienti.
Per quanto riguarda la dentatura, è esattamente conforme a ciò che abbiam mangiato in millenni di evoluzione...abbiamo ancora i canini leggermente sporgenti, sintomo di una dentatura forte e atta a staccare e tritare anche la carne.
La carne ci ha dato la possibilità di assorbire energie in poco tempo e permettere azioni di grande dispendio energetico rispetto al tempo di assunzione di materie prime...un ruminante mangia per un tempo lunghissimo nell'arco di un giorno, l'uomo con la carne in poco tempo mangiava e avere energie sufficiente per compiere altre funzioni...parlo di migliaia e migliaia di anni fa.
Testimonianze storiche di pitture rupestri fan vedere la caccia agli animali dell'epoca e non il ruminare.
Col tempo l'intelligenza umana ha aiutato l'uomo nel suo adattamento al cibo,diventando onnivoro e rischiando molto meno di altre specie viventi di rimanere senza cibo.
Rispetto i vegetariani come rispetto i carnivori e gli onnivori, sopratutto perchè molti diventano vegetariani per la loro sensibilità agli animali, d'altro canto rispetto anche i carnivori e non cerco di far cambiare opinione inventando teorie astruse sulle conformazioni fisiche dell'uomo e su altre mere teorie.
Da me si ammazza ancora il maiale(pistola), galline e conigli, apprezzo il genere animale sotto tutte le sue forme, lo rispetto e rispetto anche la mia decisione nel cibarmi di loro e sopratutto rispetto anche i VEGETARIANI/VEGANI, ma di sicuro non vado da loro a imporgli di non mangiare verdure, quindi apprezzerei la stessa cosa da loro.
Un saluto a tutti...vegani, vegetariani, carnivori e onnivori.

Anonimo ha detto...

quindi una mucca corre più di un ghepardo RNH?
Son queste le teorie bizzarre che non accetto...sono teorie inventate e sconfessabili sul nascere, perchè se fosse come dici tu....un ghepardo, un leopardo, un lupo, o qualsiasi altro predatore, non riuscirebbe a raggiungere una gazzella, uno gnu, una renna ecc...
Un ghepardo corre fino a 130km/h e la gazzella, suo rivale per storicità, no...quindi...

Anonimo ha detto...

non avete letto bene....L'UOMO POTREBBE VIVERE DI SOLO PRANA???????????????????
Provo a rimanere tranquillo che è meglio......RNH se non ti nutri di sostanze MUORI!Il prana non si mangia, non ti da sostanze nutritive, non di da vitamine, proteine, carboidrati e neanche l'acqua(fonte indispensabile per campare)...non cadiamo nel ridicolo perfavore.
Se sei vivo è perchè mangi, al 100% tu non ti "nutri di solo prana", sennò non stavi qui a scrivere!

claude panzeri ha detto...

12,09

Lei è il super scienziato dei commenti sulla reincarnazione. Senza dubbi "intelligente"...

Noto pero che il suo intervento si limita a contraddire la "storiella" della lunghezza del tratto intestinale. Anche a me non piace che mi sia detto cosa mangiare da estremisti. Va bene m'inchino non essendo, a punto, un scienziato ma solamente uno psychopédagogue e per darle ragione una volta buona perche apparentemente ne ha tanto bisogno...
Doveva essere un po troppo vegano il testo che pretendeva tale asserzione... E comunque c'ero arrivato da solo al fatto che senza carne tante regioni fredde e senza vegetali del mondo non sarebbero state colonizzate dall'uomo. Diciamo pero che all'epoca ci si nutriva per lo più di animali selvaggi e non dei maiali rinchiusi negli Auschwitz porcini del nord Italia.
Poi ciò che è stato necessario nel passato potrebbe anche essere trasceso oggi allora che si prende coscienza dei diritti degli animali dopo quelli degli uomini, che tra l'altro non sono per niente rispettati. Certo l'evoluzione della coscienza potrebbe essere un po più rapida che quella dei denti. che ne dice?

Ma, sul resto del mio commento, non hai niente da dire?

Confermo che migliaia di persone si nutrono solo du prana, o Luce se vogliamo. Non solo in India ma in Europa. Poi che essendo in essenza Esseri energetici, non sono i nutrimenti fisici che ci alimentano ma la Luce che essi contengono.

Per cio che riguarda la scienza. Chi ha detto che è affidabile? I secoli di riflessione dei più grandi saggi e pensatori della filosofia e della religione da lei citati avevano già partorito le loro "dimostrabili" teorie quando Galileo fu imprigionato facendo la prova scientifica del sistema eliocentrico nel quale orbita la terra, no?

La scienza sbagliava o meglio non c'era ancora arrivato, giusto? Quindi si può affermare che la scienza sta in continua evoluzione e si adatta alle scoperte innovative; solamente pero dopo aver talmente resistito, non esitando ad uccidere chi la rimette in causa; che non può che adattarsi a nuove realtà e comprensioni.

Questo vale ancora oggi o sbaglio?

Lei non porta solo acqua al suo mulino, ma il fiume Amazone, il Nilo ed altri.

Io conosco gente che non mangia ne beve da anni. Vuole i nomi ed indirizzi?

Detto questo, la comprendo, hahaha! In questa incarnazione lei sta sperimentando l'approccio scientifico ottuso e niente potrà mai farla rimettersi in questione. Ben venga perche è proprio questa incapacità che diventa il motore di altri approcci dalla parte di gente che sa rimettersi in causa lasciando i sentieri battuti per aprire altre vie di comprensione del creato. Buona continuazione ed alzi il piede prima di andare inesorabilmente sbattere nel muro che Dio finisce sempre per mettere davanti agli prepotenti.

Detto questo, in fretta perche ho cose davvero importanti da fare nell'orto di famiglia, vi saluto cordialmente.

Anonimo ha detto...

Ho fatto poco fa un commento sulla reincarnazione, si!Ma di sicuro non ho scritto ne esposto che sono un super scienziato intelligente(le sue parole suonano come denigratorie, anche se dire intelligente non lo è affatto, quindi non mi sento denigrato...anzi), ho scritto ciò che centinaia di anni di studio ci hanno portato a scoprire, la reincarnazione non ha prove e cozza con tutto ciò che è dimostrato(ripeto DIMOSTRATO) fino ad oggi, se lei pensa che ci sia qualcosa da scoprire che ancora non sappiamo e che potrebbe verificare la reincarnazione OK, ma fino a che non ci sarà, la reincarnazione rimane impossibile...ergo...ho ragione e lei no...semplice(parlare di ipotesi e cose non vere, ne dimostrabili non sono prove e non porta alla ragione).
No panzeri, senza cibo e acqua si muore, la luce non ti idrata, la luce non ti da energia chimica per la sintesi di elementi nutritivi atti al funzionamento organico, senza acqua le tue cellule degenerano fino a morire, stessa cosa per le sostanze nutritive nel cibo, le tue catene ribonucleiche si spezzerebbro e le tue cellule non si riprodurrebbero in quanto la luce non ha le sostanze nutritive per il tuo corpo, neanche i vegetali utilizzano solo la luce per la fotosintesi chimica e naturale degli elementi e NOI NON SIAMO NEANCHE VEGETALI! Esistono forme animali complesse che non bevono e non mangiano?NO...NESSUNA neanche i microbi e batteri, quindi il mondo animale non vive di solo sole! Anche gli stromatoliti(antichissimi e semplici) non si cibavano di sola luce!
Se scrive che esistono tali persone, al 100% o la hanno ingannata o non esistono e se li è inventati.
Ho letto parecchie storie di indù e buddisti che dicono di non mangiare e bere, ma ciò non è fisicamente possibile, quindi o mangiano e bevono di nascosto o è solo una storiella inventata per compiacere i seguaci!
Dire che esiste gente che si nutre solo di sole è falso ed ipocrita, provi a stare senza mangiare e bere alla luce del sole per 5 giorni, morirebbe al 1000%!E non è contemplato un cucchiao di nulla ne tantomeno 2cc di acqua!
Se pensa che sia vero lo faccia, ma dubito che rischierebbe la vita per mero ego!
Lo scienziato intelligentone la invita a studiare prima come funziona una cosa e poi magari a sconfessarla, sennò rimane solo un credulone di articoli di abili ingannatori.
Vada a fare l'orto vada, e non dia acqua e terra(sostanze nutritive) alle piante...han bisogno di sola "luce" ahahahahaha
Molti internauti ormai la han già classificata come fesso, ipocrita indisponente tipico di chi pensa di essere uno "psicopedagogo", ma invece non lo è.
Non devo aggiungere nientaltro, lei fa tutto da solo ahah.

PS: oggi la scienza non deve ancora arrivare a capire se l'uomo è onnivoro o meno e neanche a capire come vivere solo con la luce solare senza bere ne mangiare, semplicemente perchè abbiamo già scoperto tutto ciò che ci serve per affermare ciò che lei non crede(si chiama ignoranza la sua)!
Questi argomenti sono ormai acclarati e datati, non stiam parlando ne di domande esistenziali ne di cosa c'è su un altro pianeta, cose che la scienza sta ancora scoprendo!
Lei non è una persona logica e razionale, quindi inetta a tali argomentazioni.

Anonimo ha detto...

Giusto o sbagliato che sia, sono nato in un pianeta dove come minimo il novanta per cento della popolazione si nutre di carne, non vedo perché dovrei sentirmi in colpa, e comunque la mia dieta comprende carne pesce e vegetali (essere umano = onnivoro). In colpa si devono sentire gli spreconi e chi ama torturare le bestie. Poi ognuno nella vita sarà libero di mangiare ciò che meglio crede: insetti, piante, escrementi, dipende dai gusti. Per quanto mi riguarda ogni forma di estremismo è sintomo di problemi mentali, per capirci, la persona che si altera perché mangio un pezzo di carne o bevo del latte, per me non sta bene di testa.

Anonimo ha detto...

vero 12:49, la tortura delle bestie da macello è eliminabile, ovvio che però devo ucciderle...mica accarezzarle, quindi ok alla non tortura ma la morte non gliela toglie nessuno.
Fino a pochi decenni fa dove abito si allevavano maiali in famiglia e la loro uccisione è sempre stata sacra, un giorno di festa per la "salvezza" che la ciccia di maiale donava! Quella gente era "cattiva" secondo voi?
Cmq io mangio carne, se allevata bene ottimo, se allevata male e maltrattato l'animale in modo assurdo...non va assolutamente bene, ma mangio carne e mi piace, sono onnivoro e non rompo le scatole a vegani e vegetariani, quindi vorrei che non mi si impedisse di farlo!

panzericlaude ha detto...

Anonimo signore 13.51. Essendomi zappato il piede talmente ridevo mentre un nano, un essere assolutamente reale tra i tanti spiriti della natura; che gentilmente stabilisce un equilibro tra le forze cosmiche e telluriche nel mio orto mi trasmetteva telepaticamente le vostre parole. Approfittando della pausa mentre mia compagna mi medica devo dirle che lei si dilunga tanto, anzi tantissimo e perde tanta energia a voler convincere chi, mi sa lei stesso.
Non riprenderò certamente punto dopo punto ciò che scrivete. E vorrei specificare che è lei che commenta i miei commenti e non l'incontrario. Perche non si accontenta di commentare l'articolo di TRT?
Io leggo un articolo e provo di criticarlo positivamente aggiungendo informazioni che penso possono essere utile.

Dunque, non potrebbe essere possibile che lei non abbia mai avuto la possibilità di essere informato su certe cose, come per esempio la possibilità di sopra vivere senza nutrirsi ne bere? Paragonare l'uomo con gli ortaggi che hanno bisogno d'acqua come lo fate senza apparentemente che questo vi ponga un problema mi ispira una battuta che vi risparmio...

Non essere a conoscenza di certe cose non ne impedisce l'esistenza, la realtà. Ciò che è intangibile per voi non lo è per tutti. Ci sono prove a pallate della tangibilità di ciò che la scienza ritiene intangibile. Non sarò certamente io a fornirvele. C'è verosimilmente incompatibilità con il grado di coscienza da lei raggiunto, o dovrei scrivere, non raggiunto...

Ma davvero lei pensa che la cosi detta scienza ufficiale non sia manipolata e corrotta quanto a tutti i reparti delle nostre società occidentali? Se è cosi con me no ha niente da condividere. Mi sembra invece che c'è una comunità di pensiero tra una parte non indifferente dei lettori che non sono urtati dai miei scritti, lo ha notato?

Ma cosa pensa di dimostrare esattamente, che io sbaglio e lei abbia ragione? Ci sono divergenze di pensiero, punto. Può capitare e non è grave. Se lei crede alle cazzate del Big bang, al darwinismo, alla nascita prima della materia e poi, casualmente della coscienza, all'onnipotenza della scienza ben venga. Non è il caso di tutti. Ma io vi rompo le palle a convincervi che sbagliate? Non mi risulta proprio. Invece sembrate torturato di dimostrare che la ragione sia dalla vostra parte. Mica per caso perche anche lei ha certi dubbi...?

Ripeto, non voglio convincere nessuno ne tacerò la mia comprensione del creato perche un buffone pretende che sto nell'errore. Buffone perche lei insista in un modo psicotico.

A me risulta che dovreste dare retta alla piccola voce interiore che vi sussurra che i fondamenti stessi delle vostre credenze e saperi zoppicano. Invece resistete angosciato di intuire che tutta la costruzione pseudoscientifica che regge la vostra limitata comprensione tremi nelle basi stesse di quest'edificio traballante quanto incerto.
Lei non mi da nessun fastidio e suscita sola la mia compassione.

Si rassicuri come può e mi molli per favore perche le ho dedicato ben troppo tempo. Non avrà mai l'ultima parola con me fin che i vostri "ragionamenti" non evolveranno un tantino. Si tenga le sue certezze e si limiti a commentare gli articoli e non i miei commenti! Perche lei ragiona come un fossile ottuso allora che un nuova paradigma vige su questo mondo che con la sua impermeabilità congenita è tragicamente incapace di afferrare.

Poi, ma non se la prenda cosi a cuore, stiamo solo scambiando idee. Percepisco benissimo che lei non è di malafede e sarà verosimilmente una persona per bene. Vi prego di accettare le mie scuse se vi ho offeso. Alla fine calco le mie risposte sul vostro tono perentorio ma ora non mi diverte più, anzi è diventato pesante... Vi saluto cordialmente!

Anonimo ha detto...

No vabbè, tutto questo papiro per dire che crede di rimanere in vita senza mangiare e bere ahahahahaha.
Lei è mentalmente instabile, ma davvero molto instabile.
Scommetto che non ha mai provato a fare lo sciopero della fame e della sete eheh, ci provi, poi ci faccia sapere da sua moglie dove venire a porgerle un fiore ahahahah.
Guardi...prima dice che non vuole perdere tempo con me, poi però scrivere un papiro dicendomi che non avrò mai l'ultima parola ahahah, lei è molto confuso, forse sarà la sua età o il fatto di avere gravi problemi, perchè sennò non si spiega uno che va blaterando di gente che vive senza bere e mangiare e dell'essere umano che è naturalmente vegetariano.
Lei frequenta troppo i blog da 4 soldi, le consiglio di andare in biblioteca!
La scienza da risposte, le favole no.
Mi dica, signor sparapappole, crede di più ad un articolo stupido di internet che ha centinaia di anni di studi in materia?
Purtroppo chi nasce quadrato non può morire tondo, come chi nasce ignorante e continua ad esserlo fino alla sua età...ormai il danno è fatto, è pregato, sempre se li ha, di non tramandare la sua ignoranza ai nipoti.
buona serata credulone.

PS: mentre stasera farà cena con la roba preparata da sua moglie, si domandi perchè sta mangiando, tanto potrebbe farne a meno; dopo rifletta su quello che mi ha scritto è provi a pensare alla grande ipocrisia delle sue parole ;)

Anonimo ha detto...

Il cibo è informazione e come tale ha bisogno di un “software” adeguato per essere gestita in modo corretto, ma non basta, a volte c'è bisogno anche di un “sistema operativo” adeguato, per non parlare del Cuore o BIOS.
A software obsoleti competono certe informazioni obsolete che lasciano il tempo che trovano, come succede spesso nella “scienza” o perlomeno quella “conoscenza” ritenuta in quel modo.
Spesso gli aggiornamenti non producono un buon risultato e diventa necessario cambiare sistema operativo, o più ancora anche il (PC) stesso.
Buona Vita.
RNH