loading...

Usa, dopo 22 mesi ritorna sulla Terra lo shuttle "top secret"

Per molti analisti il piccolo shuttle X-37B servirebbe per spiare satelliti stranieri Dopo 22 mesi in orbita ieri un aereo spaziale è atterrato sulla Terra nella Vandenberg Air Force Base in California anche se la sua missione continua a rimanere avvolta nel mistero.
Il suo nome in codice è X-37B, un piccolo shuttle lanciato l'11 dicembre 2012, per una operazione che i funzionari del governo americano hanno definito segreta. Secondo alcuni analisti X-37B potrebbe essere una piattaforma in grado di spiare attraverso i satelliti degli altri Paesi dallo spazio. Nonostante i dubbi sulla sua reale missione, gli Stati Uniti hanno da sempre negato che la navetta spaziale possa essere stata impiegata come un arma in grado di controllare o mandare in tilt i satelliti dei stati. All'esterno delle speculazioni quello che si sa di X-37B - sempre secondo quanto dichiarato da l'Air Force americana - è che starebbe testando una serie di shuttle riutilizzabili e che sarebbe usato per condurre esperimenti non ben definiti. L'ultima missione è la terza portata a termine dal velivolo: la prima era durata otto mesi, la seconda 15 e questa 22 mesi. X-37B è stato costruito dall'americana Boeing, pesa cinque tonnellate e misura circa 8,8 metri di lunghezza. Viaggia a 25 volte la velocità del suono e viene lanciato attraverso un razzo per poi rientrare sulla Terra come un aeroplano.

Nessun commento: