CAMPANIA E BASILICATA: TERREMOTI ANOMALI


di Gianni Lannes
I dati ufficiali dell'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia parlano chiaro: nella giornata di ieri sono state registrate ben cinque scosse di magnitudo momento superiore a 2 (scala Richter), di cui due pari a 3.7. Come sempre l'ipocentro, ossia la profondità, è superficiale: in questo caso addirittura di soli 2 chilometri.
Quali sono le cause? Si tratta di movimenti naturali, oppure di sollecitazioni artificiali?
Un fatto è certo: nell'area marina del Mar Tirreno prospiciente Campania, Lucania, Calabria e Sicilia, sorge sotto'acqua il più grande vulcano attivo d'Europa. Il gigante Marsili con i suoi 3 mila metri di altezza è oggetto di trivellazioni da parte della società Eurobulding - autorizzata dallo Stato italiano - per ricavarne energia geotermica. Nella medesima area geografica, sempre su autorizzazione del governo tricolore sono in atto trivellazioni anche della vulnerabile ed esplosiva area dei Campi Flegrei.

Non è tutto:  c'è un altro vulcano, il Vesuvio, che secondo gli esperti potrebbe eruttare pericolosamente da un momento all'altro, mentre i piani di sicurezza per la popolazione dell'area più densamente abitata d'Italia - ad opera della cosiddetta Protezione civile - addirittura risalgono ad anni addietro e risultano obsoleti. Anche il più importante e qualificato vulcanologo al mondo, il professor Nakada, recentemente ha pubblicamente segnalato il pericolo. E prima di lui il medesimo allarme era stato lanciato dal professor Dobran, uno dei più significativi studiosi degli Stati Uniti d'America.

Infine, è in atto sotto gli occhi di una popolazione ignara, la geoingeneria ambientale: vale a dire una guerra non convenzionale sotto regia del Pentagono e della Nasa, per controllare il clima, a danno però di gran parte dell'umanità ed in palese violazione del Trattato internazionale denominato Enmod risalente al 1978.

Nel 2002 il governo Berlusconi ha firmato un accordo con gli U.S.A., in parte sottoposto a segreto di Stati, atto a manipolare appunto il clima: un atto di evidente violazione della Costituzione, in particolare dell'articolo 32 a tutela della salute, nonché delle normative di protezione sanitaria ed ambientale, e non ultima la Convenzione europea di Aarhus, ratificata con legge statale numero 108 del 2001. Singolare coincidenza: dal 2003 ai giorni nostri l'INGV ha registrato un incremento esponenziale dell'attività sismica, anche in aree asismiche. Inoltre, si registrano notevoli aberrazioni elettromagnetiche. Infine, è in atto in Italia da 11 anni, ma i primi esperimenti in Sardegna da parte della Nasa e del Max Planck Institute risalgono al 1963, di bombardamento chimico dell'aria (chemtrails) con alluminio, bario, litio, torio e polimeri artificiali, con gravi conseguenze per salute delle persone. Certo, gran parte d'Italia è a rischio sismico, tranne la Sardegna, ma nel nostro caso la sismcità maturale è un insospettabile paravento per le forze armate di Washington.

La tecnologia bellica ha superato la fantasia umana da un bel pezzo. Tranquilli: ci vogliono tutti a cuccia, servili e obbedienti per sterminarci a puntino, con contorno di sciacalli negazionisti, decerebrati ed ignoranti, usati per narcotizzare il rischio.

                                                                        riferimenti:


    https://www.fas.org/sgp/congress/2001/hr2977.pdf


http://sulatestagiannilannes.blogspot.it/search?q=TERREMOTI

http://sulatestagiannilannes.blogspot.it/search?q=MARSILI

http://sulatestagiannilannes.blogspot.it/search?q=vesuvio

http://sulatestagiannilannes.blogspot.it/search?q=haarp
    
http://sulatestagiannilannes.blogspot.it/search?q=SCIE+CHIMICHE
http://sulatestagiannilannes.blogspot.it/search?q=NATO
http://sulatestagiannilannes.blogspot.it/search?q=CHEMTRAILS

 http://sulatestagiannilannes.blogspot.it/search?q=TERRA+MUTA
  
http://www.youtube.com/user/owningtheweather



SALERNO 22-23 gennaio 2014 AGGIORNAMENTO ORE 03:00: Sono fino ad ora 5 gli eventi sismici registrati a Sud di Salerno in Campania. La prima scossa di M 3.7 è stata registrata alle ore 20:35 LT seguita alle ore 23:44 LT da un nuovo terremoto sempre di M 3.7 ma molto superficiale (2 Km di profondità) rispetto al primo la cui profondità ipocentrale è stimata in 6,3 Km. A seguire alle ore 00:25 LT un terremoto di M 2.2 e due minuti dopo alle ore 00:27 LT ancora M 2.2 ma con epicentro spostato più ad Ovest in prossimità della costa. Alle ore 01:37 LT un terremoto di M 2.6 è stato registrato più a Nord nei pressi di Battipaglia con epicentro in mare. I primi 4 epicentri sono localizzati nei pressi dei comuni di Roccadaspide e Capaccio.

SEGUITECI SU FACEBOOK!!!

2 commenti:

Anonimo ha detto...

Quello che mi fa diventar ilare, sta nel fatto che, vorrebbero attribuire una qualche strage ed ivi imputarla a fatti e tipologie del tutto naturali.
Si sta' cercando di stimolare un punto e vari per???
Solo test?
Ah gia' dimenticavo ...e' a fin di bene.

Unknown ha detto...

Cose assurde.una zona delicata come la nostra si permettono di trivellare credetemi io non ho più parole non so più a cosa pensare

 SEGUICI SENZA CENSURA SU TELEGRAM

 SEGUICI SENZA CENSURA SU TELEGRAM