NO CENSURA SOSTIENI LA LIBERA INFORMAZIONE

Vespa killer in arrivo dalla Cina

6 dic 2013 - Oltre a merci di ogni sorta, sbarca dalla Cina un micidiale insetto capace di uccidere
Oltre alle merci cinesi, arriva un’altra minaccia….questa volta per la salute. Dal grande paese asiatico, insieme a pacchi di jeans, calcolatrici e giocattoli, giunge un insetto spaventoso. 
Si tratta della  vespa più grande al mondo, il calabrone yak-killer, noto anche con il nome scentifico di “vespa mandarina”, spaventa anche l’Europa. 

3Lungo oltre 5 cm, questo calabrone ha causato la morte di più di 40  persone solo in Cina. E’ un esemplare tipico delle zone della Cina  appunto, ma anche dell’India, Sri Lanka, Corea, Nepal e Giappone
Secondo alcuni a causa dei viaggi per il trasporto di merci e di  persone, questo pericoloso calabrone sta per diffondersi anche in  Europa. I calabroni yak killer potrebbero anche riprodursi e creare  nuovi habitat.

5 commenti:

Anonimo ha detto...

Se non sbaglio sono già un paio di anni che li vedo in giro. Sinceramente fanno un po' paura grandi come sono

Helleius ha detto...

Ne ho individuata gia una nel toscano, preciso il puno esatto sulle colline lastrigiane.

Anonimo ha detto...

Siamo messi bene...ogni volta ce ne è sempre una peggiore dell'altra... ma buone notizie non ce ne sono mai in questo nostro paese disastrato? Caspita,tra le tante disgrazie che abbiamo sul groppone mò ci mancavano anche i calabroni killer che arrivano dalla Cina. Poi oltretutto io ho anche la sfiga che se c'è una vespa,o un ape o un calabrone nei dintorni,inevitabilmente mi punge,oppure quando sono al mare se c'è una medusa mi becca,come d'estate(e non solo d'estate)divorato dalle zanzare. Quindi che dire... facciamo i dovuti scongiuri... e speriamo bene!!!

conte rovescio ha detto...

buongiorno! la vespa in questione è già in Italia da diversi anni.Difatti Liguria e Toscana ne hanno già avuto modo di notarle, filmarle, fotografarle. Che dire....

Anonimo ha detto...

Cari lettori, l'articolo dice che in cina ha causato 40 morti(senza specificare in quanto tempo) e ricordate che li sono 3miliardi. Deduco, anche senza essere un matematico, che la mortalita dovuta a questo inzetto é molto bassa. Ricordate che ci sono da semprenel nostro territorio api e calabroni che gia hanno la capacitâ di uccidere. Quindi, in conclusione, ringrazio gli amici del blog per la notizia, ma da qui a creare allarmismi e a preoccuparsi come leggo nei vostri commenti, penso che ci sia veramente un abisso.

NO CENSURA SOSTIENI LA LIBERA INFORMAZIONE