Altro che fallimento: l’euro sta provocando ciò per cui è stato progettato dall’elite


L'Euro ha centrato il suo obiettivo: ovvero quello di distruggere le nazioni europee in soli 10 anni! "L’idea che l’Euro sia un fallimento è stupidamente errata, l’Euro sta provocando ciò per cui è stato progettato dal suo ideatore e da quel 1% di oligarchi che l’hanno imposto".
Così ha scritto il giornalista americano Greg Palast sul Guardian del 26 giugno 2012, ricordando che "l’ideatore", Robert Mundell, ha sempre visto la sua creatura (l’euro) come l’arma che avrebbe spazzato via norme e regolamenti sul lavoro: "Ho conosciuto Mundell tramite il mio docente universitario Milton Friedman".


Palast descrive bene l’idea di Mundell:

"L’Euro inizia davvero a svolgere il suo compito in tempi di crisi, infatti la moneta unica e soprannazionale toglie ai governi eletti la possibilità di usare politiche creditizie e fiscali capaci di farci uscire dalla crisi, in quanto pone le politiche monetarie al di fuori dalla portata dei politici (eletti) e, senza queste prerogative, l’unico modo che hanno i governi per cercare di mantenere i posti di lavoro è quello di ridurre regole e diritti verso imprese e lavoratori, tutto nel nome della concorrenza". Per Mundell niente deve interferire col MERCATO.

Palast continua dicendo che Mundell gli spiegava che "l’euro è tutt’uno con la Reaganomics; la disciplina monetaria impone la disciplina fiscale ed agisce anche sui politici (servi del mercato invisibile… sic), e quando la crisi morde allora alle nazioni resta ben poco da fare se non liberalizzare, privatizzare, deregolamentare e soprattutto distruggere il welfare garantito dallo Stato".

Il termine "riforme strutturali" non è altro che un eufemismo per nascondere l’annullamento dei diritti dei lavoratori (e degli imprenditori…), Mundell sostiene che “l’unione monetaria è una guerra di classe con altri mezzi” (la classe oligarchica contro il 99% dei cittadini). [informarexresistere.fr].

SEGUICI SENZA CENSURE SU TELEGRAM

3 commenti:

Mikahel ha detto...

Credo si assolutamente una disamina corretta, nulla da eccepire, l'incapacita' dei governi di autogovernarsi li rende instabili e alla merce' di coloro che siedono su troni lontani dai cittadini.

La cosa assurda e che noi cittadini ancora chiediamo e crediamo nella "demo"crazia, quando questi la usano per creare l'oligarchia.
D'altronde fu l'ebreo Karl Marx uno dei creatori dell'idea comunista.

barbaranotav ha detto...

assolutamente d'accordo. L'ho scritto più di un anno fa sul mio blog. Mentre la sinistra faceva i suoi soliti panegirici per incolpare la Germania di aver corrotto e nazistizzato il progetto di quell'eden che sarebbe stata l'Europa bastava ESAMINARE la nascita del protetto STATI UNITI D'EUROPA, nato dall'intelligence americana per la mente di Donovan nei primi anni 50.
Bastava analizzare questi padri fondatori che dalla sinistra sono stati mitizzati come angeli mentre erano generali NATO, BANCHIERI e feccia varia.
Quando cominciarono i primi mugugni contro la troika, non potendo più NASCONDERE LA NATURA MALVAGIA DELLA UE che la sinistra venera senza se e senza ma, si doveva cercare un colpevole che aveva sporcato questo idilliaco progetto.
Peccato che durante la costruzione di questo progetto, dagli anni 50 ad oggi, passando dallo SME alla CEE, dal trattato di maachstricht al trattato di Lisbona, ancora si incensa il nostro boia.
A casa mia si chiama collaborazionismo

Anonimo ha detto...

poveri noi fra un po altro ke calcio e bellavita... nn avremo neanke i soldi per mangiare... e nn sn un catastrofista nn voglio essere preso in giro e mi informo prima di parlare e dire quello ke penso... faranno cm cipro in italia... io i soldi li ho levati dalla banca nn aspetto quando e troppo tardi

Post più popolari

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...