NO CENSURA SOSTIENI LA LIBERA INFORMAZIONE

31 marzo-Operazione Global Blackout: Gli hackers hanno intenzione di spegnere Internet disattivando i principali server DNS

Il gruppo di hacker noto come Anonymous intende attaccare i server principali che controllano l'instradamento di tutto il traffico internet. I DNS, o Domain Name Servers, sono una spina dorsale critica del web e permettono agli internauti di raggiungere siti web digitando un nome dominio nei loro browser. Una volta che un particolare sito Web viene richiesto, una query viene inviata ad un domain name server, che reindirizza l'indirizzo web ad un determinato indirizzo IP sul web. Senza questi server, l'accesso ai siti web attraverso i mezzi tradizionali (digitando un 'dot com') diventa impossibile, perché non vi è alcun modo per indirizzare il traffico verso la giusta destinazione del sito web.
Secondo una dichiarazione rilasciata da Anonymous,  questi server saranno presi di mira Sabato, 31 marzo.

Anonymous dice che non hanno intenzione di 'uccidere' internet completamente, ma piuttosto, il fine dell'operazione Blackout 2012 è una temporanea rimozione di Internet dove "fa più male." Secondo il gruppo, l'operazione viene effettuata per:
... protestare contro SOPA, Wallstreet, i nostri leader irresponsabili e gli amati banchieri che stanno affamando il mondo per i propri bisogni egoistici per puro divertimento sadico, il 31 marzo, anonymous spegnerà Internet. ( fonte )

Estratto dalla dichiarazione:
Cittadini degli Stati Uniti, siamo Anonymous.
Si tratta di un allarme di emergenza urgente a tutte le persone degli Stati Uniti. Il giorno che tutti stavamo aspettando purtroppo è arrivato. Gli Stati Uniti stanno censurando internet. La nostra risposta chiara è che non ce ne staremo seduti mentre i nostri diritti vengono portati via dal governo di cui ci siamo fidati per difenderli. Questa non è una chiamata alle armi, ma una chiamata al riconoscimento e all'azione!
Il governo degli Stati Uniti ha ideato questo modo corrotto di darci un falso senso di libertà. Pensiamo di essere liberi e di poter fare quello che vogliamo, ma in realtà siamo molto limitati e ristretti, riguardo a quello che possiamo fare, a come possiamo pensare, e anche al modo di conseguire la nostra educazione. Siamo stati così distratti da questo miraggio di libertà, che abbiamo raggiunto proprio quello da cui stavamo cercando di fuggire.
Per troppo tempo, siamo stati inattivi mentre i nostri fratelli e sorelle venivano arrestati. Durante questo periodo, il governo ha tramato, progettando modi per aumentare la censura attraverso mezzi per bloccare ISP, blocchi DNS, censura dei motori di ricerca, censura siti web, e una varietà di altri metodi che si oppongono direttamente ai valori e alle idee sia di Anonymous che dei padri fondatori di questo paese, che hanno creduto nella libertà di parola e di stampa!
Gli Stati Uniti spesso vengono utilizzati come esempio di paese ideale libero. Quando l'unica nazione che è nota per la sua libertà e per i suoi diritti comincia ad abusare del suo popolo, questo è il momento di combattere, perché gli altri seguiranno presto. 
Se questa ultima minaccia sarà effettuata, metterà in evidenza i significativi rischi per la sicurezza inerenti ad internet come esiste oggi. Secondo numerosi rapporti, compresi quelli del capo della US Cyber ​​Security, Generale Keith Alexander, infrastrutture, commercio e trasporto sono suscettibili di attacchi che potrebbero danneggiare apparecchiature fisiche come macchine da migliaia di tonnellate, causare interruzioni di corrente diffuse, e incidere in tempo reale sui sistemi di erogazione che mantengono il flusso di cibo, gas e commercio.
Se Anonymous è in grado di attaccare i principali server DNS per smontare il web, anche solo per un giorno, sarebbe una dimostrazione di quanto sia davvero fragile il nostro intero sistema di vita. Anche se gli hacker di Anonymous, indubbiamente includono alcuni dei migliori e più brillanti esperti di informatica in circolazione, probabilmente impallidirebbero in confronto alla potenza cumulativa degli hacker che operano sotto il patrocinio di un grande governo Asiatico (senza fare nomi), o una rete coordinata di terroristi canaglia che non agisce per fini di protesta, ma devastazione.
Se un tale attacco dovesse essere scatenato, gli esperti di terrorismo degli Stati Uniti suggeriscono che un abbattimento coordinato di tutti gli Stati Uniti potrebbe essere eseguito in appena 15 minuti

1 commento:

Eisterman ha detto...

La dichiarazione è stata falsata.
Non hanno mai detto una cosa del genere e lo hanno ribadito ieri.

NO CENSURA SOSTIENI LA LIBERA INFORMAZIONE