Il nord è inquinato come il sud,rifiuti tossici interrati dappertutto! Ma questo nessuno ve lo dice !!

Se pensate che i rifiuti tossici sono interrati solo al sud vi sbagliate di grosso.Anche il nord è TOTALMENTE inquinato,ma nessuno ve lo dice.Ecco dove.



Se credete che il fenomeno dei rifiuti interrati riguarda solo il Sud, vi sbagliate di grosso, infatti dalle risaie del Vercellese a Pordenone, il terreno della Valpadana è risultato altamente inquinato a causa di rifiuti tossici, scorie radioattive ed ex terreni industriali in attesa di bonifica.

Anche il Nord è fortemente compromesso e le sue terre bruciano come al sud. Quelle pubblicità come la Pomì, che esaltano la provenienza padana dei suoi pomodori come garanzia, hanno torto marcio. Tra le risaie del Vercellese, è presente una delle più grandi discariche di rifiuti nucleari italiani, scarti di quelle centrali atomiche chiuse nel 1987, ma che continuano ad inquinare l’aria, la terra e l’acqua.

In quelle zone sono presenti oltre il 90% delle scorie radioattive prodotte in Italia, e le mura in cemento che dovrebbero contenere questi scarti nucleari altamente pericolosi, dopo tanti anni, sono irrimediabilmente danneggiate rilasciando continuamente liquami radioattivi nelle acque del fiume Dora e nel Po. Nei terreni circostanti ai depositi nucleari, viene coltivato il riso tra il più venduto nel mondo.

Anche in Veneto non se la passano bene. Infatti Porto Marghera è una delle terre più contaminate d’Europa, la zona è completamente disseminata di impianti, oramai quasi totalmente dismessi, con scarti e scorie di lavorazione ancora da bonificare.
Un altro caso decisamente preoccupante è Ispra, una cittadina sul versante lombardo del lago Maggiore, in provincia di Varese. In questa città per decenni era in funzione una piccola centrale nucleare dell’Enea, e dove credete che venivano scaricate le scorie ed i liquami? Direttamente nelle acque del lago. Attualmente nella provincia di Varese c’è la più alta incidenza di carcinomi mammari, ogni anno si registrano circa 800 donne affette da questa patologia.
Per concludere in Friuli Venezia Giulia, una ricerca della Asl di Pordenone parla di acque superficiali “a rischio contaminazione“, da idrocarburi rinvenuti nelle acque di falda vicine all’aeroporto militare Usa di Aviano, dove negli anni si sono registrati casi di rottura delle condotte di carburante. Nel 1998 il “Centro di riferimento oncologico di Aviano” segnalava che, all’interno della base americana, a 15 chilometri da Pordenone, il tasso di radioattività dell’aria era cinque volte superiore alla media italiana.

Quindi possiamo tranquillamente dire che il Nord non ha nulla di insegnare al Sud, l’unica cosa che potrebbe tramettere al resto d’Italia è la profonda ipocrisia che le aziende locali utilizzano per pubblicizzare i propri prodotti alimentari. Lo smaltimento dei rifiuti riguarda tutta l’Italia.

Fonte:http://quotidianoitalia.it/pianura-padana-rifiuti-tossici-e-nucleari-interrati-come-al-sud/

6 commenti:

Anonimo ha detto...

e i soldi che servono per bonificare queste aree dove sono finiti? prima ce li hanno chiesti sotto forma di tasse poi hanno fatto la solita eco mediatica sul fatto che avrebbero iniziato a bonificare,ma i soldi dove sono finiti? stiamo parlando di decine di milioni dio euro che sono stati stanziati negli ultimi 20 anni per bonificare aree che tutt'oggi sono altamente inquinate,qui l'uinica cosa da fare e continuare imperterriti a denunciare tutti questi fatti in maniera cosi massiccia che l'opinione pubblica capisca che i soldi ci sono e vengono stanziati ma poi finiscono in mano a chi vuole che queste situazioni restino cosi,per perpetuare il malessere comune tanto caro alle aziende farmaceutiche e non solo;V

Anonimo ha detto...

Gli stessi che inquinano si riprendono l'appalto di bonificare, specchietto per le allodole;
in nome del dio danaro hanno venduto le loro anime e sacrificato le nostre.
Il futuro non esiste, prendere tutto oggi
e chi resta vedra'.

Anonimo ha detto...

SIAMO GIÀ NEL FUTURO QUI ORA ADESSO!

Anonimo ha detto...

E la Caffaro che ha reso la provincia di Brescia la più inquinata d'Europa? E le sostanze altamente tossiche e nocive interrate per centinaia di km sotto l'A4 Milano-Venezia? E le aziende e le abitazioni in Lombardia e sopratutto in Brianza dove fino a pochi anni fa veniva usato l'amianto?E potrei continuare riempiendo un intera enciclopedia ad elencare le situazioni di gravissimo inquinamento ambientale che riguardano il nord Italia.

Anonimo ha detto...

soluzioni a questo scempio quali posso essere?

Anonimo ha detto...

Un cambio drastico e se necessario anche violento di regime. Puoi governare solo se sei una persona onesta,pulita,chiara e cristallina come si usa dire,se non hai queste caratteristiche bisogna negare l'accesso alla politica,al governo ed io aggiungerei anche all'imprenditoria.

Post più popolari