Mummia con protesi…e questa come la spiega il mondo scientifico?


Un sacerdote egizio vissuto durante la 26° dinastia ( 656 – 525 Ac) Ha suscitato molto scalpore, durante delle radiografie effettuate nel Agosto del 1995.La mummia, insieme ad altre cinque, del museo Egiziano Rosacruciano di San Josè,
California sono state analizzate da un gruppo di scienziati della Brigham Young University, per fare studi sul Dna delle mummie. Le radiografie della mummia di Usermontu, hanno mostrato, una protesi metallica di 23 centimetri, inserita nella gamba sinistra; all’ altezza del ginocchio.La protesi, di fattura moderna, è stata inserita quando l ‘ uomo era ancora in vita, e con una difficile operazione chirurgica.



Le radiografie sono state analizzate dal Dottor Richard Jackson chirurgo ortopedico presso la Brigham Young University; che ha affermato che si tratta di una protesi di realizzazione moderna del tipo, che viene impiegata oggi in chirurgia, per stabilizzare le ossa.
Il Dottor Wilfred Griggs capo del team, che stava analizzando le mummie, dichiarò di aver pensato ad una protesi moderna, inserita non più di 100 anni fa per bloccare la gamba alla mummia, e di non aver mai visto una protesi simile su una mummia.

Nel mese di Novembre alla mummia vennero fatte ulteriori analisi per svelare il mistero, Il Dottor Wilfred Griggs
Era convinto che l’ operazione fosse avvenuta in vita al sacerdote.
Dalle analisi è emerso che la protesi, è stata inserita della gamba del sacerdote Usermontu quando questi era vivo;
la protesi è in puro ferro, e grazie ad una sonda inserita nella parte posteriore del ginocchio è emerso la presenza tutt’ attorno alla protesi, di un cementificante, resinoso per fissare la protesi all’ osso.

Il Dottor Wilfred Griggs affermò quindi “con grande sorpresa non ci sono più dubbi, si tratta di un antico, intervento chirurgico” ed ha aggiunto, ” queste sono tecniche biomeccaniche moderne che non avremmo immaginato potessero essere conosciute dagli antichi egizi ” La tecnica era talmente avanzata da permettere la rotazione della gamba e il fissaggio all’ osso tramite un cementificante. Sono tecniche altamente, avanzate di uso moderno

Ma non è ‘ l unico esempio di protesi, antiche

Sempre in Egitto, è stata trovata una protesi, un dito artificiale, realizzato in cuoio e legno, al piede di una mummia
Di una Nobile Egiziana. Attualmente in mostra al museo egiziano del Cairo.
Secondo il ricercatore Jacky Finch la protesi risalirebbe al periodo tra il 1069 e il 664 Ac
Una protesi simile, è stata ritrovata in un’ altra mummia presso il British Museum,
Archeologi inglesi dopo aver analizzato entrambi gli oggetti, hanno dichiarato
Che servivano per agevolare i loro proprietari nella camminata.


SEGUITECI SU FACEBOOK!!!

 

11 commenti:

  1. Si crede che il raziocinio ai tempi che furono non esistesse,
    noi da quale passato proveniamo?
    O si immagina che oggi perché vi sono certe cose è tutto scontato.
    Ricordi reconditi e riflessi nel
    futuro.

    RispondiElimina
  2. No infatti la gente pensa che prima erano completMente idioti. Poi ci è stata data l intelligenzA cosi da un momento a un altro da chissa chi o chissa cosa.
    l unica verità è che tutte queste scoperte fanno capire come lo studio del passato fibo al mondo di oggi sia stato strumentalizzato per l istituzione delle nostre religioni. È l unico vero motivo per il quale la storia è stata cambiata manipolata e resa idiota. Ecco perche abbiamo tutti questi dubbi. Ecco perche per un dito di legno o un pezzo di ferro dentro l osso pensiamo o mio dio: ma allora erano alieni. Non è possibile che sapevano queste cose. Erano poveri stupidi e schiavi. Dubbi per tutti e le religioni dilagano.
    grazie societa grazie scuola e università e sopratutto grazie religione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le nuove teorie di fisica quantistica che mettono in dubbio l'esistenza di passato, presente e futuro, pare fossero note dagli antichi

      Elimina
  3. Un ' altra cosa assurda è che paradossalmente al giorno d oggi potremmo avere la mentalita piu chiusa in tutti i sensi di quanto lo erano quelle popolazione antiche.

    RispondiElimina
  4. Su questo non ci piove.. purtroppo

    RispondiElimina
  5. Guardate la testa della mummia, cosa ha di strano ? il cranio non vi sembra allungato ? e le dita non sono più lunghe del normale ?
    Ora ragioniamo: se una civiltà avanzata scendesse sulla terra utilizzerebbe per se le proprie conoscenze evolute utilizzando i materiali a disposizione; il Titanio non veniva ancora estratto, il ferro non è biocompatibile per cui lo scienziato che ha eseguito l'intervento ha pensato bene di metterci un cemento resinoso per isolare il ferro dall'osso. Sono state trovate anche otturazioni sui denti delle mummie ma queste cose non si devono sapere altrimenti la storia andrebbe cambiata.....

    RispondiElimina
  6. E basta con questa teoria degli antichi alieni, gli uomini del passato erano intelligenti, scaltri,
    Curiosi ed abili quanto noi moderni. Sicuramente più SAGGI. .!!!!

    RispondiElimina
  7. Il fatto è che abbiamo trovato una sola protesi di ferro e questo ti fa chiedere: se l intervento sembra apparentemente riuscito bene vuol dire che quel tipo d operazione l aveva già eseguita altre volte. Sicuramente era un privilegio per i ricchi (come oggi d altronde).
    Qualcuno sa di notizie di altre protesi ritrovate a quei tempi oltre quelle descritte nell articolo?

    RispondiElimina
  8. L'uso corretto della punteggiatura e delle virgole, invece, resta tutt'oggi un mistero per molti.

    RispondiElimina
  9. Piu passa il tempo e più siamo stupidi.Ci sono centinaia di scoperte,ma alla fine cosa servono? Ci stiamo autodistruggendo ...E piu odio esiste

    RispondiElimina
  10. Mah, sempre che sia vero non capisco i commenti di chi dice che la gente del passato fossero più intelligenti di oggi. Secondo me siete gente frustrata e manco vi rendete conto che senza il progresso della medicina e degli strumenti come il telefono e l'automobile l'uomo medio vivrebbe meno di 50 anni e li vivrebbe male. Un idiota si chiede a cosa servono le scoperte. Servono a guarire dal cancro, o da qualche altro accidente... quello meriterebbe di vivere in cima a una montagna, malato, senza nessun aiuto.

    RispondiElimina

Post più popolari