29 luglio 2014

Dopo un solo anno la Croazia si è già pentita di essere entrata nell’UE…

La Croazia è entrata nell’Unione Europea il 1. luglio 2013, ma dopo un solo anno sono in tanti a rimpiangere questa adesione. Le aspettative economiche sono nere e il governo di Zagabria non riesce a risolvere i suoi problemi strutturali. I tanto decantati investimenti provenienti dall’estero non sono mai arrivati e la disoccupazione è esplosa arrivando al 17,2%,
terzo tasso più alto d’Europa. La disoccupazione giovanile è addirittura al 49,7%, dato drammatico che ben evidenzia come l’adesione all’UE non abbia portato alcun vantaggio. Anzi: le politiche di austerità infatti impediscono al governo croato di attuare manovre per aiutare i suoi cittadini e Bruxelles, al posto che aiutare il paese, ha pensato bene di avviare un procedimento per deficit eccessivo. Deficit che, in un solo anno di Unione Europea, è aumentato di ben 5 punti percentuali, passando dal 59,6% al 64,7%. Forse gli euroscettici croati non avevano tutti i torti, quando sostenevano che unirsi agli eurofalliti avrebbe definitivamente bloccato la crescita della Croazia…

3 commenti:

Anonimo ha detto...

Lasciate ogni speranza, voi che entrate qui.

Anonimo ha detto...

Ma sono tutti cecati o imbecilli i governi europei.

Anonimo ha detto...

Troppo tardi, dovevano pensarci prima. A meno che non sia solo un po di polvere negli occhi per far contenta la popolazione e farsi rieleggere alle prossime elezioni

Post più popolari

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...