Traffico misterioso di rifiuti radioattivi tra Basilicata, Puglia e il Friuli

Traffici nucleari nella notte tra il 28 e il 29 luglio tra la Basilicata e la Puglia. Si tratta di rifiuti radioattivi (probabilmente uranio irraggiato, 84 barre) da Rotondella, in Basilicata, all’aeroporto di Gioia del Colle e da qui ad Aviano. Una operazione che, dalle notizie riassunte nell’interrogazione del deputato M5S Vito Petrocelli,
ha comportato un ingente spiegamento di forze dell’ordine in assetto antisommossa.
Il punto è che, contrariamente alle norme europee, la “delocalizzazione” è avvenuta senza fornire alcuna informazione.
Anzi, a quanto sembra il Governo si ostina a trattare la questione osservando il più assoluto silenzio. E a rispondere alle richieste di chiarimento manda il responsabile all’Ambiente, il ministro Orlando, al posto dei ministri più direttamente interessati, Difesa e Interno.
nucleare 2
Del trasferimento non si conosce né la quantità e nemmeno la destinazione finale. Quello che potrebbe essere accaduto, però, stando sempre all’interrogazione di Petrocelli, è che il materiale sia stato fatto addirittura partire con un aereo militare mettendo così a rischio la sicurezza di tutta la penisola. In mezzo c’è, manco a dirlo, il centro di tutti i traffici nucleari, ovvero gli Usa, e uno stoccaggio, quello di 64 barre di uranio irraggiato, appunto, che gli americani non vogliono riprendersi indietro. Petrocelli ha definito ”preoccupante il silenzio delle istituzioni sulle nostre denunce e le richieste di trasparenza” e ha chiesto che i ministri Mauro e Alfano riferiscano all’aula di Montecitorio. “A questo punto vista la superficialità con la quale si è gestita questa delicata operazione, e il rischio che è stato fatto correre alle popolazioni del territorio – ha aggiunto – chiediamo che anche il primo ministro Enrico Letta intervenga pubblicamente su questa grave questione”. L’impianto Itrec (ex Cnen) di Rotondella, ormai inattivo da molti anni, ha svolto attività di ritrattamento di combustibile nucleare irraggiato.
nuclearen1
Qui, attualmente vengono svolte, oltre alle operazioni di mantenimento in sicurezza, operazioni propedeutiche alla disattivazione e alla sistemazione dei rifiuti radioattivi.
Fabio Sebastiani

12 commenti:

Anonimo ha detto...

Anche in Liguria siano pini zeppi rifiuti di scorie radioattive importate da germania,francia ed USA. Più precisamente fanno sosta nel porto di Genova per poi sparire misteriosamente. Su Youtube ci sono vari video documentari anche amatoriali su quello che succede all'oscuro della popolazione. L'italia per vari trattati con altre nazioni sopra citate e la discarica dell'europa. NON BISOGNA ESSERE CESARE PER POTER CAPIRE CESARE.

Anonimo ha detto...

Ma xke non le rimandano indietro ste scorie radioattive? Loro le hanno fatte e ora che se le riprendano !!

Anonimo ha detto...

Trattati internazionali,interessi politici ed economici.

Anonimo ha detto...

E' quello che vi meritate! Italiani, ipocriti leccaculo!!

Anonimo ha detto...

Se c'è da dare la colpa a qualcuno,non c'è che da guardarsi allo specchio. Di solito bisognerebbe muoversi prima che le cose accadono e non dopo,ergo prevenire è meglio che curare. Ma il sistema ci à reso talmente manipolati da farci credere che quest'ultimo stia facendo i nostri interessi. ERRATO. Stanno facendo solo gli interessi di una piccola lobby di potere e non dei molti,percui adesso ne paghiamo le conseguenze.

Anonimo ha detto...

E continuano a dire che dovremmo
costruire centrali termonucleari,
per risparmiare sui costi...è
totalmente ridicolo.
Questa gente che progetto' l'uso
della tecnologia atomica sapevano
benissimo che le radiazioni ce le saremmo godute noi posteri, la maggior parte di quelli che ci hanno rifilato questa eredita' non
ci sono piu' e quindi cosa gli frega?
Oltre alla copertura dell'uso civile per poi convertirlo all'uso
militare ad insaputa di tanti poveri fessi.
Ed è tutta roba che non decade in tempi brevi, anzi ha l'opportunita'
di modificare l'ambiente genetico,
non in meglio, di sicuro.

Anonimo ha detto...

Aggiungo anche che questi tizi hanno speculato, goduto e vissuto bene; adesso hanno anche comprato un lotto in paradiso, a noi resta
l'inferno...che uomini.....
meglio di cosi' non potevano fare
per soddisfare il loro ego.

Anonimo ha detto...

Mi prega farvi notare che queste "persone" li avete aletti. Senza dimenticare che siamo noi stessi a fornirgli lo stipendio per far si che pensino ed agiscano al posto nostro. Quindi la mia domanda è: Perchè vi lamentate? Potevate pensarci prima che tutto ciò accadesse e non quando il dado ormai e tratto!
L'essere consapevoli e lungimirante è una grande cosa,l'ignioranza E L'ESSERE MANIPOLATI no. Quindi come diceva l'anonimo del commento 5: Se c'è da dare la colpa a qualcuno,non c'è che da guardarsi allo specchio.
Quando finalmente la finiremo di scaricare la colpa ad altri e non a noi stessi solo perchè ci riteniamo vittime non accondiscendenti,non giungero mai a nulla. EUREKA.

clau ha detto...

bastava non votarli,la gente anche qui dove abito io,appena sanno che c'è da votare qualcosa o qualcuno partono in picchiata,e poi si lamentano di continuo,secondo me la gente ha qualche problema

Anonimo ha detto...

Per risponderti più correttamente ed obbiettivamente l'intera razza "Umana" e folle,senza senso,ne logica ne buonsesno. Detto questo non potete fare altro che ammettere che quest'ultima altro non sia che un VIRUS ed un CANCRO al quanto carceroggeno sia per se stessa che per l'intero pianeta senza un bricilo di razzionalità o logica sia nel modo in cui vive sia nel modo in cui ritiene di agire o pensare. ERGO ALTRO NON SIAMO CHE DEI COGLIONI PATOLOGICI e per chi si offendesse rispondo SVEGLIAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAABRANCO DI AMEBE.

Anonimo ha detto...

Clau se pensi che la soluzione stia solo nel non votarli,bhe mi dispiace per tè ma sinceramente devo dirti che non ai capito un bel niente. Affronta il discorso quando avrai compreso a pieno il funzionamento del sistema o per meglio dire regime didattoriale nel quale vivi e cresci. L'unica vera soluzione per risolvere il problema della Terra e di tutte le forme di vita animale e vegetale sarebbe lo stermineo della razza "umana".

“La razza umana non ha alcun rispetto di se stessa né del pianeta in cui abita perché tutto sommato sa che il suo è un destino di morte e di distruzione e pertanto sa che vivendo in un universo illogico, non vale la pena di costruire una logica”.
Di: ( Carl William Brown ).

Anonimo ha detto...

Sono assolutamente d'accordo. Vi ricordo che la parola Democrazia deriva dal Greco (Dèmos=Plopolo) e (Cràtos=Potere). Etimologicamente significa: "Potere al Popolo" o "Governo del Popolo". Il concetto in sè di Democrazia viene caratterizzata in una modalità capace di dare al popolo la potestà effettiva di governare. Cosa che al giorno d'oggi non accade. Ergo quando tali condizioni vengono a mancare al solo scopo di favorire gli interessi di pochi al posto di quelli dei molti viene definita Oligarchia,ovvero: (Oligoi=Pochi) e (Archè=Potere,Comando). Aristotele disse che l'Oligarchia favorisce l'interesse dei pochi a scapito di quelli della comunità.
Ed ecco il vero significato del sistema nel quale viviamo. Consapevolezza e Lungimiranza sarebbero graditi da tutti coloro che si definiscono esseri "Umani".

Post più popolari