Microrganismi siberiani sarebbero adatti al clima di Marte


Nel terreno perennemente congelato della Siberia (permafrost) sono stati scoperti microrganismi capaci di resistere anche ai climi estremi, come quello di Marte. La ricerca che ha identificato questi batteri, pubblicata sulla
dell'Accademia delle Scienze degli Stati Uniti (Pnas), si deve ad un gruppo di ricerca internazionale coordinato dall'Università americana della Florida. 
I batteri scoperti nel permafrost sono grado di vivere in condizioni estreme di temperatura, pressione e assenza di ossigeno, come quelle esistenti su Marte.
I ricercatori li hanno identificati in quattro campioni di terreno e quindi li hanno sottoposti ad una grande varietà di 'prove di resistenza'. Sei di queste specie sono sopravvissute anche alla 'simulazione' delle condizioni presenti in un ambiente marziano. 
I microrganismi appartenengono al genere Carnobatterium e sono in grado di vivere a temperature vicine a 0 gradi e di resistere a pressioni atmosferiche bassissime (meno di un centesimo di quella terrestre) e in un ambiente ricco di anidride carbonica e senza ossigeno. 
La capacità di questi microrganismi terrestri che potrebbero essere in grado di vivere sulla superficie marziana è di grande importanza per la ricerca sulle possibili forme di vita extraterrestre, ma anche per capire come evitare di contaminare il pianeta rosso con sonde terrestri non perfettamente sterilizzate.
ansa


 SEGUITECI SU FACEBOOK!!!

Nessun commento:

 SEGUICI SENZA CENSURA SU TELEGRAM

 SEGUICI SENZA CENSURA SU TELEGRAM