12 ottobre 2016

Hubble scopre una stella che espelle enormi sfere di plasma


Il telescopio spaziale Hubble ha individuato qualcosa di estremamente strano ed impressionante: una stella morente che espelle enormi sfere di plasma. I ricercatori hanno notato che queste enormi sfere incandescenti di plasma vengono espulse a intervalli regolari di circa una volta ogni 8,5 anni negli ultimi 400 anni. Secondo gli esperti, le massicce sfere di materia super-riscaldata hanno dimensioni di circa il doppio di Marte e provengono da un sistema solare che si trova a circa 1.200 anni luce dalla Terra. La stella si chiama V Hydrea .


Sfere di plasma

Se l’intero processo non è da capogiro già da solo, gli astronomi dicono che sono rimasti disorientati dalla stella morente, una gigante rossa, dal momento che non ha (o non dovrebbe) avere materiale sufficiente per produrre qualcosa di simile. Secondo le immagini di Hubble, le massicce sfere di plasma viaggiano lontano dalla loro origine a notevole velocità. I ricercatori dicono che si stanno muovendo a tale velocità che impiegherebbero solo mezz’ora per arrivare dalla Terra alla Luna. Tuttavia, se tutto quanto sopra non è una stranezza, il fatto che le sfere fiammeggianti vengono espulse a intervalli regolari di circa una volta ogni 8,5 anni da circa 400 anni, lascia ancora più perplessi perché gli astronomi ritengono che V Hydrae non avrebbe potuto sparare tutto il materiale espulso. Le stelle giganti rosse morenti nelle ultime fasi della vita svuotano tutto combustibile nucleare che li fa brillare, hanno ampliato le loro dimensioni e perso la maggior parte dei loro strati esterni nello spazio, quindi, da dove arrivano le massicce sfere di plasma?

La migliore spiegazione suggerisce che le sfere di plasma sono state espulse da una stella compagna invisibile (non che è letteralmente invisibile, ma lo è ancora per noi). Secondo questa teoria, la stella compagna (quella che Hubblenon ha ancora individuato) dovrebbe essere in un’orbita ellittica che la porta verso la gigante rossa ogni 8,5 anni. Quando la stella binaria arriva nei pressi dell’atmosfera esterna di V Hydrea, si verifica lo strano fenomeno. I ricercatori spiegano che quando la seconda stella si avvicina, il materiale viene risucchiata e si deposita in un disco situato intorno alla stella. Questo disco di accrescimento è utilizzato letteralmente come piattaforma di lancio che spara le massicce sfere di plasma nello spazio quando la distanza tra le due stelle aumenta. L’eminente ricercatore Raghvendra Sahai del Jet Propulsion Laboratory della NASA in California ha detto: “Sapevamo che questo oggetto aveva un deflusso ad alta velocità a partire dai dati precedenti, ma questa è la prima volta che vediamo questo processo in azione. Suggeriamo che queste bolle gassose prodotte durante questa ultima fase della vita di una stella, contribuiscono a capire le strutture viste nelle nebulose planetarie”.

I ricercatori aggiungono che, nonostante il fatto che queste enormi sfere incandescenti vengono espulse in modo regolare ogni 8,5 anni, esse non sempre volano nella stessa direzione, questo è perché la stella compagna di V Hydrae oscilla nella sua orbita che interessa il disco di accrescimento. Grazie ad Hubble, “Questa scoperta è stata abbastanza sorprendente, ma è molto piacevole anche perché ha contribuito a spiegare alcune altre cose misteriose che erano state osservate su questa stella da altri”, ha detto Sahai.

Nessun commento:

NUOVA ZELANDA: LAMPI DI LUCE SQUARCIANO IL CIELO DURANTE IL TERREMOTO!!!