23 settembre 2016

I bambini sono a rischio di danno biologico da radiazioni a microonde emesse dai dispositivi wireless



Un articolo scientifico recentemente pubblicato onlinesulla rivista Journal of Microscopy e Ultrastructure riferisce che i bambini e i feti sono i più a rischio di danni
neurologici e biologici per l'assorbimento di radiazione a microonde emessa da dispositivi wireless, a causa del più alto tasso di assorbimento di radiazione a microonde da bambini rispetto agli adulti.

L'articolo, intitolato "Perché i bambini assorbono più radiazioni a microonde degli adulti: Le conseguenze" descrive come il feto sia particolarmente vulnerabile alle radiazioni a microonde, che possono causare la degenerazione della guaina mielinica protettiva che circonda i neuroni del cervello. Gli autori raccomandano che i giocattoli senza fili siano vietati a causa dei gravi potenziali rischi per la salute.

L'articolo documenta anche gli studi del registro dei tumori che mostrano un'aumentata incidenza di cancro al cervello. Dato che il tempo medio di latenza tra la prima esposizione e la diagnosi di un tumore può essere lungo decenni, il numero totale di tumori indotti nei bambini può non essere diagnosticata fino anche all'età adulta.

Gli autori spiegano che i limiti di esposizione attuali si basano sul presupposto erroneo che il danno tissutale da surriscaldamento sia l'unico potenziale pericolo rappresentato dalle emissioni dei dispositivi wireless. Tuttavia, le vaste relazioni scientifiche disponibili documentano gli effetti biologici non termici derivanti da esposizioni a lungo termine. Nonostante che siano stati emessi avvertimenti da parte di importanti istituzioni a livello mondiale, la maggior parte del pubblico non è a conoscenza di tali avvertimenti.

La neurologa pediatrica Dr. Maya Shetreat-Klein ha dichiarato nel suo intervento per il lancio del Progetto Baby Safe lo scorso Giugno a New York: "Le donne incinte devono sapere che le radiazioni wireless possono avere un impatto sul cervello in via di sviluppo. Stiamo assistendo ad un aumento allarmante del numero di bambini con diagnosi di disturbi neurologici negli ultimi dieci anni, e qualsiasi cosa che possiamo fare che potrebbe contribuire a ridurre tale tasso dovrebbe essere presa molto seriamente."

Gli autori affermano che i consumatori non sono consapevoli che i manuali d'uso dei cellulari, dei tablet e dei computer portatili contengono indicazioni specifiche sulle distanze raccomandate per l'utente (regola dei 20 centimetri per tablet / laptop e di circa mezzo pollice - 1.5 centimetri - per i telefoni cellulari) al fine di garantire la conformità con gli standard di esposizione. I bambini e gli adulti usano dispositivi wireless in modi che "violano" queste raccomandazioni, ponendoli perfino sotto un maggiore rischio.

Gli autori stilano raccomandazioni specifiche: le donne incinte dovrebbero evitare le esposizioni wireless; i bambini non dovrebbero giocare con i giocattoli wireless; le ragazze e le donne adolescenti non dovrebbero mettere i cellulari nel loro reggiseni; e limiti di esposizione governativi dovrebbero essere rivisti con urgenza.

Riferimenti:






6 commenti:

Anonimo ha detto...

che novità!!

Claudia ha detto...

Finalmente iniziano a diffondere il problema, e a non nasconderlo più! ma io, già da tempo, ho già protetto i miei figli con due nuove tecnologie all'avanguardia, sia per tutta la casa sia sui dispositivi di tutti.

Anonimo ha detto...

Non so a quali dispositivi si riferisce Claudia, ma mi piacerebbe saperlo. Me ne hanno consigliati un paio, uno per dispositivi singoli, chiatato esmart, e un altro per tutta casa, credo si chiami espin se non ricorod male, che dicono sono molto efficaci e proteggono dalle radazioni eletromagnetiche. Quello singolo costa poco, l'ho già ordinato e lo riceverò a breve, mentre quello per casa, ovviamente è più costoso, e prima di affrontare la spesa mi piacerebbe avere un feedback. Per caso qualcuno li sta già usando? Grazie.

Anonimo ha detto...

09:57 quindi tu credi ad un aggeggio da attaccare al tuo cellulare che ti elimina le radiazioni tramite vibrazioni emesse da quell'oggetto???ma davvero ce gente che crede a queste cavolate? e le compra ad un prezzo di 25 euro???ASSURDO!!!come il banchino per strada che vende amuleti che emettono vibrazioni benefiche...UGUALE!!
Ecco cosa dice questa strana società, dove non si trova neanche come sia fatto il dispositivo, dicono solo:"Contiene Mixos, miscela di minerali e leghe nobili"...che cazzo vuol dire?!io da tecnico dei materiali non lo so! e come dire ti vendo una bottiglia piena di liquido trasparente composto da atomi essenziali che ti aiuteranno a vivere....ACQUA! "Ed emette un campo vibrazionale a bassa frequenza che abbatte i danni biologici provocati dall’elettrosmog", cioè davvero credete che abbiano qualche materiale stile "cryptonite" che emette vibrazioni che annientano le radiazioni elettromagnetiche???E intanto queste azienducce fanno tanti tanti soldi e poi spariscono come neve al sole, fregando la ignara gente credulona!
Scusami se t do del credulone 09:57, ma davvero non ti è venuto il dubbio quando ai letto quelle frasi da stregone 2.0 sul sito??come fa un minerale+lega(che cavolo vuol dire vattelo a pesca O.o) ad annientare le radiazioni, ma non ti è venuto il dubbio che una cosa del genere sarebbe la scoperta del secolo???no...credi bene che una aziendina romana lo abbia brevettato e che lo vende a 25 euro....dio santo, Vanna Marchi docet...lei lo faceva in televisione, oggigiorno si fa su internet con un bel sito acchiappa allocchi.
Povero mondo.
PS: spero che non ci sia cascata anche Claudia(15:48)!!

Anonimo ha detto...

per me fanno male

Anonimo ha detto...

Veramente mi è stato consigliato da una persona che l'ha provato con un tester, con e senza "medaglietta", e la differenza era notevole. Quanto al "mixos" ovviamente non so cosa ci sia dentro, però sembra proprio che funzioni. Parlo dell'esmart, naturalmente.
Moriremo di pregiudizi.
Stammi bene.

NUOVA ZELANDA: LAMPI DI LUCE SQUARCIANO IL CIELO DURANTE IL TERREMOTO!!!