31 agosto 2016

Il Cancro è artificiale: nell’antichità non esisteva


Uno studio dell’Università di Manchester, ha appurato che il cancro è una malattia moderna, provocata da fattori ambientali come inquinamento e alimentazione.

Uno studio delle mummie e della letteratura egiziane e greche – svoltosi a Manchester, presso il KNH Centre for Biomedical Egyptology, e pubblicato su Nature – ha permesso di formulare la prima diagnosi istologica di tumore in una mummia egizia.

Trovare soltanto un singolo caso di malattia su centinaia di mummie esaminate ed una minima percentuale di riferimenti al cancro nelle testimonianze letterarie, dimostra come il cancro fosse estremamente raro nella antichità. Il tasso di malattia è cresciuto in maniera massiccia ad iniziare dalla rivoluzione industriale – in particolare il cancro infantile – dato che dimostra come tale incremento non sia dovuto solo alla maggiore aspettativa di vita della popolazione.

La professoressa Rosalie David, della facoltà di Biologia della Manchester University, ha dichiarato: “Nelle società industrializzate la causa di morte per cancro è seconda esclusivamente alle patologie cardiovascolari. Tuttavia, nell’antichità era molto rara.Non vi è nulla in un ambiente naturale che possa provocare il cancro. Quindi deve trattarsi di una malattia artificiale derivante dall’inquinamento e dai cambiamenti nella nostra dieta e stile di vita“.


Libri e varie...



Ha poi aggiunto: “La cosa rilevante del nostro studio è che fornisce una prospettiva storica rispetto a tale malattia. Oggi che abbiamo un quadro completo, possiamo fare affermazioni chiare sui tassi di mortalità per cancro nelle società antiche.Abbiamo studiato periodi millenari, non soli 100 anni, ricavandone una rilevante mole di dati”.

Tali dati includono la prima diagnosi istologica di tumore su una mummia egizia, effettuata dal prof. Michael Zimmerman, studioso esterno al Centro, cattedratico presso la Università Villanova negli Stati Uniti. Ha diagnosticato un cancro del retto in una mummia senza nome, una persona ‘normale’ che visse nell’Oasi Dakhleh durante il periodo tolemaico (200-400 a.C).

“Nell’antichità – ha affermato Zimmerman – non esistevano interventi chirurgici di tal portata, quindi la prova di un tumore non poteva che rimanere intatta. L’assenza di neoplasie nelle mummie, deve essere interpretato come la indicazione della loro rarità nei tempi antichi, il che dimostra come il cancro sia provocato da cause connesse alla società della industrializzazione“. 

Il team ha studiato resti mummificati e testimonianze scritte dell’antico Egitto, mentre riguardo la Grecia antica, in assenza di cadaveri mummificati, si sono considerate solo fonti letterarie. Tuttavia, ulteriori studi medici di resti umani e animali risalenti a periodi precedenti, perfino dell’età dei dinosauri, non hanno praticamente riscontrato tracce di cancro.

Le tracce di cancro nei fossili animali, primati non umani e primi esseri umani è scarsa – solo qualche decina, oltretutto contestata. Un tumore metastatico di origine ignota è stato riscontrato in un fossile di Edmontosaurus, mentre un altro studio ha elencato una serie di possibili neoplasie in altri resti fossili, le quali tuttavia non includevano tipologie di tumori comuni nell’uomo adulto moderno.

È stato suggerito che il breve arco di vita degli individui nella antichità, avrebbe precluso lo sviluppo del cancro. Anche se questa statistica in linea di principio è plausibile, molti individui in Egitto e Grecia antichi vissero abbastanza a lungo da sviluppare malattie come la aterosclerosi, il morbo di Paget e la osteoporosi. 

Un’altra spiegazione dell’assenza di tumori riscontrabili nei resti umani e animali antichi, è quella secondo cui i tumori potrebbero non essersi ben conservati nei resti biologici. Il dottor Zimmerman, tuttavia, ha condotto studi che indicano come la mummificazione conservi le caratteristiche di malignità, e come i tessuti tumorali dovrebbero invece essere soggetti ad una migliore conservazione, rispetto ai tessuti sani.

Numerose indagini radiologiche di mummie conservate presso il Museo del Cairo e altri musei in Europa, non sono riuscite a produrre diagnosi di cancro. Bisogna risalire al 17° secolo per rinvenire la descrizione di operazioni al seno. Le prime relazioni scientifiche nella letteratura risalgono agli ultimi 200 anni, ad esempio, il cancro dello scroto negli spazzacamini (1775), il cancro nasale nei fiutatori di tabacco (1761) e la malattia di Hodgkin (1832).

La prof. David – invitata a presentare i suoi studi presso la UK Association of Cancer Registries e il National Cancer Intelligence Conference – ha detto: “Non sono ancora sicura di cosa abbia potuto causare i pochi casi di cancro negli antichi egizi. Forse il fatto che riscaldassero le loro abitazioni con fuochi che emanavano fumo all’interno, oppure bruciando incenso nei templi”. 

“I dati riguardanti gli antichi egizi – ha aggiunto – forniscono prove sia dal punto di vista fisico che letterario, dandoci la opportunità di osservare malattie e trattamenti. 
Gli antichi egizi furono molto creativi in materia terapeutica, ed alcuni trattamenti ritenuti magici erano invece efficaci rimedi naturali. Ad esempio, il sedano era utilizzato per il trattamento di reumatismi, elemento che oggi è oggetto di indagine. I loro interventi chirurgici in relazione alle fratture ossee erano eccellenti, e dimostravano una ottima conoscenza della anatomia umana. Gli egizi sono stati gli iniziatori di una nuova metodologia terapeutica, dottrina poi ereditata dai greci, che si recavano ad Alessandria proprio per studiare la medicina“.

La David ha poi concluso: “Ancora una volta numerosi dati ricavati dallo studio degli antichi egizi, unitamente ad altri dati riscontrati in precedenza, hanno fornito alla società moderna un chiaro messaggio: il cancro è un fenomeno creato dall’uomo, ed è con questi riscontri che dobbiamo fare i conti“. 

Articolo in lingua inglese pubblicato sul sito: http://www.thetruthseeker.co.uk/article.asp?ID=13620

Traduzione a cura di Anticorpi.info

Fonte: http://www.anticorpi.info/2010/10/manchester-university-il-cancro-e.html

http://www.conoscenzealconfine.it/il-cancro-e-artificiale-nellantichita-non-esisteva/

8 commenti:

lorenzo ghiselli ha detto...

Ma cavolo, morivano a 40 anni e non mangiavano schifezze, vorrei ben vedere..

Anonimo ha detto...



Scoperte le più antiche tracce di cancro su un fossile di 1,7 mln anni fa

http://www.adnkronos.com/salute/medicina/2016/07/28/scoperte-piu-antiche-tracce-cancro-fossile-mln-anni_5itzC7Z5xAMW1M7NEI6FmK.html

Anonimo ha detto...

Quoto

Anonimo ha detto...

Chiedete hai dottori come mai gli indiani d'America nonostante fossero dei selvaggi.... Non avevano malattie infettive... E pensò che non morissero di cancro.... Qualche dottore mi può rispondere.... Ma come vivevano nella Bozza natura e non avevano igiene e non avevano malattie infettive a differenza delle città evolute e putride dei bianchi

Anonimo ha detto...

Quando qualcuno si avvicina alla verità fra tanti plagiati nel mondo ...chi domina la massa divulga due notizie entrambe accreditate...una dice A e l'altra dice B ...cosi nessuno ci capisce niente...e si creano fra la massa divisioni...l'una che ridicolizza l'altra...di cui nessuna è quella completamente esatta ma entrambe ne possiedono una parte...come scoprire la veritá ? Semplice usare la propria testa e saper svelare da entrambe la menzogna...:)o magari avere fortuna e trovare la fonte che ha scatenato nei poteri dominanti il salva dominio beghelli :)il tutto riconoscibile sempre per una sola cosa...la veritá è isolata..calpestata ed umiliata e con essa il suo portatore sano o i suoi portatori :)

Anonimo ha detto...

22:48 e qui che ti sbagli...non ci sono due verità, cè una verità e una menzogna!Non esistono due verità, questo è quello che molti(compreso tu) vogliono che esista per poter continuare una lotta alla pari su un fronte che non esiste!Il principio della non-contraddizione è importante in tal senso, come anche la questione logica e ontologica porta a dire che di verità ne esiste solo una!Il tuo discorso è un discorso di convenienza e di facile lettura....-non capisco quale sia la verità, allora sono entrambe verità e sicuramente la mia lo è.-...NO, è una logica errata, per poter cercare la verità si ha bisogno dell'intelletto(attributo oggettivo e non soggettivo...ed è qui che voi comtemplatori di tesi complottistiche vi arenate), è l'intelletto a fornire i criteri della verità, e non una mera sicurezza nelle proprie capacità logiche, il più delle volte sbagliate, cè un metodo per la ricerca della verità che è sicuramente funzionale e cioè quello di cercare indizi logici e via dicendo per arrivare alla verità e NON L'ESATTO OPPOSTO(come voi perpetrate): -La verità è questa e devo trovare prove logiche atte a dimostrarlo- usando il vostro metodo si offusca la verità, enfatizzando il metodo , perdendosi in prove che alla fine sono false, e per il principio della non-contraddizione arriviamo a dire che falsa è la prova(anche una) e falsa è la conclusione!
Signori, la ricerca della verità(sopratutto questa) è per menti intellettualmente sviluppate, anche io mi sento non all'altezza, ciò non toglie che ci si possa trovare, ma porsi sempre in dubbio e la prima regola di tutto ciò, cosa che oltretutto non fate mai.
Ovviamente mi trovo in netto disaccordo con tutte le vostre tesi, per il semplice fatto che è proprio lo spirito e il metodo di ricerca della verità ad essere completamente sbagliato.
Saluti.

Anonimo ha detto...

Una cellula può (impazzire) trasformarsi in cancro per “diverse ragioni”, ad ogni modo di una cosa siamo certi, ovvero che l'inquinamento (le varie sostanze chimiche che vengono disperse in aria/terra/acqua, quindi non sono esclusi gli animali e/o vegetali - di cui l'uomo si nutre) possono provocare questa metamorfosi dannosa e mortale. Per questo motivo nel mondo moderno in cui viviamo i casi di cancro sono in continuo aumento (e ne soffrono anche gli animali domestici dal momento che mangiano le nostre stesse “porcherie”). Probabilmente (il cancro) esisteva anche migliaia di anni fa, ma era molto raro.

Anonimo ha detto...

Anonimo della veritá unica e assoluta...guarda che ho definito credevo sufficientemente il tuo stesso concetto ma specificando meglio perche conosco il settore e la procedura confusionaria attuata da costoro ...che per attirare la massa sia per loro necessario assolutamente perche una menzogna regga costruire la stessa sulla base di una veritá...per poi dopo attirata la preda modificarne il contenuto plagiando e direzionando mano mano verso la menzogna...Ogni manipolatore sa che per plagiare l'esca che dovrá imbastire sará un inganno ma formulato su di un vero...perche la menzogna totale non verrá creduta che da pochi stolti...mentre gli altri dovranno essere attirati con astuzia...quindi prima di giudicare studia il mentalismo...plagio...o puoi anche studiare il campo pubblicitario...o l'illusionista durante un suo spettacolo di magia...Senza nulla di tangibile come prova nessuno abbocca o perlomeno un numero limitato di cretini...persino le religioni hanno messo davanti dei libri per trascinare...il libro esiste ma che il contenuto sia reale è discutibile...le anime percepiscono l'inganno ma restano nel dubbio attraverso quella piccola base di veritá...come i principi d'amore...rispetto etc...e loro questo lo sanno...oggi gli stessi alieni vengono resi noti e si cerca di accreditarli attraverso vecchi dipinti...come antichi testi tradotti a comodo...senza nulla di tangibile l'uomo non cadrá mai nella fede che io definisco come cicitá accreditata...molti ignorano le tecnologie nascoste e non pensano ad esempio che le voci o le visioni di madonne possano essere frutto di tali chincaglierie...come alieni prodotti semplici di genetica umana...ma tutti ci credono perche accreditati studiosi narrano di altri che raccontano o di reperti da loro sempre garantiti...questo al di lá dell esistenza o meno di esseri di altri mondi che di fatto quelli raccontati sono umani e poco spirituali e parecchio contraddittori che me ne dicano o meno i fans etiniani...senza un vero trasformato nessuna menzogna resta in piedi...i tumori non esistevano...ma c'è chi dice di meno in passato e c'è chi dice che persino all'alba dei tempi il cancro fosse di casa...il cancro è vero che esiste e tutti ormai lo conoscono...la veritá è che si oggi esiste ...ma in passato non esisteva affatto...la veritá è il cancro in se...il resto tutto per dirottarvi verso cavolate...le malattie genetiche nascono attraverso la scienza infame che per detta loro di migliorare stanno invece distruggendo...millennio dopo millennio solo perche vogliono dei corpi perfetti...e noi siamo solo le loro cavie che attendono salvatori di tutte le salse ma qui o ci si sveglia o non si salva un cavolo di nessuno...perche come dici tu la veritá è dentro di noi ma tutto attorno pretende riconoscimenti ...tutti a dire è giusto il mio sbagliato il tuo ma tutti dietro madonne ..cristi e spiritualisti...sino a quando si rincorre il consiglio di altri e non si ascolta il proprio nessuno avrá Veramente capito una cippa lippa...perche come vedi tu dai a me del pirla e non hai capito che anche io credo in una sola veritá...ma mi hai letto solo attraverso le precostruite barriere che noi tutti possediamo grazie a cialtroni disseminati in ogni angolo...quelli che ti insegnano a meditare o a pregare ...viviamo senza libretto d'istruzioni e forse capiremo che"senza"era vivere "con" è solo fingere di farlo e per di piu per conto d'altri che ci guadagnano dal nostro pendere dalle loro accreditate labbrucce...leggi l'articolo e poi il titolo e fai la somma..."non esisteva" e poi pochi casi...o esisteva o non esisteva...te lo mettono pure sotto il naso...e non è formula per il "mi piace "ricordati che se VERAMENTE VAI CONTRO IL SISTEMA OGGI CI SEI DOMANI...SCORDATELO...tutto dipende da quanti lettori o ascoltatori hai...ti osservano...se sgarri sei tagliato fuori e non per finta!

NUOVA ZELANDA: LAMPI DI LUCE SQUARCIANO IL CIELO DURANTE IL TERREMOTO!!!