22 luglio 2016

La "marea terrestre" innesca i terremoti della faglia di San Andreas


Piccoli terremoti di profondità nella faglia di San Andreas hanno maggiori probabilità di verificarsi
quando la cosiddetta "marea terrestre" aumenta.
In modo simile a quanto avviene nelle maree oceaniche, nella marea terrestre la crosta terrestre si alza e abbassa leggermente in risposta alla forza gravitazionale combinata del Sole e della Luna. Variando in grandezza nell'arco di un periodo di 2 settimane, queste "maree quindicinali" innescano terremoti solo in determinate condizioni e questi terremoti possono rivelare importanti informazioni sulle caratteristiche della faglia.

Nicholas J. van der Elst e colleghi dello Earthquake Science Center, United States Geological Survey, di Pasadena, California, si sono concentrati su piccoli, profondi eventi sismici noti come terremoti a bassa frequenza (low-frequency earthquakes, LFE) e hanno confrontato le fasi degli innalzamenti e abbassamenti della crosta terrestre con le caratteristiche di 81.000 LFE catalogati che si sono verificati nella faglia di San Andreas in California tra il 2008 e il 2015.

Le analisi, come si legge sulla rivista PNAS, hanno rivelato che il numero di picchi di LFE aveva una periodicità quindicinale e corrispondeva all'innalzamento della crosta terrestre, quando la forza gravitazionale combinata del Sole e della Luna sulla crosta terrestre era al suo massimo. Gli scienziati ritengono che gli LFE si verificano quando lo stress dovuto alla marea terrestre supera la forza della faglia locale e innesca uno slittamento.

http://www.saperescienza.it/news/terra-clima/la-marea-terrestre-dietro-piccoli-sismi-della-faglia-di-san-andreas

3 commenti:

Anonimo ha detto...

Non è una novità, anzi, si sapeva che le forze gravitazionali, come la rotazione terrestre, modificano la superficie del pianeta....tant'è che la terra non viene chiamata "sfera" in fisica e scienze, ma geoide, data la superficie irregolare che ha, addirittura negli ultimi anni siamo riusciti a quantificare la forza di gravità terreste su milioni di punti sul globo, definendo varia tale forza per superficie terrestre; ciò vuol dire che le forze in gioco sono varie su ogni punto e modificano la superficie terrestre tramite forze gravitazionali infinitesimali, tali forze determinano questa sorta di bradisismo, percettibile tramite macchinari; difatti questi "terremoti" hanno una magnitudo talmente bassa da essere classificati come impercettibili agli esseri viventi, ma utilissimi ai fini dello studio geodetico, per rilievi e classificazioni, nonchè per altri studi di confine.

Anonimo ha detto...

il film sant andreas è stato sicuramente creato per preparare le persone che sanno capire i messaggi in esso contenuto a cosa e' in procinto di accadere forse molto presto e questa notizia assieme ad altre ne sono un monito. Dal mio punto di vista consiglio a chi abita in quelle zone di allontanarsi il prima possibile....

Anonimo ha detto...

15:22 ecco, sei il perfetto allocco che hollywwod vuole, colui che per una cosa o per un altra è affascinato dai film come "sant andreas", ma tu li batti tutti, credi che abbiano speso milioni di dollari per avvertire il popolo con messaggi nascosti....nooo...non lo hanno mica fatto per guadagnarci il triplo, noooo, sono buoni e umili e spendono milioni per "INFORMARTI", non servirebbe dirlo al telegiornale...ci vuole "IL FILMO"!!Apri la mente e se non ci riesci apriti il cranio!Non ci vuole un film per dire che quella zona del mondo(la California) è una zona altamente pericoloso e in quiescenza per i terremoti!Ne hanno avuto uno ad inizio secolo scorso...e lo sanno bene!Ma come la California, il mondo è pieno di zone altamente sismiche(forse l'appennino centrale lo è di più, sotto certi aspetti).
SVEGLIATI, non fare il rincoglionito davanti ad uno schermo, a bocca aperto, masticando consonanti e epletando un "wow, quindi succederà presto...wow...dobbiamo diffondere la notizia"....che coglione!

L'ORIGINE OCCULTA DELLA CRISI ECONOMICA CHE NESSUNO VEDE...(VIDEO)