21 luglio 2016

Imponente flotta USA-NATO che si sta muovendo verso la Turchia! COSA STA PER ACCADERE???


A cura di: Sorcha Faal, e come riferito ai suoi abbonati in occidente

Un sinistro rapporto del Consiglio di Sicurezza (SC) [1] che circolava oggi al Cremlino afferma che l'Agenzia Federale per il Trasporto Aereo (Rosaviatsiya) [2] è stata autorizzata a vietare a tutti i cittadini russi qualsiasi viaggio verso la Repubblica della Turchia [3], dopo che il Ministero della Difesa (MoD) [4] ha riferito che due flotte navali USA-NATO, attualmente operanti nel Mar Nero, si sono unite ed hanno iniziato a navigare verso le acque territoriali turche e che comprendono le 14 navi da guerra che il Governo turco aveva riferito come "mancanti" dalla propria flotta militare. [5]







Secondo questo rapporto, al momento del fallito tentativo di colpo di Stato USA-CIA del 15 Luglio [6] contro il Presidente turco Recep Tayyip Erdogan (sul quale il MoD lo aveva messo in guardia nello scorso Dicembre) [7], due flotte USA-NATO nel Mar Nero stavano conducendo delle esercitazioni navali (simulazioni di guerra) senza precedenti per la loro estensione geografica – la prima denominata come "Black Sea Breeze" [8] e la seconda come "Sea Breeze 2016". [9]

Il rapporto fa notare che il MoD aveva "avvertito da tempo" che era stato progettato di utilizzare queste navi da guerra USA-NATO per sostenere il tentativo (ormai fallito) di colpo di Stato contro il Governo democraticamente eletto della Turchia – cosa che è stata confermata nelle prime ore di oggi quando hanno interrotto le loro manovre "già pianificate" ed hanno cominciato a muoversi in formazione "da battaglia" verso le acque turche.

Il rapporto afferma inoltre che il "pretesto/ragione" che verrà fornito ai popoli occidentali per motivare queste grandi forze USA-NATO che attaccano la Turchia è il dovere da parte del regime di Obama di proteggere le loro circa 90 testate nucleari B61 tenute nella base aerea di Incirlik [10] che, anche se sono custodite nelle camere blindate sotterranee dei rifugi aerei di protezione all'interno di un perimetro di sicurezza, sono attualmente circondate dalle forze militari turche fedeli al presidente Erdoğan e sono considerate "non essere più al sicuro". [11]

Con la Turchia che ora sta apertamente accusando gli Stati Uniti del tentativo di colpo di Stato [12], e che sta presentando le prove che dimostrano come le"spregevoli" e "vigliacche" azioni della "marionetta" della CIA Fethullah Gulen lo abbiano diretto [13], il rapporto continua che l'epurazione di massa del Presidente Erdogan di oltre 50.000 soldati, poliziotti, giudici, funzionari pubblici e docenti [14] (che sono stati tutti sospesi o arrestati) che abbiano qualsiasi tipo di associazione con gli Stati Uniti ha messo in allarme il regime di Obama.

Il rapporto dice che tra le giù grandi paure concretizzate dal regime di Obama con il suo fallito colpo di Stato in Turchia, c'è che la massiccia, e continua, epurazione del presidente Erdogan di tutta l'influenza americana in Turchia sta cominciando ad assomigliare sempre più alla controrivoluzione islamista lanciata contro gli Stati Uniti durante la Rivoluzione in Iran del 1979. [15]





Altrettanto temuto dal regime Obama in seguito al suo fallito colpo di Stato contro il presidente Erdogan, il rapporto continua, c'è il fatto che il leader della Turchia non è più costretto a non bombardare le forze curde in Iraq supportate delle truppe americane – e che infatti ha incominciato proprio ore fa. [16]

Intanto nel rapporto gli analisti di intelligence dell'SC speculano che il "quando" quest'imponente flotta USA-NATO colpirà la Turchia per rimuovere il presidente Erdogan una volta per tutte si basa sul costante sostegno da parte degli altri Stati arabi sunniti a questo colpo di Stato – e che un influente ufficiale dell'Arabia Saudita ha rivelato che alti funzionari governativi a Riyadh ed Abu Dhabi erano stati informati dal regime di Obama del colpo di Stato in Turchia molto prima che questo iniziasse. [17]

Anche se non si conosce la "fase finale" di quest'ultima catastrofe in Turchia del regime Obama-Clinton, il rapporto conclude che è ben lungi dall'essere l'unico con cui gli americani adesso avranno a che fare poichè ora gli Stati Uniti sono costretti a rivalutare il loro sostegno agli "amichevoli" terroristi islamici dopo che questi hanno decapitato un bambino di dieci anni in Siria e ne hanno pubblicato un video per farlo vedere al mondo intero [18], dopo che tre ufficiali militari francesi sono stati uccisi nella Libia devastata dagli Stati Uniti quando il loro elicottero è stato abbattuto fuori Bengasi da terroristi islamici [19], e dopo che lo Stato fantoccio dell'Ucraina è stato denunciato per essere un sistema politico che si sta trasformando nella "fossa comune" dei giornalisti e del giornalismo in generale, dopo la morte del rispettato giornalista Pavel Sheremet per l'esplosione della sua auto avvenuta nelle prime ore di oggi. [20]



Nessun commento:

NUOVA ZELANDA: LAMPI DI LUCE SQUARCIANO IL CIELO DURANTE IL TERREMOTO!!!