4 novembre 2015

"L'invio di truppe in Siria è il pretesto Usa per innescare una guerra mondiale"


L'invio di truppe in Siria è il pretesto Usa per innescare una guerra mondiale. Il filosofo statunitense J. Fetzer "Mandano truppe in sacrificio in Medio Oriente per iniziare la terza guerra mondiale"
La decisione, giudicata "irresponsabile" e dalla "dubiba legalità" anche dal New York Times, da parte del regime di Washington di autorizzare l'invio di forze speciali americane in Siria per "assistere" i "ribelli moderati" che combattono contro i terroristi è, in realtà, il prestesto per innescare una nuova guerra mondiale per il filosofo statunitense James Fetzer. "Dato che la situazione si è terribilmente complicata per l'America, dopo che la Russia ha svelato l'atteggiamento fraudolento degli Stati Uniti in Siria, il presidente Barack Obama è stato costretto a far precipitare la situazione con scenari da terza guerra mondiale. Questo è ciò che sta accadendo ora", ha dichiarato James Fetzer in un'intervista con Press TV lo scorso sabato. Secondo il filosofo statunitense, l'invio di truppe americane in Siria è un fatto "altamente preoccupante" e ha svelato che l'obiettivo di fondo è arrivare ad una "guerra contro la Russia" e provocare una nuova guerra mondiale. Per questo fine gli Usa intendonosacrificare le loro truppe in Medio Oriente . «Mandano loro truppe in sacrificio per iniziare la terza guerra mondiale", ha detto Fetzer, aggiungendo che alcuni dei vecchi alleati degli Stati Uniti nella regione che stanno cercando l'aiuto e l'assistenza della Russia" nelle circostanze attuali. "Gli Stati Uniti hanno tentato di organizzare per molti anni una risposta al problema dello Stato islamico, ma solo ora, dopo l'intervento russo nel conflitto, la lotta contro l'Isis è divenuto sistematico, metodico e molto franco. Il Medio Oriente non sarà mai torna a quello che era ", ha detto il filosofo.

1 commento:

Keope ha detto...

non nsarebbe la prima volta che gli USA creano ad arte il "casus belli". Lo hanno fatto a Pearl Harbour, in Vietnam, l'undici settembre con la bufala delle torri. Questi che non esito a chiamare cfriminali, non si fermano davanti a niente. Per loro la vita umana non ha nessun valore se la si può sacrificare per i loro sporchi disegni di dominio globale. Quel pugno di famiglie pidocchiose di strozzini che hanno nelle loro mani adunche il destino del pianeta, non hanno più nemmeno vergogna e non tentano nemmeno più di nascondere i loro piani satanici.
E pensare che noi siamo sette miliardi e loro un pugno di delinquenti che potremmo stritolare in un attimo, se non fossimo, purtroppo, sette miliardi d'ignoranti.

L'ORIGINE OCCULTA DELLA CRISI ECONOMICA CHE NESSUNO VEDE...(VIDEO)