13 novembre 2015

La prossima crisi sarà peggiore di quella del 2008





L’attuale sistema monetario globale è basato sul debito. I governi emettono obbligazioni sovrane, che un gruppo ristretto di grandi banche e istituzioni finanziarie, come i più importanti operatori negli Stati Uniti,acquistano, vendono e controllano tramite aste.
Queste istituzioni finanziarie inseriscono a bilancio tali titoli come fossero “attività”, andando a costituire così la maggior parte del credito che le banche possiedono.

Il denaro emesso da tali banche è quindi basato sul debito rappresentato dai prestiti interbancari, i mutui, le carte di credito, i prestiti auto e simili “prodotti” del sistema. Così, il “denaro” entra nell’economia attraverso prestiti e/o debiti. Possiamo quindi concludere che il denaro non è in realtà il capitale, ma la conseguenza di contratti di debito.

Questo Sistema di denaro a debito è al collasso.

Si consideri quanto segue:

1) La valuta totale (denaro reale sotto forma di banconote e monete) presente nel sistema finanziario degli Stati Uniti è poco più di $ 1200000000000.

2) Se volessimo includere in questo calcolo i soldi depositati su conti a breve e lungo termine, conti la quantità di “Money” nel sistema è di circa $ 10 trilioni.

3) Eppure, attualmente il mercato obbligazionario statunitense è di ben oltre $ 38000000000000.

4) Con i derivati ​​collegati a questi titoli, il sistema finanziario è impegnato per $ 191000000000000.

Teniamo presente che ci siamo soffermati ai soli Stati Uniti.

Tutto il denaro presente nel sistema è debito, e in cima alla piramide del debito ci sono le obbligazioni sovrane: quelle del Tesoro USA, i bund tedeschi, i Titoli di Stato giapponesi, ecc, che rappresentano la maggior parte dei beni utilizzati come garanzia per i prestiti interbancari….la crème de la crème del nostro sistema finanziario.

Così, questa volta, quando la bolla scoppierà, non influenzerà solo un particolare settore, classe di attività o Paese … perché coinvolgerà l’intero Sistema.

1) La bolla sortirà effetti di livello globale in quanto i soli derivati vengono stimati intorno ai 100,000 miliardi $.

2) La bolla non avrà confini: tutte le attività sono stimate sulla base del “risk free“, e nel momento in cui tutti gli Stati sovrani saranno insolventi ogni classe di attività perderà di valore.

3) Le banche centrali faranno tutto il possibile per evitare che questo succeda (basti a pensare a quello che ha fatto la BCE in Europa negli ultimi tre anni)

4) Quando la bolla scoppierà, ci saranno conseguenze politiche molto gravi sia per le elite politiche che per gli elettori, e il Sistema andrà riorganizzato.

E’ importante comprendere che questa bolla è maggiore di qualsiasi cosa il mondo abbia mai visto: in sostanza, ci sono 100.000 miliardi di dollari americani in obbligazioni esistenti, di cui circa un terzo è negli Stati Uniti, la metà proviene da nazioni sviluppate al di fuori degli Stati Uniti e, il rimanente da altri mercati emergenti.

La dimensione della bolla dei derivati da sola potrebbe essere sufficiente a bloccare il Sistema, in considerazione anche del fatto che queste obbligazioni sono garanzia di altri titoli sommati ai quali il pieno impatto è superiore a $ 555 MILIARDI . Per mettere questo in prospettiva, il Credit Default Swap (CDS) di mercato che fece quasi crollare il sistema finanziario nel 2008 era un decimo di quello attuale ($ 50- $ 60000000000000). 


Un mercato finanziario globale pronto ad implodere in un quadro di tensioni politiche, sociali e belliche diffuse in tutto il Mondo, sembra il terreno migliore in cui poter imporre il Governo Unico Mondiale al quale la Massoneria Internazionale sta lavorando da tempi immemorabili. Le “maxi esercitazioni” della Nato programmate in Europa per l’imminente Autunno, annunciate successivamente ad altre azioni e dislocamenti di forze armate in punti strategici dell’ est Europa, del Medio Oriente e in Africa, fanno presagire la possibilità di scenari drammatici…persino olocaustici. Non vi è un luogo in cui rifugiarsi, ma vi sono infinite sedi in cui combattere, e sarebbe importante che le Nazioni disponessero della Sovranità monetaria e ripudiassero il debito verso gli organismi finanziari, strade da percorrere per non perdere ogni Sovranità nazionale e Stato democratico. (ndr)




Nessun commento:

NUOVA ZELANDA: LAMPI DI LUCE SQUARCIANO IL CIELO DURANTE IL TERREMOTO!!!