15 ottobre 2015

BOMBE D’ACQUA A STELLE E STRISCE SULL’ITALIA



di Gianni Lannes - Prima osservate almeno il cielo imbottito giorno e notte di schie chimiche. Nubifragi inauditi, esplosioni di nuvole, e così via col vento. Se la situazione non fosse drammatica ci sarebbe da ridire nel sentire le idiozie che imperversano sul web, in tv e nella carta stampata.
Altro che madre Natura. A sprezzo del ridicolo il portale negazionista Meteoweb ora titola così: «Allerta Meteo, violenti temporali al Sud: bombe d’acqua in Puglia, Campania e Sicilia», mentre la rivista Focus attribuisce le bombe d'acqua al riscaldamento globale (sic!). La Repubblica (a proposito: Carlo De Benedetti è stato appena rinviato a giudizio per le morti d'amianto alla Olivetti) spara anch'essa le"bombe d'acqua". Il Corriere della Sera non è da meno.



Appunto la parola ricorrente dei mass media, da nord a sud, isole comprese, è "bombe d’acqua". Sono gli stessi organi telecomandati di disinfomazione che negano la guerra ambientale in atto, per mano di Washington, ovvero della Nato. Fenomeni metereologici di una violenza mai vista a memoria umana in Italia, mntre mandano in onda una guerra ambientale, non convenzionale e non dichiarata ufficialmente. 


Nel frattempo l’alleanza atlantica seguita ad irrorare a più non posso l'Europa, Italietta delle banane inclusa, azionando i riscaldatori ionosferici (il brevetto Eastlund risale al 1987). Toc toc: a serve il MUOS? Ecco la risposta dell'ambasciata United States of America a Roma:








“Il MUOS è il programma di comunicazione satellitare a banda stretta di nuova generazione del Dipartimento della Difesa creato per sostenere le operazioni militari USA e NATO in tutto il mondo”. 










riferimenti:






























8 commenti:

Anonimo ha detto...

riscaldatori ionosferici...che gran caz***a!
La ionosfera(dove dice questo lannes) sta tra i 60000 metri e i 450000 metri di altitudine, peccato che le nuvole e qualsiasi altro vapore da precipitazione arriva ad una altezza massima di 12000 metri!Se viene riscaldata la ionosfera(gran corbelleria anch'essa perchè il risultato non sarebbe quello della formazione di nuvole), non succederebbe nulla, semplicemente non ha senso riscaldarla, gli effetti non sarebbero utile ne per far del bene, ne per far del male!
Quindi ciò che dice questo tizio(spero che un giorno finiate di dargli corda, uno che guadagna soldi sparando str****te non merita neanche un pò di rispetto) è del tutto fuori luogo, scientificamente non ha senso alcuno.
Ma lui le spara, tanto avrà sempre qualcuno che lo legge e che non capisce fondamentalmente se sia vero o no, ma gli da credito lo stesso perchè la pancia gli dice così!
Tutto ciò che riguarda la porzione di atmosfera che partecipa al ciclo dell'acqua arriva fino alla stratosfera(intorno ai 15-16 mila metri), quindi potete capire facilmente che qualsiasi cosa succeda oltre ha poco, o per nulla a che fare con le precipitazioni!
Se volete dare la colpa di questi eventi a qualcosa o qualcuno, dovete prendervela con l'uomo che con l'inquinamento di ogni tipo ha cambiato le carte in tavola in natura oltre al fatto che gli stati(l'italia in primis) non fanno nulla di nulla per il dissesto idrogeologico, creato appunto per le maggiori quantita di acqua piovana!!Il nostro mare è diventato rispetto a 40 anni fa un mare caldo, quasi tropicale(nell'adriatico si pescano serra e adesso anche pesci palla...tipicamente tropicali), questa è la causa maggiore per questi temporali di potenza così elevata.........qui entra in gioco la meteorologia e la fisica, ma è meglio che non entro in merito o farei solo confusione a chi legge.
In definitiva, la colpa non sta negli states, ne nella ionosfera, ne tantomeno in azioni occulte di qualche strano paese verso di noi, semplicemente l'uomo col tempo ha modificato alcuni parametri(grazie all'inquinamento sia marino, terrestre e atmosferico), rendendo il ciclo meteorologico differente e alquanto pericoloso per chi, come noi, ha fondato una società e SOPRATUTTO COSTRUITO(a ca**o di cane aggiungerei) su un territorio che aveva effetti atmosferici meno forti e differenti.
Pregherei di evitare insulti di ogni genere, dato che ho scritto cose vere e non baggianate, come quelle frutto della fantasia di qualche arrivista bugiardo, come colui che ha scritto l'articolo.
Un saluto

Anonimo ha detto...

In internet si trova di tutto e di più su questo argomento. Ognuno poi si farà la sua idea. Che pensare, ad esempio di questo articolo apparso appena due giorni fa

http://meteolive.leonardo.it/news/In-primo-piano/2/si-pu-davvero-far-nevicare-su-aree-estese-/35595/

con sottotitolo 'la modificazione artificiale del tempo'.

Senza offendere questo è più attendibile di quello di Gianni Lannes?
Intanto si piangono i morti e ce la prendiamo contro le amministrazioni locali

Anonimo ha detto...

Ammiro il coraggio di Lannes per le verita' che espone.Per quanti sostengono che è colpa dell'uomo curiosamente è lo stesso punto di vista dei sostenitori del N.W.O.quelli che sono per la depopolazione
con ogni mezzo perchè secondo loro siamo troppi.Il loro obbiettivo dichiarato è di rimanere al massimo in 500.000 di individui possibilmente robot.

Anonimo ha detto...

16:13 non sapevo che in cina facessero queste cose; io comunque sono contrario e non perche sia tossico(non lo è in quantita normali), ma perchè se concentrato o se a livelli quantitativi alti...prima o poi può causare danni!Ovviamente il quantitativo utilizzato per la "modificazione" delle piogge non dovrebbe essere alto, comunque sono contrario...a meno che non ci sia a rischio moltissime vite umane!
Comunque si, quello è più attendibile di gianni lannes assolutamente!!!
Sono tecniche che ormai conosciamo tutti, anche in nord italia viene usato un metodo simile per ridurre il rischio grandine, ovviamente ciò non vuol dire che se usato moriranno tutti gli esseri viventi...chi afferma ciò è una persona subdola e poco preparata; io comunque sono contrario per ciò che ho detto all'inizio.
Invece il signor Lannes, attacca, come se fosse il demone che attua metodi infernali per colpire stati(che per giunta sono alleati in economia e guerra, quindi non capisco il risultato utile quale sia), con il "riscaldamento della ionosfera"...ora...se si ha un pò di perspicacia, si capisce in un lampo che un riscaldamento di tale parte di atmosfera non serva a nulla!EPPURE Lannes afferma con certezza tutto ciò(senza neanche un dato in mano eheh)!Solo perchè viene letto ed appoggiato da chi nn sa neanche cosa sia la ionosfera!
Quindi cè poco da dire, non è una teoria che si può avvallare scientificamente e non serve neanche un laureato in ingegneria aerospaziale per capirlo!
Un ultima cosa...l'America ha il grosso problema della siccità in california e non, che causa un danno economico altissimo, ma parecchio alto...eppure, a sentire il signor Lannes, preferiscono usare quei metodi per aumentare le piogge in Europa, zona che ci tengo a ribadire, è alleata con l'america su tutti i fronti!Quindi non solo farebbero un danno indiretto a loro, ma non utilizzano quelle tecniche neanche per rimediare alla siccità in california!!Quindi oltre ad essere tecnicamente sbagliato l'articolo...è anche un pò contraddittorio!
Se volete trovare risposte a questi eventi, informatevi sulla modifica delle temperature oceaniche e dei bacini d'acqua, ma ancor più in generale sull'aumento della temperatura terrestre!Aumento temperatura=aumento energia=fenomeni più intensi per dissipare tale energia, in un contesto planetario prima di tutto e poi focalizzato su zone ben precise, nel nostro caso il mar mediterraneo!
Un saluto a tutti

Anonimo ha detto...

Aggiungo che è inutile prendersela con le amministrazioni locali, non hanno neanche un soldo in cassa, e anche se lo avessero non basterebbe per aggiustare i danni e preservare le opere infrastrutturali(strade, ponti, edifici pubblici, ecc), ce la dovremmo prendere con chi amministra la nazione(passati e presenti) e ancor di più con l'UOMO in generale...e mi ci metto pure io dentro, che indirettamente partecipo all'inquinamento del pianeta!
Io comunque mi sono arreso a ciò, nel 2050(o anche prima) varcheremo la soglia del non ritorno e mi aspetto anche un aumento di tali fenomeni nei prossimi anni...purtroppo!

Anonimo ha detto...

Continuate nel vostro lavoro di collaborazionisti... ma un'altra Norimberga arriverà anche per voi, non pensiate di essere al sicuro per sempre..

terrarealtime ha detto...

SPIEGATI MEGLIO AMICO ANONIMO DELLE 23:08 SEI TROPPO ERMETICO NELLE TUE MINACCE

Anonimo ha detto...

Non è una minaccia ma una "profezia" e chi si dovesse sentire minacciato...
Nessuno

NUOVA ZELANDA: LAMPI DI LUCE SQUARCIANO IL CIELO DURANTE IL TERREMOTO!!!