12 giugno 2017

FATE ATTENZIONE! E’ arrivata la “vespa-aliena” le cui punture possono essere letali per l’uomo.


E’ arrivata la “vespa-aliena” le cui punture possono essere letali per l’uomo.


La “vespa-aliena” era già arrivata in Italia l’estate scorsa, ma il numero di esemplari era ancora esiguo tanto che gli esperti non l’avevano considerata una minaccia. Quest’anno, invece, spiega il sito Fanpage, questa vespa popolerà moltissimo la nostra Penisola. “I nostri nonni – precisano gli esperti – quando vengono punti rischiano di sviluppare reazioni più gravi perché sono più fragili e per la presenza di malattie cardiovascolari. Meno esposti al pericolo di reazioni gravi, invece, sono i bambini che hanno tutte le difese immunitarie adatte per contrastare la forza della vespa-aliena. Fino a otto italiani su cento possono sviluppare una vera e propria reazione allergica letale”.*Le raccomandazioni – “Non curatevi da soli perché il rischio dello choc anafilattico è altissimo, anzi si rischia anche qualcosa in più”, dicono gli esperti. Il consiglio è quello di rivolgersi alle cure di un medico.

E’ consigliata la condivisione massima per informare amici e parenti.

3 commenti:

Anonimo ha detto...

Un altro articolo tendenzioso che vuole mettere paura e automaticamente vuole il tam tam mediatico per i click!

Non cè una vespa aliena portatrice di morte e distruzione,ma semplicemente, grazie alla globalizzazione, è arrivato l'ennesimo insetto alloctono, proviene dall'Asia ed è il parente stretto del nostro calabrone, sono esattamente la stessa cosa, hanno lo stesso veleno e sono aggressive come i calabroni e le normali vespe, la differenza è che queste "stronze" si cibano sopratutto di api, appostandosi davanti le arnie e banchettando con loro, intere famiglie muoiono perchè bloccate dentro l'arnia e non escono per raccogliere nettare, attaccano gli apiari in 30-100 esemplari e distruggono, arrecando un danno incommensurabile all'ambiente, alle api e agli apicoltori(già distrutti da varroa, nosema, calcificata, pesticidi e clima).
E' entrata per la prima volta dalla Francia in Liguria nel 2012, fino ad oggi ci sono state segnalazioni in Toscana, Emilia, Piemonte e si sposta di anno in anno, non ha predatori e si è acclimatata bene, per l'uomo il pericolo è uguale a quello di imbattersi in alveari di vespe o calabroni, ha lo stesso veleno e non "uccide come dice l'articolo", anzi, attenti all'articolo DIMMERDA, le Vespe Velutine(questo il nome esatto e non "vespa aliena" che fa scena), possono mandare in shock anafilattico un bambini, un adulto o un vecchio, dipende se sei allergico o meno, mio nonno e mio padre son stati punti più volte dal calabrone(stessa cosa della velutina) e non sono mai morti(io stesso son stato punto e sono vivo), tutto dipende dal copro preso singolarmente; comunque se non gli rompete le scatole, come per tutti gli insetti, non vi romperanno le vostre.
Esiste una campagna di allerta per gli alveari di Vespe Velutine, per monitorare gli spostamenti e per FARLE FUORI, sono pericolosissime per le nostre api, potrebbero distruggere buona parte del sistema apiario nazionale perchè le nostre api a differenza di quelle asiatiche NON SI SANNO DIFENDERE!In Asia le api fanno glomere intorno alla vespa e la uccidono portando la temperatura oltre i 60°, le nostre api non lo fanno!!!!
Se ne vedete uno, chiamate la guardia forestale, segnalate su un sito apposta(non ricordo il nome) e fatele distruggere!

Ripeto, non sono la morte scesa in terra per l'uomo...il problema sono per le API, la loro puntura è uguale a quella dei nostrani calabroni!
Questa è la differenza tra vespa cabro nostrana e la vespa velutina asiatica:
http://www.comune.bologna.it/ambiente/servizi/6:3244/39201/#

Anonimo ha detto...

Si deve assolutamente vaccinare.

max canil ha detto...

comunque dovreste essere piu completi credo ,chiedo scusa,da dove viene la vespa perche e apparsa ecc ecc grazie x l'attenzione

SEGUITECI SU FACEBOOK!!!