Falsità Spacciate Per Scienza...

Falsità Spacciate Per Scienza
Secondo i darwinisti un unica specie di Sapiens nera emigrò dall'Africa e si sparse in tutto il globo. Secondo sempre codesti darwinisti, questa specie nera cambiò colore della pelle e la propria fisionomia per via dei diversi climi in cui si insediò.


Allora per prima cosa non capisco perché la gente dia per scientificamente provato quelle che sono solo teorie; le teoria darwiniste sono congetture mentali, che in alcuni casi possono avere una piccola spiegazione scientifica, in altri casi sono vere e proprie ipotesi campate in aria (se vuoi approfondire questo argomento clicca qui).
Tornando però al tema iniziale, vediamo di smentire subito questa ipotesi. Guardate queste foto, in cui metto in correlazione stessi climi e stesse latitudini a confronto, e vedremo come in stessi identici climi esistano persone con fisionomie e colori (occhi e pelle) completamente diversi.

Se in principio tutti fossimo stati neri, allora chiunque si fosse spostato in luoghi freddi con meno luce solare rispetto all'Africa, avrebbe dovuto mutare il proprio colore della pelle e la propria fisionomia, ma cosi non è. Questa ipotesi darwinista viene presa per scientifica, quando è la stessa scienza a confutarla, visto che non ha NESSUN riscontro scientifico, anzi i fatti dimostrano il contrario:le prove suggeriscono che le varie specie di esseri umani siano indipendenti le une dalle altre.


Si potrebbe ipotizzare che esse siano il frutto dell'evoluzione o per meglio dire l'alterazione di diverse specie di scimmie, infatti sulla Terra possiamo notare come esistano diverse specie di scimmie con pelle del viso diverso e diverso colore degli occhi. Questa è solo una mia ipotesi ovviamente, ma resta il fatto che quello detto da Darwin non è vero, e non si capisce perché questo costrutto mentale venga ancora insegnato come verità scientificamente provata.


Un altra cosa è certa però, le istituzioni ci nascondono troppe cose.
Beppe Caselle



Nessun commento: