4 marzo 2017

BAMBINI DISABILI +40% IN 10 ANNI (fonte Min. Pubblica Istruzione), COSA DIAVOLO STA SUCCEDENDO? PERCHE’ NESSUNO NE PARLA?


L’articolo-appello di Nocensura, che condividiamo in pieno e rilanciamo invitando tutti i blogger a fare lo stesso!

Grazie alla segnalazione di un lettore, abbiamo consultato sul sito del MIUR, cioè del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, un documento, il “Focus” di Febbraio di quest’anno, che dando ampio risalto al fatto che il nostro paese sarebbe stato premiato per l’integrazione degli alunni disabili, rende noto un dato a dir poco SCONCERTANTE, sul quale a nostro avviso non è stato posto la giusta attenzione che meritava la notizia, passata talmente “inosservata”, che anche noi l’abbiamo appresa solo in questi giorni:
Il numero dei bambini disabili presente nelle scuole pubbliche italiane è aumentato del 40% in 10 anni.

Ovviamente, visto che tutti i bambini vanno a scuola, questo significa che è fortemente aumentata l’incidenza delle disabilità, termine omnicomprensivo che mette insieme chi ha disabilità fisiche e disabilità mentali.

Vi riportiamo di seguito quanto potete leggere qui.


Alcuni dati
La presenza di studenti con disabilità nella scuola italianaha subito un incremento di circa il 40% nell’arco di un decennio. Secondo i dati dell’anno scolastico 2014/2015 gli alunni diversamente abili sono oltre 234.000. Il 9,5% del totale sono alunni della scuola dell’infanzia; il 37% è nella primaria; il 28,5% è alle scuole medie; il 25% sono ragazzi delle scuole superiori.

La notizia non sembra essere considerata grave come dovrebbe?

Lo stile dell’articolo, come potete osservare, appare confezionato con le modalità tipiche della propaganda, mettendo ben in evidenza le “azioni” ed i “risultati” del governo, e snocciola il dato sull’aumento dei bambini disabili, nelle proporzioni del +40% in 10 anni, come se fosse un dato qualsiasi, e senza entrare nel merito dei motivi.

Riteniamo quei dati davvero preoccupanti, senza ombra di dubbio meritevoli di maggiore approfondimento. Invece la questione è passata quasi innosservata, come se fosse una notizia di poco conto, tanto che politici e media non ne hanno parlato.
Il numero dei bambini disabili aumenta del 40% e non se ne parla? Non vengono fatti studi? Non viene sollevata la questione? E’ pazzesco!

E’ inutile dilungarsi oltre con i discorsi e le riflessioni del caso. Proponiamo invece le seguenti domande, che crediamo meritino una risposta seria, ben circostanziata e onesta.
Bambini disabili +40% in 10 anni: le domande che attendono risposte

Quali sono secondo le autorità i motivi di un aumento dei bambini affetti da disabilità così significativo? +40% in 10 anni?

Quali azioni ha intrapreso il governo al fine di stabilire le cause di questo incredibile aumento dell’incidenza di disabilità?

Perché la notizia è passata in sordina? Perché i media non ne hanno parlato?

E’ stata avviata un’indagine per stabilire le cause?

La situazione si è “stabilizzata”, oppure tale percentuale risulta in esponenziale aumento?

Riteniamo che la questione sia evidentemente e assolutamente importante, e non dovrebbe essere oggetto di un articolo su un blog, non dovremmo essere noi a sollevare il caso, ma in primis il governo, e dopo tutti i politici ed i mass media. Che invece, a quanto ci sembra, non lo hanno fatto nel modo dovuto. Si tratta di dati di una gravità enorme, che DEVONO essere approfonditi.
Al fine di rompere il silenzio e ottenere le risposte di cui abbiamo diritto, invitiamo i nostri lettori a mobilitarsi per accendere i riflettori sul caso.
Condividete l’articolo sul vostro profilo, taggando i vostri amici, e sui gruppi di cui fate parte sui social network. Divulgare è fondamentale.
Segnalare la notizia a deputati nazionali e locali, chiedendo loro di chiedere spiegazioni. Anche i sindaci, prima autorità sanitaria locale, possono muoversi più facilmente con i ministeri per ottenere risposte.
I consigli comunali possono approvare mozioni che impegnano il sindaco e la giunta ad interessarsi al caso, mediante le istituzioni competenti.Se conoscete dei consiglieri, sollecitateliad interessarsi al caso.
Movimento 5 Stelle: sollecitiamo gli attivisti del M5s a sollecitare i loro deputati ad interessarsi attivamente e fattivamente al caso. Ovviamente potete sollecitare anche i politici di altri schieramenti, ma sopratutto da M5s ci aspettiamo che si muova in tale direzione, visto che si propone come “movimento anti-sistema”.
Scrivete al Ministero. Sul sito è indicata l’emailurp@istruzione.it, ma se preferite, ci sono anche altri recapiti.Non è una cattiva idea scrivere anche a giornalisti, deputati o chiunque riteniate utile per sollevare il caso.

Di seguito per agevolarvi il compito, proponiamo alcuni modelli di email da inviare:
Email per il Miur o altre sedi istituzionali centrali:

Salve,

Vi scrivo perché vorrei maggiori informazioni sui dati relativi all’aumento del 40% in 10 anni della presenza di bambini disabili nelle scuole italiane, resi noti anche nel Focus del Miur dell’11 Febbraio 2016 disponibile qui:http://hubmiur.pubblica.istruzione.it/web/ministero/focus110216

Si tratta di proporzioni davvero gravi e allarmanti,ed in merito vorrei chiedervi:

A cosa è dovuto tale aumento? E nel caso sia stata trovata una risposta, vi prego di specificare quali soggetti l’hanno trovata e sulla base di quali ricerche.

Sono state avviate indagini in merito? Quali sono i soggetti che indagano?

In attesa di Vostre gentili e spero approfondite delucidazioni, porgo cari saluti

FIRMA

Email per sensibilizzare politici o giornalisti

Salve deputato Cognome – oppure – Salve signor sindaco X – Alla cortese attenzione della redazione di XXX, (…),

Le/Vi scrivo per chiederle/vi se avete appreso la notizia relativa al forte aumento della presenza di bambini affetti da disabilità nelle scuole italiane negli ultimi 10 anni, che secondo i dati resi noti dal Miur anche in occasione del “Focus” del Febbraio 2016 disponibile qui:http://hubmiur.pubblica.istruzione.it/web/ministero/focus110216 sono aumentati del 40%, una percentuale altissima, in un periodo di tempo limitato. Numeri che suscitano profonda preoccupazione. Le/vi chiedo, essendo un deputato/giornalista, di interessarsi attivamente al caso, che fino ad oggi mi sembra abbia avuto pochissima risonanza mediatica e politica.

In attesa di Vostro riscontro, e magari interessamento, Le/Vi porgo cari saluti

FIRMA

I dati resi noti dal MIUR inerenti all’aumento del numero dei bambini disabili presenti nelle nostre scuole è PREOCCUPANTE, se le istituzioni, i giornalisti ed i politici non se ne interessano nel modo dovuto, facciamolo noi. Costringiamoli ad interessarsene.


10 commenti:

Anonimo ha detto...

E perché nessuno ne parla ,neanche voi, di questa cosa che è evidente e lampante sotto gli occhi di tutti : Il progetto politico della sinistra è far diventare tutti poveri e quindi uguali, governati da pochi intellettuali radical chic che ovviamente vivono in quartieri benestanti, ma siccome la gente dovrebbe essere felice per essere povera e uguale, non ruba nelle case dei pochi ricconi compagni.

Anonimo ha detto...

perchè la tua teoria è inventata da te e non ha senso, semplice!
Ma pensi che siccome lo dici tu deve essere vero?
il piano della sinistra???tutti poveri?...certo che il cervello non lo fai funzionare tanto...questo è sicuro!

Farouq ha detto...

Mistero risolto,omogeneizzati delle multinazionali per neonati

Anonimo ha detto...

Dillo ai lavoratori italiani! Guarda uno che ha il coraggio di votare PD (sempre che non sia un grosso imprenditorie o un mafioso) non fa testo 09:20! I fatti di come sono andate le cose in Italia negli ultimi anni di governi di centrosinistra o "tecnici" ma sempre vicino all'area di centrosinistra,sono sotto gli occhi di chiunque non abbia le fette di salame davanti gli occhi per meri e bassi motivi ideologici. Quanti suicidi di lavoratori, piccoli imprenditori,artigiani,commercianti,pensionati avete sulla coscienza con le politiche sociali attuate in questi ultimi anni,un record nella storia della repubblica italiana e questi sono fatti innegabili! Fallo funzionare tu il cervello, non avete proprio un briciolo di dignità offuscati come siete dalla vostra cecità ideologica. Termino dicendo solo che prima o poi andremo alle elezioni (si spera) e allora non è la parola mia ne la parola tua (come diceva il grande Totò) ma saranno gli italiani a decidere se le politiche attuate dai governi di centrosinistra di questi ultimi anni andavano bene per loro e per il paese o se erano un completo disastro. Ne riparleremo a giochi fatti!

Anonimo ha detto...

Io non sto difendendo la politica 14:15, non sono neanche del PD!
Dico(leggi con attenzione, sennò non capisci e rispondi alla cazzo), che non può esistere un piano politico di rendere tutti poveri!Se la popolazione è tutta povera, lo stato implode, di conseguenza nessuna idea, o azione politica andrebbe a mirare di darsi la zappa sui piedi da sola...semplice, ci arrivi adesso?

Anonimo ha detto...

Ma c'è una variabile che i 2 commentatori sopra non hanno calcolato e cioè la tendenza a vendersi di molti italiani,in particolar modo nel meridione. Troppi sono quelli che venderebbero il loro voto al più spregevole dei politici anche per una spesa o solamente per 10 euro regalati, Miano(Na)docet. Purtroppo la criminalità organizzata è la principale azienda del bel paese e manovra in maniera pesante la sua politica. Quindi non farei molto affidamento sul fatto che le cose possano cambiare alle prossime elezioni.

Anonimo ha detto...

Se nessuno te ne avesse parlato, la Sinistra Italiana, ha come unico obiettivo il Nuovo Ordine Mondiale! Visto che serve i suoi padroni Mondialisti e non di certo il Popolo....Della stessa risma sono PDL e M5 Stelle e Strisce....

Anonimo ha detto...

E la destra cosa ha fatto?? Le stesse cose che hanno fatto quelli del PD ma in altri settori..Tutte le più svariate trattative stato mafia ( che tu asserisci essere del PD)

Anonimo ha detto...

Cosa centra bambini disabili con pd e storie variee??

Farouq ha detto...

Forse vi può essere utile questo

http://www.maurizioblondet.it/la-lista-degli-amici-fidati-soros-nel-parlamento-europeo/

loading...