31 ottobre 2016

Allarme della NASA per una “nube tossica” che si sta propagando nell’atmosfera proveniente dall’Iraq

Nel giugno 2003, un incendio era avvenuto nello stesso stabilimento di trasformazione dello zolfo nella cittadina di Al-Mishraq (Iraq), emettendo in atmosfera 21.000 tonnellate di anidride solforosa
in un solo giorno per tre settimane, l’equivalente alle emissioni di una eruzione vulcanica. Questo secondo per le misurazioni satellitari effettuate poi dagli scienziati presso l’agenzia spaziale NASA.
Tredici anni dopo, la storia sembra ripetersi. Un incendio nella stessa struttura ha emesso enormi quantità di biossido di zolfo nell’atmosfera. Ancora una volta, il gruppo di scienziati della NASA sta seguendo da vicino gli eventi in tempo reale, solo che questa volta lo stesso team della NASA è in possesso di una serie di strumenti equipaggiati nei nuovi satelliti, che sono in grado di effettuare le analisi esatte.

mosul-sulfur-smoke-cloud-soldiers-gas-ma

Lo Spectrometer Moderate Resolution Imaging (MODIS) che si trova a bordo dei satelliti Terra e Aqua (EOS PM-1) della NASA che sono in grado di rilevare la firma del calore, del fuoco. Quindi i satelliti ora sono stati in grado di registrare cosa sta accadendo a Al-Mishraq, quando il 20 Ottobre 2016, c’è stata una colonna di fumo bianco visibile dallo spazio. Nel frattempo, lo strumento di monitoraggio ozono OMI a bordo del satellite Aura, ha effttuato la mappatura dell’ozono e ha iniziato a fare osservazioni di un grande pennacchio di anidride solforosa che si estende a nord e centro dell’Iraq.
Inizialmente, OMI aveva rilevato biossido di zolfo nello strato limite planetario e della bassa troposfera, la più bassa zona in atmosfera. Nei giorni successivi al 20 Ottobre, il pennacchio è stato soggetto a venti mutevoli e ha raggiunto la parte più alta dell’atmosfera .

mosul-sulfur-fire-smoke-plume-nasa-satel

“Nei primi giorni, il fuoco sembrava essere particolarmente forte e le nostre osservazioni preliminari suggeriscono che la maggior parte del biossido di zolfo è rimasto nello strato limite e basso della troposfera, che accentua l’impatto sulla qualità dell’aria e la salute “ha detto Simon Carn, uno scienziato atmosferico presso la Michigan Tech.
“Più di recente, il biossido di zolfo si è alzato ad altitudini più elevate dove può essere trasportato su lunghe distanze”. In alte concentrazioni, l’anidride solforosa può influenzare la respirazione e persino mettere in pericolo la vita delle persone. Secondo notizie di agenzia stampa, due persone sono morte dopo che i fumi di zolfo erano state respirate, e un massimo di 1.000 persone sono state trattate per problemi respiratori abbastanza gravi.

nube-toxica-extiende-irak.jpg

La mappa sopra, mostra l’estensione del braccio dei fumi di biossido di zolfo, che si stanno propagando all’interno dello strato limite planetario, come osservato dal staellite IMO il 24 ottobre 2016. Altra mappa con l’immagine dei fumi tossici è stata catturata da MODIS il 22 ottobre 2016. Il pennacchio che si è elevato da Al-Mishraq appare bianco-grigio, perchè è arricchito con aerosol di zolfo e goccioline di acido solforico, che riflettono la luce. I pennacchi di fumo provenienti dal campo petrolifero di Qayyarah sono neri perché sono ricchi di fumo nero e di altri aerosol che assorbono la luce.
Le emissioni di biossido di zolfo provenienti dal fuoco sono già stati significativi. Se l’anidride solforosa che proviene da un vulcano, invece di un incendio, sarebbe una delle più grandi eruzioni del 2016, ha detto Simon Carn in un tweet il 25 ottobre. Il Pentagono da parte sua, dichiara che queste emissioni tossiche sono state volutamente create dall’ISIS, che hanno incendiato alcuni siti petroliferi, ma la NASA smentisce sempre questa versione.
Redazione Segnidalcielo
SEGUICI SU FACEBOOK!!!

2 commenti:

claude panzeri ha detto...

I lupi tra gli uomini sono sempre più confinati, aggressivi tra di loro, seminano negatività quanto possono ancora. Ma Urantia Gaia si rigenererà, le forze d'involuzione sono angosciate e dunque ancora più pericolose, ma la terza guerra mondiale atomica non avrà luogo. Abbiamo ancora che fare con egregori e linee predatrici, ma la trama cristallina del nuovo mondo è già operante. I "dinosauri" potranno ancore dare qualche colpi di coda, ma sono irrisori, le conseguenze della ribellione di satana saranno superate et l'armonia regnera sulla Terra.

Onoro le sorelle e i fratelli involutivi incarnati per il loro piano di vita difficile, trolls e ignoranti che sono esattamente al loro posto e svolgano un ruolo necessario per far sorgere una nuova coscienza unificata. Namasté.

Anonimo ha detto...

Tu stai messo parecchio male.

loading...