12 agosto 2016

TOP SECRET - L'ITALIA IN GUERRA DA MESI IN LIBIA


(di Andrea Purgatori per l’Huffington Post) – Il governo italiano ammette per la prima volta ufficialmente che commando delle forze speciali siano stati dislocati nei teatri di guerra in Iraq, ma soprattutto in Libia. 

La notizia è contenuta in un documento appena trasmesso al Comitato di controllo sui servizi segreti (Copasir), e classificato “segreto”. Nel documento, redatto dal Cofs (Comando interforze per le Operazioni delle Forze Speciali), si specifica che si tratta di operazioni effettuate in applicazione della normativa approvata lo scorso novembre dal Parlamento, che consente al Presidente del Consiglio di autorizzare missioni all’estero di militari dei nostri corpi d’elite ponendoli sotto la catena di comando dei servizi segreti con tutte le garanzie connesse. Immunità compresa. 



Dunque, è bene chiarire subito che in Libia tecnicamente non siamo ancora in guerra. Primo, perché i commando del 9° Reggimento “Col Moschin” del Gruppo Operativo Incursori del Comsubin, del 17° Stormo Incursori dell’Aeronautica Militare e del Gruppo di Intervento Speciale dei Carabinieri (e le forze di supporto aereo e navale) non rispondono alla catena di comando della coalizione dei trenta e più paesi che appoggia il governo del premier Fayez al-Sarraj, ma direttamente al nostro esecutivo. 


Secondo, perché si tratterebbe di missioni limitate nel tempo, che partono dalle basi italiane. Ma almeno adesso non c’è più alcun dubbio sul fatto che nel supporto alle operazioni contro l’Isis non ci sia solo la mano delle forze speciali americane, britanniche e francesi. In Libia, a singhiozzo, ci siamo anche noi. 



Cosa abbiamo fatto e cosa stiamo facendo in queste ore è scritto nero su bianco nell’informativa inviata al Copasir, su cui il Governo sarebbe pronto ad alzare il livello di segretezza fino ad apporre il sigillo del Segreto di Stato. Fonti della Difesa hanno confermato ufficiosamente il contenuto del documento, che dopo mesi di indiscrezioni e smentite – l’ultima con Matteo Renzi a Repubblica che diceva che “le strutture italiane impegnate nella lotta contro Daesh sono quelle autorizzate dal Parlamento, ai sensi della vigente normativa”, era in realtà un’ammissione della possibilità di applicare il testo della legge approvata a novembre – fa chiarezza sulla presenza delle nostre forze speciali in due teatri di guerra in rapidissima evoluzione. 


INFODIFESA



9 commenti:

Anonimo ha detto...

"supporto alle operazioni contro l’Isis"...
Dico, stiamo scherzando?
se è vero che "la mano delle forze speciali americane, britanniche e francesi" in realtà, come largamente comprovato ed ammesso dai coinvolti in causa, è tra i primi addestratori e finanziatori dei tagliagole del califfato, sapere che anche il governo italiano ha ceduto ai dictat atlantici è raccapricciante...

VARG

Anonimo ha detto...

-Per chi deve capire- Caso Moro- Ormai si sa benissimo cosa successe quel giorno. Gli inglesi hanno il tolto il segreto di stato mesi fa. A che serve riaprire una storia quando si sa tutto ormai ? le BR erano la bassa manovalanza da usare, come oggi usano gli islamici. I mandanti erano Cia. Mossad, servizi inglesi per influenzare il nostro paese e il giorno del rapimento c'erano agenti stranieri tutto intorno . Meno male che erano i nostri alleati quei criminali. Il generale Dalla chiesa sapeva quello che stava succedendo e sapeva pure dove si trovava l'appartamento dove era tenuto prigioniero Moro, per questo fu assassinato per tappargli la bocca. Anche Andreotti sapeva tutto e fu condannato a 23 anni solo che il giudice Carnevale lo assolse. Con Cossiga che era a capo di Gladio i fiancheggiatori dei servizi segreti stranieri. Lo stato non può condannare se stesso. Sono tutti documenti dove gli inglesi hanno tolto il segreto di stato. Ma almeno quella classe dirigente anche se corrotta non era totalmente asservita e faceva anche il bene del paese a differenza di quella che abbiamo oggi che pensa solo a se stessa ed è serva al 100%.

Anonimo ha detto...

Purtroppo facciamo parte della Nato e appena quelli schioccano le dita dobbiamo correre!tu credi veramente che loro abbiano ammesso di aver finanziato l'isis?e comunque hanno anche detto che sì,inizialmente li hanno "aiutati" per far cadere il dittatore Siriano ma che poi la faccenda .."gli è sfuggita di mano"!

Anonimo ha detto...

voi siete matti da legare, avete trasformato la storia a vostro piacimento e basta col dire che è tutto provato, comprovato, dimostrato, ammesso, ecc...non è niente di comprovato o ammesso!!!Poi cè lo stupido di turno che dice che Dalla Chiesa sapeva dove stava Moro ed è stato ammazzato dalla cia per farlo tacere....MA TI RENDI CONTO DELLA CAZZATA CHE HAI SPARATO???SPUTARE SULLA TOMBA DI UNO COME DALLA CHIESA???!!!Lui è morto assassinato QUATTRO(QUATTRO) anni dopo Moro!Che secondo te la cia aspettava 4 anni?Mafia,Corleone, Palermo, stragi mafiose non vi dicono niente?Ha ma adesso ve ne uscirete dicendo che la mafia era pagata dalla CIA...dire certe cose è proprio da bastardi, infami , ignoranti! Ve le inventate di sana pianta, ma la cosa più orribile e che le andate leggendo su articoli da 4 soldi!Voi complottisti siete proprio malati!

Anonimo ha detto...

Hai ragione 00:23!Ho anche notato che del patto stato-mafia ne hanno cominciato a parlare SOLO un anno dopo che morì Andreotti,ed erano già passati vent'anni!!!!!sarà una coincidenza??????????????

Anonimo ha detto...

10:55...E DATTI UNA CALMATA!...sai che c'è?!mafia,servizi segreti deviati,Corleoni vari,politici corrotti e compagnia bella SONO TUTTI UGUALI!DELLA STESSA RISMA! e me ne frego di darli i ruoli giusti, hai capito??

Anonimo ha detto...

20:04 ho capito che sei un poveraccio che non capisce nulla, insieme a tanti altri, come quello che dice che hanno iniziato a parlare del rapporto stato-mafia un anno dopo la morte di Andreotti!!Andreotti è morto a maggio 2013, e si iniziò a parlare del papello di riina e dei rapporti dal 1999, nel 2009 finirono le prime udienze nei tribunali ecc ecc, quindi non si inizio nel 2014 a parlare del rapporto stato-mafia!E basta aprire una pagina di google per saperlo!!che razza di idioti che siete!Fortuna che non avete voce in capitolo tranne che alle elezioni...ed infatti si vede come l'italiano medio decide le sorti della politica...grazie ignorane medio per il tuo voto da stadio!

Christian ha detto...

Brigate Rosse = Reti Gladio e Stay Behind.

Anonimo ha detto...

11:44 Invece tu che credi ancora nella politica e vai a votare hai capito tutto eh?me ne frego altamente di quello che dici,visto il tuo modo di confrontarti!hanno iniziato a parlare del papello nel 1999 invece che nel 2014...... E ALLORA????sai che bella soddisfazione sapere esattamente a quanto ammonta tutta quella merda!

L'ORIGINE OCCULTA DELLA CRISI ECONOMICA CHE NESSUNO VEDE...(VIDEO)