22 luglio 2016

NIZZA: LA MAGISTRATURA ORDINA LA DISTRUZIONE DEI FILMATI DELLE TELECAMERE. COSA VOGLIONO NASCONDERE?


La magistratura francese esige dal comune di Nizza che cancelli la totalità delle immagini riprese dalle videocamere a ridosso dell'attentato del 14 luglio.
La motivazione ufficiale per la distruzione delle prove è che si devono evitare diffusioni incontrollate di immagini che possano ledere la dignità delle vittime o che possano essere usate a fini propagandistici dai terroristi. Ma nel concreto accadrà un'altra cosa: saranno affidate delle copie incomplete delle prove a un sistema chiuso proprio mentre è in vigore una legislazione da "Stato d'eccezione", in totale irresponsabilità e senza i normali bilanciamenti e controlli dello Stato di Diritto. 
I precedenti sono già preoccupanti: non abbiamo praticamente immagini della strage del Bataclan e quindi non possiamo giudicare nulla su cosa sia davvero accaduto allora.
In questo caso cosa si vuole nascondere? Forse quello descritto nel filmato sottostante?


3 commenti:

Anonimo ha detto...

Sammuccianu u'pacchiu i to' soro

Anonimo ha detto...

ma come cazzo parli?

Anonimo ha detto...

Scusate volevo solo porre una incongruenza il motociclista eroe che aveva affiancato il camion prima era dato per morto da quasi tutti i media poi inspiegabilmente dopo alcuni giorni rispunta vivo e vegeto... un certo FRanck che lavora all'aeroporto e che avrebbe affiancato il camion e preo a pugni il terrorista... le cose non tornano.

NUOVA ZELANDA: LAMPI DI LUCE SQUARCIANO IL CIELO DURANTE IL TERREMOTO!!!