14 giugno 2016

Vitamina D: Tutti ne hanno bisogno, ma lo tengono nascosto perché il mercato degli antidepressivi potrebbe scomparire





Il 37,3% degli studi recensiti ha documentato infatti che i livelli medi plasmatici di 25(OH)D ( vitamina D) è inferiore a 25 ng/ml, valore considerato pesantemente sotto la soglia ottimale che è di 80 ng/ml.

E quello che è importante è che uno studio pubblicato su FASEB Journal ha dimostrato che la la vitamina D agisce sul gene TPH2 e trasforma il triptofano in serotonina ed attiva anche gli ormoniossitocina e vasopressina.





Questo è davvero grandioso ed infatti è una ricerca che ha avuto molto eco nella comunità scientifica, perché prima d’ora non era stato chiaramente definito l’effetto della vitamina D sul comportamento umano e sulla psiche. Per chi non lo sapesse

Serotonina: è il cosiddetto “ormone del benessere“, regola il transito intestinale, il sonno, l’appetito, l’umore e il peso corporeo. Bassi livelli di serotonina sono associati con tendenze suicide, disordine ossessivo-compulsivo, alcolismo, depressione e ansia.

Ossitocina: è il cosiddetto “ormone del piacere” che ha funzioni prettamente psico-emotive come il legame tra madre e figlio, lo stato emotivo, il riconoscimento sociale. Studi hanno dimostrato che bassi livelli di ossitocina sono legati alla schizofrenia e alla depressione. E’ stato inoltre osservano che la somministrazione di ossitocina riduce l’attivazione dei circuiti cerebrali coinvolti nella paura, aumentando i livelli di contatto visivo, la fiducia e la generosità.

Vasopressina: è il cosiddetto “ormone della fedeltà” che spinge verso la socializzazione e le relazioni sentimentali. Studi hanno dimostrato che bassi livelli di vasopressina spingono alla rabbia, all’incapacità di relazionarsi e al tradimento del partner.

Tutti questi importanti ormoni fondamentali non solo nelle reazioni bio-chimiche che avvengono nel corpo ma che influiscono la mente e il comportamento sono innescate e stimolate dalla vitamina D.

Nessuno lo deve sapere perché il mercato degli antidepressivi non riuscirebbe a competere con questo pro-ormone fantastico senza effetti collaterali e soprattutto che non è mutuabile e che costa pochissimo.

La vitamina D viene prodotta naturalmente quando ci esponiamo al sole senza le creme solari dato che queste bloccano i raggi UVB che innescano nell’epidermide la produzione della vitamina D. Bastano 15-23 minuti al giorno con braccia gambe e torso che possono assorbire i raggi del sole. Inoltre è stato osservato che anche il sun gazing permette di assorbire vitamina D grazie ai fotorecettori presenti nella retina che sono attraversati dal flusso sanguigno.

Esistono prove che la depressione maggiore è associata a bassi livelli di vitamina D e che la depressione è aumentata nel corso del secolo scorso durante il quale i livelli di vitamina D sono sicuramente diminuiti. Esistono prove che la depressione è associata a malattie cardiache, ipertensione, diabete, artrite reumatoide, cancro e bassa densità minerale ossea, tutte malattie che si pensano essere causate, almeno in parte, dalla carenza di vitamina D.

Le principali funzioni biologiche della vitamina D sono
mantenere normali i livelli di calcio e fosforo nel sangue e favorisce l’assorbimento del calcio contribuendo a formare e mantenere le ossa sane e a contrastare l’osteoporosi e fratture
Rafforza il sistema immunitario
Previene e tratta il cancro al seno e del colon-retto, della prostata
Previene e tratta diabete, ipertensione, sclerosi multipla
Cura le verruche, i disturbi dell’umore, l’ipotiroidismo

E’ poco risaputo inoltre che la vitamina D è il più potente antiaging esistente al mondo e che la sua carenza fa aumentare la mortalità. Uno studio infatti ha dimostrato che la carenza di vitamina D è molto diffusa ed associata ad un aumento della mortalità tra gli anziani nelle case di cura.

La vitamina D, oltre a produrla naturalmente il tuo corpo è anche economica da supplementare (specialmente nella stagione invernale) dato che la vitamina D non è brevettabile perché è una molecola biologica. Non ci guadagna con un brevetto nessuno e per questo non viene pubblicizzata.

Sei depresso? Sei ansioso? Sai quale è il tuo valore di 25OHD? Se non lo sai basta fare l’esame del sangue. Se hai un valore
inferiore a 25 ng/ml (50 nmol/l) carenza grave
tra 25 e 50 ng/ml carenza lieve
tra 50 e 100 ng/ml valore ottimale

Non devi superare i 100 ng/ml ( 200 nmol/l) perchè altrimenti la vitamina D è tossica. La dose giornaliera da assumere secondo diversi medici varia da 400 UI a 8.000 UI al giorno, e il valore varia molto perché ogni ricercatore ha avuto risultati diversi dato che l’assimilazione e l’attivazione degli integratori di vitamina D non è semplice dato che dipende dallo stato di salute dei reni e del fegato.

Il Dott. Coimbra con 8.000 UI al giorno di vitamina D sta ottenendo una guarigione del 95% dei pazienti affetti da sclerosi multipla e patologie autoimmuni.

Come riequilibrare la vitamina D? L’ideale è esporsi al sole 20 minuti al giorno non solo il viso. Assumere vitamina D secondo le dosi riportate sulla confezione è generalmente sicuro ma se vogliamo avere effetti terapeutici dovremmo affidarci ad un medico esperto che la conosce e che saprà dirci come far salire il livello plasmatico di vitamina D senza problemi. Il Dott. Claudio Sauro è molto esperto in materia e la usa per trattare molte patologie incluso il cancro.

Queste sono informazioni importanti che tutti dovrebbero conoscere. Lunga vita e felice con la vitamina D.

fonte.notizieonweb.altervista.org

3 commenti:

Anonimo ha detto...

Una volta (appena scoperta) la vitamina D era chiamata "la vitamina del sole" e negli anni 30 in america era messa ovunque negli alimenti persino in alcune marche di birra.
Purtroppo ci fu un grave effetto collaterale.. gli ospedali si svuotarono !
Cominciò quindi la guerra alla vitamina D che venne accusata di essere nociva e tosica e vennero imposti degli RDA ridicoli (400 UI al giorno serve solo a impedire il rachitismo)
Ci sono oggi studi scientifici accurati che dimostrano che sino a 10000 UI al giorno per 3 anni non dà alcuna tossicità ma queste cose sui libri di medicina non arrivano e oggi il tuo medico della mutua (tranne rari casi) ti dirà che non hai bisogno nè di integrarla nè di fare analisi "perchè non sei vecchio e non hai osteoporosi"
Prendere il sole può andar bene solo di estate in quanto conta anche la latitudine e alle nostre latitudini solo quello estivo ha efficiacia. Io dalla fine di settembre in poi prendo circa 1000 UI al giorno (ottimo il D 1000 della Long Life che contiene anche la K2) aumentando la dose nella stagione influenzale (novembre-febbraio) sino a 2000/4000 UI al giorno, sono anni che non mi ammalo.
Leggete sul web tutto quello che trovate sul dottor Holick, sul dottor Mercola e sul noto Coimbra.
Un link indispensabile (in inglese) vitamindwiki.com
Ricordate che la vitamina D è liposolubile, prendetela i pasti insieme a una fonte di grasi (olio) altrimenti non la assorbite.. e sempre accompagnata a del buon magnesio - cosa spesso ignorata la vitamina D senza magnesio non viene correttamente assorbita e può anche far male (calcificazioni)

Anonimo ha detto...

I deodoranti fanno la stessa cosa.
Il sudore infatti é ricco di feromoni che stimolano il sistema limbico nonchè di serotonina che è l'ormone della felicità

XHEVAT SALI ha detto...

Articolo molto interessante per chi voglia conoscere l'esistenza
Delle alternative naturali che il Creatore ci ha datto...
Un cordiale ringraziamento alla
Trt ed Anonimo del 16,51 per la sua condivisione della conoscenza
In Matteria della Medicina e salute.Dio vi benedica.

NUOVA ZELANDA: LAMPI DI LUCE SQUARCIANO IL CIELO DURANTE IL TERREMOTO!!!