13 giugno 2016

USA SHOCK! Noi spiamo chi vogliamo e quando vogliamo


La replica degli Stati Uniti alle rimostranze dell’Italia per lo spionaggio dell’Nsa al governo Berlusconi, nel 2011, è una vera e propria dichiarazione di colonialismo manifesto: se serve, hanno spiegato, gli Usa spiano eccome. Gli “alleati” – leggi “vassalli” – si arrangino. Il portavoce del dipartimento di Stato americano,Mark Toner, lo ha detto papale papale: “Non conduciamo alcuna attività di sorveglianza di intelligence a meno che non vi sia una specifica e valida ragione di sicurezza nazionale. E ciò si applica a cittadini ordinari come a leader mondiali. Il presidente è stato chiaro sul fatto che, a meno che non vi sia uno stringente motivo di sicurezza nazionale, non monitoreremo le comunicazioni di capi di Stato e di governo dei nostri amici e alleati”.


Insomma, nessuna scusa, non si cerca neanche di minimizzare: lo spionaggio del governo di un Paese formalmente sovrano viene ritenuto un metodo del tutto legittimo, in caso di emergenza. La risposta del governo statunitense arriva dopo le proteste del premier Renziin persona: “Ci accingiamo a chiedere informazioni in tutte le sedi, anche con passi formali, sulla vicenda di Berlusconi”. Sempre Renzi ha anticipato in Senato “una presa di posizione nelle prossime ore della Farnesina sulla vicenda”. Quasi in contemporanea, dal ministero degli Esteri è partita la convocazione dell’ambasciatore degli Stati Uniti d’America in Italia, John Phillips, per “chiarimenti circa le indiscrezioni comparse su alcuni organi di stampa”. Ma la replica di Toner è stata raggelante: gli Usa non hanno nulla di cui chiedere scusa: spiano e intercettano chi vogliono. Gli italiani se ne facciano una ragione.
Giorgio Nigra

2 commenti:

Anonimo ha detto...

Renzi S.P.A. è una succursale di Obama S.P.A. altro che spiegazioni, si sono mangiati i pasticcini..abbiamo soldati americani,basi aeree, armi nucleari americane, tre antenne in Sicilia (muos) che sono grosse quanto dei palazzi, programmi TV fotocopia di quelli americani,e il mangiare?La Barilla è americana..e pensiamo di essere un paese sovrano...e poi dovremmo avere paura della Russia di Putin che ci invade, ma vaffxxxxx

Anonimo ha detto...

Prima o poi gli si rivolterà contro la loro strafottenza e il loro credersi capi del mondo, se non fossero così merde, molto probabilmente ci sarebbero meno della metà dei conflitti in tutto il pianeta.

NUOVA ZELANDA: LAMPI DI LUCE SQUARCIANO IL CIELO DURANTE IL TERREMOTO!!!